Genere
ND
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

Sapphire

Aggiungi alla collezione

Lati Positivi

  • Radeon 9700: veloce soprattutto con AntiAliasing attivato
  • Radeon 9500 PRO: ottimo rapporto prezzo prestazioni

Lati Negativi

  • Radeon 9500 PRO: bus a 128 bit
  • Radeon 9700: un po' costosa

Hardware

Le due schede sono state provate su un Pentium 4 da 1,7 GHz montato su scheda madre intel D850GB con 256 MB di memoria RAMBUS. L'hard disk utilizzato per la prova è stato un IBM DTLA da 30 GB. Come sistema operativo si è naturalmente optato per Windows XP Professional, mentre i driver utilizzati per entrambe le schede sono stati i Catalyst 3.1.
Recensione

Power Color Radeon 9700 Evil Commando 2 vs Sapphire Atlantis Radeon 9500 PRO

Radeon 9500 PRO e Radeon 9700: due varianti di Radeon 9700 PRO, alias R300, destinate a un target meno "esigente" dal punto di vista delle prestazioni di quello del prodotto di punta, ma offrono comunque la piena rispondenza allo standard DirectX 9.0 e delle altissime velocità. Vediamo nei dettagli i prodotti basati su questi chip di due importanti integratori di soluzioni ATi

di Antonino Tumeo, pubblicato il

Nei risultati dettagliati possiamo vedere come lo stesso bus arrivi a incidere in maniera significativa anche sui dati di fillrate: infatti, pur offrendo sulla carta le stesse specifiche per quanto riguarda questo aspetto, ossia 2,2 Mpixel e 2,2 Mtexel al secondo, il pixel fill rate della Radeon 9500 PRO pare dimezzato. Il motivo risiede per l'appunto nel bus di memoria a 128 bit: offrendo una banda di memoria di 8,6 GByte/s non risulta sufficiente per gestire al meglio la scrittura e la lettura dal frame buffer di tutti i dati necessari alle otto pipeline, e dunque deve aspettare un "ulteriore" ciclo di clock per eseguire completamente le operazioni. Nel caso invece del multitexturing, poiché l'architettura di R300 prevede l'applicazione di una sola texture per ciclo di clock, e dovendo passare due cicli di clock per eseguire le operazioni proposte dal test, le cose vengono gestite con maggior snellezza. E' anche evidente che il divario tra le due schede aumenta con il crescere del livello di AntiAliasing scelto. Anche in questo caso, salendo di livello, si comincia a stressare in maniera sempre più significativa il bus di memoria e i 256 bit di Radeon 9700 diventano un vero toccasana. Lo stesso discorso è assolutamente rilevabile anche nell'edizione precedente del benchmark, con 3D Mark 2001. Ancora più esplicativi, da questo punto di vista, sono i test in OpenGL: con Quake III Arena, le schede sono praticamente allineate in tutti i test senza AntiAliasing e Anisotropic Filtering fino alla massima risoluzione provata, 1280x1024 pixel. Cominciando ad attivare i miglioramenti "qualitativi", vediamo che la Radeon 9500 PRO comincia a perdere qualcosa, ma non in maniera significativa. Salendo a 4X, e poi a 6X, invece, il divario si fa più netto.
Anche i test più CPU bounded si allineano a questa impressione: Serius Sam, che con il test scelto in particolare risulta effettivamente molto limitato dalla CPU (un non eccezionale Pentium 4 da 1,7 GHz), guadagna comunque sempre qualcosa con la Radeon 9700. Lo stesso dicasi con Comanche 4 di Novalogic. Ulteriori dettagli che confermano direttamente l'impressione sono i risultati di CodeCreatures di Codecult, con la Radeon 9700 che distanzia seriamente la Radeon 9500 solo nel test a risoluzione più alta, 1600x1200, ed incide per circa 300 punti sul risultato.
Un approfondito test, infine, non poteva mancare con quello che può essere sicuramente considerato al momento il gioco-benchmark di riferimento, ossia Unreal Tournament 2003. Impostato con la modalità di rendering DirectX, abbiamo sfruttato il sistema di benchmarking integrato. E anche qua viene sostanzialmente confermata l'impressione fornita da tutte le altre prove: senza AntiAliasing i risultati sono praticamente identici, con la 9700 che comincia a prendere un po' di vantaggio solo a 1280x960. Anche con Anisotropic Filtering al massimo (che per quanto ci riguarda, viste le impressionanti prestazioni dell'algoritmo adattivo di ATi è d'obbligo tenere attivato) e l'AntiAliasing a 2x è solo a 1280x960 che le differenze cominciano a farsi più che semplicemente "nominali".
Nei FlyBy (che stressano in maniera particolare la scheda video) è evidente con molta chiarezza. Nei botmatch, invece, che stressano il sistema in complessivo e dipendono in maniera molto pesante anche dalla CPU, i risultati sono identici (con variazioni minime tra l'una e l'altra scheda) fino a che non si spinge veramente molto sia con le risoluzioni, sia con i miglioramenti grafici. Indubbiamente un processore più potente avrebbe messo in mostra prima il vantaggio della Radeon 9700, che in questo caso si evidenzia già in situazioni abbastanza critiche. Ciò ci da anche lo spunto per far notare che, su sistemi non proprio nuovissimi, i vantaggi di una scheda video potente vengono veramente fuori solo a risoluzioni che magari non si pensa di utilizzare, per cui se si sta valutando un upgrade per un PC non all'ultimo grido, ha senso non puntare sempre sull'ultimo ritrovato tecnologico, ma vagliare con attenzione soprattutto le proposte per la fascia media.

I GIUDIZI

I risultati parlano chiaro: si tratta di due prodotti eccellenti, che traggono moltissimi dei pregi del fratello maggiore, Radeon 9700 PRO. Radeon 9500 PRO rappresenta un ottimo compromesso nel rapporto prezzo/prestazioni. Utilizzata senza alcun miglioramento qualitativo, si allinea sui risultati di vertice (e cioè quelle delle sorelle maggiori) nelle risoluzioni meno elevate, cominciando a mostrare qualche cedimento solo quando si comincia a salire in maniera decisa, poiché ovviamente viene impegnata molto più significativamente la banda di memoria che, pur con tutte le ottimizzazioni di HyperZ, è dimezzata dal bus a 128 bit rispetto a quella delle Radeon 9700.
Con AntiAliasing e Anisotropic Filtering attivati, si mantengono quelli che sono i pregi degli algoritmi adottati da ATi, cioè eccellente ottimizzazione, e una qualità visiva veramente alta. Certo, le prestazioni, dovendo avvalersi di una maggiore interazione tra GPU e memoria, si distanziano sempre più da quelle di Radeon 9700, ma rimangono nettamente superiori a quelle di qualsiasi altra scheda concorrente che si possa trovare nella stessa fascia di prezzo (cioè le GeForce 4 Ti 4200 in attesa dell'arrivo dei derivati del GeForce FX) e superano agilmente persino le GeForce 4 Ti 4600-4800 (le versioni con bus AGP 8X). La soluzione basata su questo chip proposta da Sapphire, la Atlantis Radeon 9500 PRO, è senza dubbio ben fatta e di qualità, e dunque può a tutti gli effetti essere considerata, anche per i prezzi più accattivanti che la società propone rispetto ad altri integratori ATi, uno dei veri "must buy" per la fascia media. Insomma, prodotto altamente consigliato soprattutto se il vostro budget non è ampissimo.
Radeon 9700 si può invece collocare un gradino più sopra. Possiamo in un certo senso confermare la domanda che ci eravamo posti all'inizio dell'articolo, ovvero se la differenza di prezzo dettata dal solo bus di memoria più ampio fosse giustificata. Bene, se è la prestazione con AntiAliasing e Anisotropic che cercate, e ritenete irrinunciabile in tutti i giochi attuali un 4X in qualsiasi situazione, ma non ve la sentite proprio di spendere tutti gli Euro in più che le maggiori frequenze della Radeon 9700 PRO richiedono, allora senza dubbio Radeon 9700 è il prodotto che fa per voi. La soluzione proposta PowerColor con la sua Radeon 9700 Evil Commando 2, in particolare, conferma di seguire pari pari i dettami di riferimento di ATi, e la cosa non può che essere positiva. Il chip è ampiamente overclockabile, e con un po' di attenzione alle memorie (il modello a noi fornito presentava moduli Infineon, che non riescono ad andare tantissimo oltre le specifiche, ma ci è stato detto che altre schede utilizzano moduli Hynix che riescono a reggere frequenze più elevate) ci sono ampi margini per permettere agli utenti più smaliziati di fare qualche esperimento. A rendere più interessante la scheda è infine anche il bundle offerto, che con dimostrativi, gioco, e software per DVD non è certamente male.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
La Sapphire Atlantis Radeon 9500 PRO è un prodotto che si adatta benissimo alla fascia media. Il rapporto prezzo/prestazioni è equilibratissimo. Ci sono tutte le caratteristiche tecniche evolute di Radeon 9700 che la rendono pienamente compatibile ed assolutamente adatta a DirectX 9: quattro motori geometrici, otto pixel pipeline a 128 bit in floating point. Ci sono i pregi di un AntiAliasing e di un Anisotropic Filtering particolarmente ottimizzati. L'unica differenza è il bus di memoria, a 128 bit invece che 256, che può mettere un po' in crisi la scheda se si attivano i miglioramenti qualitativi e si sale di soluzione. Ma nella fascia media, con gli effetti attivati, non c'è assolutamente alcun altro prodotto in grado di competere prestazionalmente per questi prezzi. La Power Color Radeon 9700 Evil Commando 2 si pone invece su un gradino lievemente superiore. Il prezzo è più alto, ma più alte sono anche le prestazioni fornite, seppur a parità di frequenza, dal bus di memoria a 256 bit. Se per voi dunque Anisotropic Filtering e AntiAliasing sono veramente irrinunciabili con tutti i titoli (Unreal Tournament 2003 e i derivati dal suo engine compresi), ma ritenete le Radeon 9700 PRO inarrivabili per le vostre tasche, allora gli Euro in più necessari ad assicurarsi questa scheda rispetto alle Radeon 9500 sono pienamente giustificati.