Genere
Avventura
Lingua
Inglese
PEGI
ND
Prezzo
6 Euro circa
Data di uscita
ND

Sam & Max Season Two

Sam & Max Season Two Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Telltale Games
Sviluppatore
Telltale Games
Genere
Avventura
Distributore Italiano
ATARI Italia
Data di uscita americana
9/11/2007
Lingua
Inglese
Giocatori
1
Prezzo
6 Euro circa

Lati Positivi

  • Dialoghi esilaranti
  • Enigmi e mini-giochi divertenti
  • Discreta longevità
  • Graficamente fa il suo dovere
  • Prezzo allettante

Lati Negativi

  • Non tutti gli enigmi sono riuscitissimi
  • Alcuni personaggi poco caratterizzati
  • Il finale poteva essere migliore

Hardware

Sam & Max: Ice Station Santa, acquistabile sul sito ufficiale del gioco a 8,95 dollari (poco più di 6 euro), richiede almeno un processore a 1,5 GHz, 512 MB di RAM e una scheda video con almeno 128 MB di RAM. Sono comunque presenti numerose opzioni grafiche per personalizzare al meglio l’esperienza di gioco e la risoluzione massima supportata è di 1280x1024 pixel.

Multiplayer

Non sono presenti modalità di gioco in multiplayer.

Link

Recensione

Sam & Max: Ice Station Santa

Il ritorno di Sam & Max si colora di toni natalizi.

di Alessandro Martini, pubblicato il

La prima stagione dei rinati Sam & Max si è chiusa in saldo positivo, non solo per il buon successo di pubblico (che tra l’altro ha dimostrato di gradire il sistema a puntate della serie), ma anche perché lo spirito goliardico e irriverente del capolavoro di LucarArts è tornato alla grande con episodi rispettosi del passato e, se inizialmente non eccellenti, in grado di crescere puntata dopo puntata.
Logico quindi aspettarsi una seconda stagione in compagnia del cane e del coniglio più simpatici di sempre, il cui primo episodio è ancora una volta distribuito solo via Internet (al cambio attuale il costo è di circa 6 euro) e presentato in un inglese comunque di facile comprensione, soprattutto grazie agli utilissimi sottotitoli.

IL SOLCO DELLA TRADIZIONE

A parte la saggia decisione di offrire fin da subito il quadro completo delle opzioni, quasi nulla è cambiato rispetto alla fine della prima stagione né a livello grafico, né per quanto riguarda la longevità, che si attesta sempre sulle tre-quattro ore.
A fare di Sam & Max: Ice Station Santa uno dei migliori episodi della saga è però un insieme di fattori che troviamo finalmente riuniti in un’unica puntata. I dialoghi non sono mai stati così brillanti e intelligenti, i personaggi non giocanti sono ben caratterizzati e l’idea di richiamare un classico letterario come Canto di Natale di Charles Dickens, coprendolo di nonsense e di situazioni al limite del demenziale, si è rivelata un’arma del tutto vincente che rende lo svolgimento dell’esile trama piacevole e non privo di sorprese.
Le location sono essenzialmente due (la via dell’ufficio di Sam e Max e la stazione operativa di Babbo Natale al Polo Nord), ma alla fine, anche per la breve durata dell’episodio, non si sente la mancanza di altre ambientazioni e quelle presenti sono comunque ben disegnate e ricchissime di oggetti da osservare, mentre quelli con cui si può interagire sono pochi così come gli oggetti che troveranno posto nel nostro inventario.

IL CANE INTELLIGENTE E IL CONIGLIO IRRIVERENTE

I classici enigmi, comunque presenti e di fatto tra i più semplici dell’intero gioco, lasciano quindi il posto a prove più articolate, dove non mancano dei simpatici minigiochi (un tiro al bersaglio, una corsa in macchina, un incontro di boxe tra una bambolina e tre topi), quiz stralunati (parleremo anche con una testa di marmo vivente del Presidente Lincoln), piccole prove di abilità e numerosi dialoghi che se affrontati nel modo giusto permettono di proseguire nell’avventura (bastino come esempio gli scambi di battute iniziali con il robot gigante).
Tutto come da copione insomma, anche se questa volta lo svolgimento dell’avventura ci è sembrato più compatto nella scelta degli enigmi e nella difficoltà più calibrata, nonostante il finale risulti un po’ deludente e raffazzonato e certi volti di contorno (i Soda Poppers) siano del tutto ininfluenti ai fini della trama. Non manca inoltre qualche puzzle senza tanta logica dietro e il fatto che le cose da raccogliere siano poco numerose rende i classici enigmi “usa oggetto con” poco impegnativi per chi ha già una certa esperienza con le avventure grafiche.
Se poi però si pensa al prezzo di vendita, alla simpatia dei due personaggi, ai dialoghi e al buon comparto grafico questi piccoli difetti passano in secondo piano e rendono questo primo episodio della seconda stagione di Sam & Max un piacevole passatempo, in attesa di una seconda puntata (disponibile a giorni) che vedrà i nostri due eroi alle prese con un vulcano in eruzione in situazioni a dir poco…esplosive.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
La seconda stagione di Sam & Max si apre con un episodio tra i migliori mai realizzati da Telltale Games. Lo spirito irriverente e goliardico è quello dei vecchi tempi, i dialoghi traboccano ironia e gli enigmi, che alternano prove semplicissime a “incastri” logici tutt’altro che elementari, forniscono una prova ben equilibrata anche se gli avventurieri di lungo corso non passeranno che un paio d’ore prima di portare a termine l’episodio, venduto comunque a un prezzo più che vantaggioso (circa 6 Euro) e che lascia ben sperare in una seconda stagione di alto livello.