Genere
Sportivo
Lingua
Italiano
PEGI
3+
Prezzo
€ 59,99
Data di uscita
21/5/2010

SBK X

SBK X Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Black Bean Games
Sviluppatore
Milestone
Genere
Sportivo
PEGI
3+
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
21/5/2010
Lingua
Italiano
Giocatori
16
Prezzo
€ 59,99
Formato Video
HDTV
Formato Audio
Dolby Surround

Lati Positivi

  • Enorme spessore simulativo
  • Impatto grafico molto elevato
  • Carriera e modalità Arcade divertenti
  • Ampio numero di opzioni e modifiche

Lati Negativi

  • Fluidità non sempre ottimale
  • Qualche caricamento di troppo

Hardware

Sono richiesti una console PlayStation 3 e un controller compatibile. Il gioco è in uscita anche su PC e Xbox 360.

Multiplayer

16 giocatori possono affrontarsi sulla rete in gare singole o attraverso interi campionati sia in modalità Arcade sia giocando in stile Simulazione. Nel caso di un basso numero di partecipanti, possiamo integrare la griglia con i piloti guidati dal computer.

Link

Recensione

La legge del più veloce

Milestone rimette in pista la sua squadra vincente.

di Alessandro Martini, pubblicato il

Mentre il campionato Superbike entra nel vivo, arriva puntuale la nuova edizione del gioco che ne riproduce loghi, squadre, circuiti e regole, come sempre targato Milestone e quindi avvolto nella bandiera tricolore. Le prime impressioni ricavate da un codice non ancora completo erano senz'altro positive, non ci resta che analizzare il titolo definitivo per scoprire se raggiungerà di nuovo le prime posizioni in classifica.

arcade e carriera, due mondi a parte

Le prime due novità sull'edizione passata si incontrano appena caricato il gioco, nel menu che ci permette di scegliere tra Arcade, Simulazione e Multiplayer (online naturalmente). Sul fronte Arcade, debutta con questa versione un vero e proprio "gioco a parte" simile ai coin-op di una volta con tanto di personaggi, obiettivi e bonus da sbloccare. Piste e moto sono sempre quelle del campionato Superbike, ma l'attenzione non è più sul lato simulativo ma sulla velocità e sul divertimento che possiamo ottenere in rapide sessioni di gioco, senza troppi preparativi o un allenamento massacrante nello studio del circuito.
Le gare arcade ci permettono, infatti, di impennare e derapare liberamente offrendo anche l'immancabile "turbo" che innesca l'altrettanto classico motion blur attorno alla nostra moto. La presenza costante della traiettoria ideale, ben segnalata sul tracciato, permette ai principianti di ottenere buoni risultati dall'inizio. Va anche detto che nella sezione Arcade non c'è solo la tipica gara veloce, ma interi campionati dove si avanza solo raccogliendo i punti necessari e completando obiettivi specifici. Ad esempio, dovremo raggiungere una posizione in griglia con la moto danneggiata o in condizioni meteo pessime, o ancora superare un avversario che si trova parecchie posizioni davanti a noi. Anche in modalità Arcade, la Carriera resta concentrata sul nostro alter-ego: un pilota che creiamo all'inizio nell'apposito editor e che facciamo crescere a suon di vittorie.

un cammino diviso in stagioni

Naturalmente i fan della serie saranno più interessati alla nuova Carriera della modalità Simulazione, un lungo cammino di otto stagioni attraverso Superstock, Supersport e Superbike per affermare la nostra superiorità (o inferiorità) nel motociclismo d'élite.
Creato il nostro pilota e scelta una scuderia tra le varie offerte disponibili, inizia la scalata al successo direttamente sul circuito, accumulando prestazioni degne del nostro contratto e migliorando la moto insieme all'ingegnere. All'inizio, i traguardi posti dal team sono molto accessibili (arrivare in fondo alla gara o in una posizione tra le ultime) ma con i successi cambiano gli obiettivi ed è richiesto il massimo impegno nel tenere conto di tutte le variabili che influenzano le gare in questa modalità. Infatti, cadere durante le prove ci farà perdere del tempo nella riparazione della moto, mentre lo sviluppo di nuove parti meccaniche porterà miglioramenti istantanei alle prestazioni. La capacità di gestire tutti questi aspetti, insieme ai risultati ottenuti in pista, influenza la nostra Reputazione, indicata con un punteggio che aumenta con il progredire della Carriera. Ovviamente, un pilota più rispettato e famoso ha anche più responsabilità, ed infatti il team (anche per non rendere troppo facile l'ascesa in classifica) provvede ad aggiornare i propri obiettivi se otteniamo molte vittorie rapidamente. Non va dimenticata, oltre all'incidenza di danni e usura, la possibilità di intervenire sulla moto con regolazioni e modifiche nel pre-gara, illustrati in maniera dettagliata nei vari tutorial che spiegano le dinamiche di ogni elemento meccanico.

confermarsi in impennata

Ovviamente i due aspetti analizzati nei precedenti paragrafi non sono le uniche aggiunte di questa versione, infatti troviamo tutta una serie di nuovi elementi aggiunti sopratutto alla parte tecnica. Il pubblico tridimensionale, un maggior numero di animazioni del pilota (non solo nelle cadute), più elementi che si muovono attorno al circuito e infine il tracciato "dinamico" legato alle condizioni meteo. Quest'ultimo aspetto colpisce per realismo e spettacolarità nelle gare più lunghe con il tempo variabile. Iniziando tra le pozzanghere (e i riflessi sull'asfalto) ci troviamo più avanti su una pista quasi asciutta che ha cambiato anche livello di aderenza e che quindi sta consumando più rapidamente le nostre gomme.
In generale, la parte tecnica sarebbe vicina alla perfezione se non fosse per un frame-rate incostante nelle gare sul bagnato e in alcune occasioni come le partenze: in questi casi, è fastidioso incontrare diversi scatti quando sono visibili molti piloti in contemporanea. Visto il dettaglio grafico molto elevato (con la pioggia sembra di assistere a una ripresa TV) possiamo facilmente perdonare qualche altra imperfezione, come i modelli 3D di piloti e meccanici che non brillano per realismo. Piste, circuiti ed elementi di contorno sono invece di altissima qualità come vicinanza allo sport reale: ne sono un esempio i commissari di gara pronti a sventolare le loro bandiere dopo una caduta, le penalizzazioni per i "tagli" del tracciato o gli elicotteri che sorvolano principalmente chi sta in testa.

sotto il vestito... 200 cavalli

Ma più della realizzazione tecnica o delle nuove opzioni, colpisce sulla distanza lo spessore simulativo del gioco, ai livelli dei maggiori classici nella categoria. Alzando al massimo il livello di simulazione si va incontro a una serie sterminata di cadute e ritiri, ma anche ad enormi soddisfazioni investendo il giusto periodo di pratica. Giocato in questo modo, SBK X fa emergere tutta la profondità del modello di guida che gestisce decine di variabili tra peso del pilota, consumo delle gomme, superficie percorsa e condizioni meteo variabili. Guidare diventa più complicato e difficile, ma ogni singolo passo avanti è ricco di gratificazione per il traguardo raggiunto. Va anche premiata la scelta di offrire all'utente moltissime regolazioni in stile PC che modificano anche profondamente il gioco: possiamo scegliere se attivare gli infortuni al pilota, i danni alla moto e l'usura delle parti meccaniche, avendo influenza anche sulle capacità dei nostri avversari. I piloti guidati dal computer sono già competitivi a livello Dilettante dove, pur facendosi sorpassare senza problemi, non perdono tempo a recuperare posizioni o compiere manovre azzardate. Incrementando la loro abilità, diventa difficile persino raggiungerli, ma il livello di frustrazione viene sempre tenuto a bada dal fatto che possono sbagliare, e che talvolta compiono errori molto "umani". Non è raro infatti, assistere a clamorose uscite di pista o incidenti tra i nostri avversari, magari dopo qualche giro di duelli continui tra i piloti che lottano per una posizione importante.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
Milestone si dimostra nuovamente un'autorità nel campo delle simulazioni motociclistiche avvicinandosi ai nomi di studi ben più conosciuti a livello internazionale, perché concentrati sulle auto. Davvero profondo come modello di guida e spessore della carriera, SBK X offre persino quel tipo di divertimento veloce e spensierato tipico dei vecchi cabinati, nella nuova modalità Arcade. Il cuore del gioco resta comunque la simulazione e sotto questo profilo non ci sono grossi problemi al di fuori della fluidità e di qualche caricamento eccessivo. Anche considerate tali imperfezioni, parliamo di un titolo obbligatorio per i fan della Superbike e consigliato a tutti gli amanti delle due ruote "simulative".

Commenti

  1. cbm-amiga

     
    #1
    Quindi, finalmente Milestone è tornata ai livelli eccelsi di SBK 2001. Alez, mi consigli di prenderlo subito o di aspettare il primo calo di prezzo, contando che ho già SBK 09? (versione pc)
  2. mat79

     
    #2
    Io ce l'ho per ps3,
    la diversità con il 2009 c'è tutta, più curato e meglio riuscito su tutti i fronti, ti consiglierei l'acquisto senza troppi dubbi.
    La versione ps3 non sembra soffrire di rallentamenti e graficamente è molto buona, che versione è stata usata per la rece?
    Grazie e complimenti per l'articolo che conferma le mie impressioni ottime su questo titolo.
  3. giopep

     
    #3
    L'articolo è basato sulla versione PS3.
  4. pelooooo

     
    #4
    mat79 ha scritto:
    Io ce l'ho per ps3,
    la diversità con il 2009 c'è tutta, più curato e meglio riuscito su tutti i fronti, ti consiglierei l'acquisto senza troppi dubbi.
    La versione ps3 non sembra soffrire di rallentamenti e graficamente è molto buona, che versione è stata usata per la rece?
    Grazie e complimenti per l'articolo che conferma le mie impressioni ottime su questo titolo.
     Io ho preso la versione per 360 per via del pad...Il gioco è nettamente superiore al 2009 in tutti i frangenti!! poi la cariera a mio avviso è strutturata benissimo!! gran bel gioco veramente!! si sa quando sara possibile scaricare il pacchetto 'leggende' ?
  5. matly

     
    #5
    gioco fantastico,credo che a livello di fisica e riproduzione delle sensazioni che si hanno guidando una moto sia semplicemente fuori parametro,ovviamente impostando la simulazione a livello massimo,già a livello medio il gioco diventa troppo permissivo,la modalità arcade non la ho neppure guardata
    la curva di apprendimento è ripidissima,io avevo "domato" la versione 2009 ma qui siamo decisamente 2 passi oltre,il comportamento dei piloti della IA è ottimo in tutti i frangenti,graficamente è meglio del suo predecessore (più dettagli  nelle piste sopprattutto) ed è sempre fluido anche se i 30fps si sentono,come sempre..
    è un gioco hardcore,nel senso che è davvero per appassionati,mi sa che mi terrà impegnato per diversi mesi
  6. utente_deiscritto_1816

     
    #6
    matly ha scritto:
    gioco fantastico,credo che a livello di fisica e riproduzione delle sensazioni che si hanno guidando una moto sia semplicemente fuori parametro,ovviamente impostando la simulazione a livello massimo,già a livello medio il gioco diventa troppo permissivo,la modalità arcade non la ho neppure guardata
    la curva di apprendimento è ripidissima,io avevo "domato" la versione 2009 ma qui siamo decisamente 2 passi oltre,il comportamento dei piloti della IA è ottimo in tutti i frangenti,graficamente è meglio del suo predecessore (più dettagli  nelle piste sopprattutto) ed è sempre fluido anche se i 30fps si sentono,come sempre..
    è un gioco hardcore,nel senso che è davvero per appassionati,mi sa che mi terrà impegnato per diversi mesi
    Mat, GRILLETTO DESTRO --> PINZA POSTERIORE ; GRILLETTO SX ---> PINZA ANTERIORE ???
  7. matly

     
    #7
    Geppo32 ha scritto:
    Mat, GRILLETTO DESTRO --> PINZA POSTERIORE ; GRILLETTO SX ---> PINZA ANTERIORE ???
     non so,o meglio non ho cercato di modificare la configurazione che avevo tenuto con SBK 09,ovvero il freno posteriore sul tasto A
    fermi restando acceleratore sul grilletto destro e freno anteriore sul grilletto sinistro,e tasto B per salire con le marce e tasto x per scendere.
  8. utente_deiscritto_1816

     
    #8
    matly ha scritto:
    non so,o meglio non ho cercato di modificare la configurazione che avevo tenuto con SBK 09,ovvero il freno posteriore sul tasto A
    fermi restando acceleratore sul grilletto destro e freno anteriore sul grilletto sinistro,e tasto B per salire con le marce e tasto x per scendere.
     Ok! Comunque freni differenziati. Good!
  9. aleZ

     
    #9
    cbm-amiga ha scritto:
    Quindi, finalmente Milestone è tornata ai livelli eccelsi di SBK 2001. Alez, mi consigli di prenderlo subito o di aspettare il primo calo di prezzo, contando che ho già SBK 09? (versione pc)
     
    Le differenze non sono mostruose ma ci sono, sopratutto giocando al massimo livello di simulazione e con le gare lunghe così da vedere i cambiamenti meteo dinamici e le relative varianti su traiettoria, aderenza ecc. Come ha detto Matly, al livello massimo di realismo è un vero incubo tipo GTR su PC.
  10. mat79

     
    #10
    Direi che ci troviamo tutti d'accordo sulle qualità del buon superbike x!:))
    Ora sarebbe interessante sapere come configurate il pad, io sono ancora alla ricerca di una configurazione ottimale, sopratutto per le gestiobe con lo stick destro (pad ps3) della posizione del pilota durante le staccate e accellerazioni...
    Io per ora sto usando:
    R2: per accellerare
    L2: per freno anteriore
    R1: cambio di marcia a salire
    L1: cambio di marcia a scalare
    quadrato: freno posteriore
    Triangolo: visuale dietro
    Stick destro: posizione pilota sulla moto
    Stick sinistro: sterzo
    La x ora non me la ricordo!:D
    Dai si accettano consigli!
Continua sul forum (19)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!