Genere
Sportivo
Lingua
Tutto in italiano
PEGI
3+
Prezzo
€ 29,99
Data di uscita
20/6/2008

SBK08 - Superbike World Championship

SBK08 - Superbike World Championship Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Black Bean Games
Sviluppatore
Milestone
Genere
Sportivo
PEGI
3+
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
20/6/2008
Lingua
Tutto in italiano
Giocatori
8
Prezzo
€ 29,99

Hardware

La prova è stata effettuata con un PC dotato di processore Core 2 Duo a 2,56 GHz, 2 GB di RAM e scheda video GeForce 8800 GTS da 640 MB, viaggiando mediamente a 40 fotogrammi per secondo e alla risoluzione di 1360x768 pixel con i livelli di dettaglio impostati al massimo. Purtroppo il gioco ha sofferto di cali di fluidità nelle curve e nei tornanti più stretti e, dopo l'installazione della patch 1.1, non ci ha più consentito di giocare alla risoluzione nativa del nostro monitor (1680x1050 pixel).

Multiplayer

La modalità multiplayer consente di sfidare un massimo di sette giocatori online impostando vari parametri (tra cui le condizioni metereologiche e il livello di simulazione) ma risulta nel complesso fin troppo spartana.

Link

Recensione

A tutta birra

Milestone torna su PC con la sua serie di punta.

di Sebastiano Pupillo, pubblicato il

Non sono ancora passati dieci anni (ma siamo pronti ai festeggiamenti per l'anno prossimo) dal quel 1999 che vide l'arrivo nei negozi di un certo Superbike World Championship e l'emozione di prendere in mano un gioco per PC con sopra stampati il logo Milestone e quello SBK è comunque grande. Viene quasi voglia di fare una comparativa tra le due copertine: la rossa Ducati numero 4 di Fogarty campeggia sopra il logo EA Sports (gigante!) del gioco di nove anni fa ed è ancora una Ducati, questa volta bianco-rossa, a salutarci di spalle nella copertina del gioco di Black Bean Games, offrendoci una suggestiva visuale del suo doppio terminale di scarico.
Fermiamo però il treno della nostalgia e torniamo al presente e a cosa ci riserva questo atteso ritorno di Milestone sulle piattaforme che contano, in termini più biecamente tecnologici se non proprio di mercato, ovvero i PC e le console HD. Volendolo inquadrare nell'offerta attuale dei giochi di guida, parecchio sbilanciata sul versante arcade, SBK08 rappresenta una sfida lanciata agli amanti del "compromesso storico" tra immediatezza e simulazione, ma è anche - va detto a scanso di equivoci - la dimostrazione che non è facile offrire di tutto un po' senza sacrificare il focus della produzione stessa, che in questo caso è, definitivamente e senza mezzi termini, una simulazione.

L'APPETITO VIEN MANGIANDO

Seppur completamente ridisegnata rispetto a quella dell'edizione 2007, la schermata di benvenuto di SBK08 è quantomai semplice e facile da decodificare: ciò che ci viene offerto è, in buona sostanza, un graduale inserimento nel mondo del campionato Superbike oppure, per quanti preferissero subito qualcosa di impegnativo, la possibilità di sbloccare contenuti extra (foto e video, principalmente) grazie alla modalità Sfide, ripresa anche questa dal gioco dell'anno scorso, ma ridisegnata per tutto ciò che riguarda l'interfaccia e gli obiettivi che propone.
In ultimo, troviamo una modalità multiplayer che, come potete leggere nel box qui a fianco, non ambisce a fornire una vera alternativa al single-player e che sfigura nettamente rispetto a quanto offerto da altri giochi di guida sul mercato: a parte la possibilità di cercare una partita consona alle nostre esigenze o di ospitarne una impostando i parametri del caso, non troviamo niente che somigli a un browser delle partite o a una modalità torneo o anche a una semplice rotazione dei vari tracciati. In più, sempre limitatamente alla versione PC, non è affatto facile trovare sfidanti e i problemi di lag possono rendere le gare molto meno divertenti di quanto sia lecito supporre.

PERCORSO OBBLIGATO

Al cuore del gameplay, l'avrete ormai intuito, sta la possibilità di competere contro l'intelligenza artificiale (o in solitaria, alla ricerca del tempo migliore) innalzando gradualmente la rigorosità della simulazione, fino a includere i danni alla moto - soltanto funzionali, purtroppo, senza ricadute sull'estetica - e al pilota, le penalità imposte dal regolamento e l'usura delle gomme.
Sta al giocatore decidere se e quando imbarcarsi nell'avventura del campionato e, soprattutto, a quale livello simulativo e di cattiveria degli avversari: il fatto che sia possibile saltare le sessioni di prova e lasciar fare la messa a punto della moto all'ingegnere della scuderia rende possibile anche un approccio arcade, ma è una strada che può risultare praticabile o divertente per il tempo di poche gare, e che non rende giustizia allo sforzo di Milestone nel ricreare l'atmosfera del box e nel portare il giocatore all'immedesimazione nel ruolo di un pilota di Superbike.
Non nascondiamo ovviamente che i primi minuti in modalità simulativa possano essere un po' duri da digerire e, per fortuna, il grado di realismo è ampiamente configurabile dal giocatore stesso. Non di meno, è questa l'unica strada che porta a godere dell'enorme profondità e longevità che un gioco come SBK08 possiede e che va assaporata lentamente, giro dopo giro e caduta dopo caduta; vi ritroverete quasi in trance, senza nemmeno far caso alle frecce che indicano l'approssimarsi delle curve ed esulterete di gioia dopo aver rosicchiato un secondo al vostro giro migliore. Questa è la Superbike di Milestone: come suol dirsi, prendere o lasciare...


Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!