Genere
Gestionale
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
49,90 Euro
Data di uscita
22/1/2004

Scudetto Championship Manager: Stagione 03/04

Scudetto Championship Manager: Stagione 03/04 Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Eidos Interactive
Sviluppatore
Sports Interactive
Genere
Gestionale
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
22/1/2004
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
1
Prezzo
49,90 Euro

Lati Positivi

  • Aggiornato
  • Completo e accurato
  • Rigoroso e realistico
  • Il miglior manageriale calcistico sul mercato

Lati Negativi

  • Caricamenti logoranti
  • Veste grafica delle partite poco chiara
  • Telecronaca testuale scarna e ripetitiva
  • Qualche pecca nell'intelligenza artificiale dei giocatori

Hardware

Per tuffarsi nel mondo del calcio rimanendo comodamente seduti in panchina (o meglio, davanti al proprio PC), bisogna disporre almeno di PC con un processore a 600 MHz coadiuvato da 128 MB di RAM e provvisto 300 MB di spazio libero su hard disk. Per godere di un campionato con un database esteso e privo di riduzione occorre però raddoppiare tutti i requisiti sopra indicati.

Multiplayer

Scudetto Championship Manager: Stagione 03/04 prevede la possibilità di allestire sfide multigiocatore tramite supporto di una rete LAN.

Link

Recensione

Scudetto Championship Manager: Stagione 03/04

Stando a una ricerca condotta dalla stampa inglese, gli allenatori rappresenterebbero la categoria professionale più soggetta allo stress: il rischio di esonero sempre dietro l'angolo, le continue contestazioni dei tifosi e qualche "insignificante" finale persa ai rigori hanno logorato persino il navigato Arrigo Sacchi! Succederà la stessa cosa anche ai coach virtuali?

di Marco Iannini, pubblicato il

Bisogna scomodare addirittura il leggendario Sensible World Of Soccer (classe 1994) per reperire sul mercato un compromesso accettabile tra calcio giocato e simulazioni "dietro le quinte" del nostro sport nazionale. Da allora, la storia videoludica continua a segnare una spaccatura sempre più profonda tra tentativi di riprodurre fedelmente il football e qualche ricostruzione ultra-dettagliata del pre-partita. Basti pensare che la maggiore novità apportata dalla precedente versione di Scudetto Championship Manager consisteva proprio nella possibilità di visualizzare l'incontro in una veste grafica schematica e bidimensionale, dove spettava a ventidue piccoli cerchietti colorati il compito di impersonare gli uomini impegnati sul campo: un compendio senz'altro doveroso alla spoglia telecronaca testuale delle vecchie edizioni, ma anche la palese dimostrazione di un approccio lontano anni luce dalla frenetica "interattività" di un qualsiasi Pro Evolution Soccer 3.

NESSUNO ALLO STADIO, NESSUNO CHE FESTEGGIA, NESSUNO MARADONA

In mezzo a tante differenze, la somiglianza più eclatante tra Scudetto Championsip Manager: Stagione 03/04 e le serie calcistiche più tradizionali quali FIFA o Pro Evolution Soccer, appare rappresentata proprio dall'annualità delle nuove versioni immesse sul mercato, aspetto qui giustificato se non altro dall'importanza dell'aggiornamento ai dati per l'efficacia del gameplay. L'ultima produzione Eidos giunge però a soli otto mesi di distanza dalla precedente incarnazione della saga su PC, e i cambiamenti introdotti per l'occasione giustificherebbero appena la commercializzazione di un data disk, figurarsi un'edizione a prezzo pieno. Con il suo innegabile rigore simulativo e una quantità di informazioni davvero impareggiabile inclusa nel CD, l'edizione 02/03 basta ancora oggi infatti a saziare qualsiasi appetito manageriale del pubblico italiano, sebbene potremmo enumerare almeno quattro ambiti meritevoli di un intervento "correttivo" (purtroppo rimasto inatteso): la visualizzazione del match, i testi della telecronaca, la gestione economica della squadra e gli annosi tempi di caricamento.
Alle aspettative dei vecchi appassionati gli sviluppatori britannici rispondono comunque in Scudetto Championsip Manager: Stagione 03/04 migliorando l'influenza delle condizioni atmosferiche sul rendimento (o gli infortuni) dei giocatori, ed anche attraverso l'innesto di contributi più costanti provenienti dagli osservatori e dall'infermeria. Un'ulteriore aggiunta rilevante riguarda il peso assegnato alle relazioni interpersonali degli atleti, parametro capace di condizionare il loro comportamento dentro e fuori dal campo, per esempio in ambito contrattuale. Notevoli poi le cerimonie per il sorteggio dei raggruppamenti nelle competizioni continentali, mentre meritavano forse una maggiore attenzione i premi assegnati ai gol e ai campioni dell'anno.
Restano purtroppo irrisolti i soliti problemi relativi all'intelligenza artificiale dei difensori nelle manovre di ripiegamento e degli attaccanti sotto porta: tutti presi a mantenere disciplinatamente la propria posizione, dimenticano spesso di prestare attenzione alla palla e ai movimenti degli avversari. Malgrado i numerosi tentativi operati per semplificare la gestione degli allenamenti, riuscire ad ottenere i risultanti sperati dalle sessioni di training resta infine un'impresa ancora piuttosto ardua.

LE DECISIONI SPETTANO AL MISTER

L'impressionante completezza di Scudetto Championship Manager: Stagione 03/04 appare perfettamente riassunta dal numero di campionati disputabili a scelta degli utenti: 96 leghe distribuite in 42 paesi tra coppe nazionali, tornei continentali e competizioni di rango mondiale. Tanta generosità simulativa si paga però in termini di scorrevolezza delle sessioni di gioco, purtroppo oberate da tempi di caricamento davvero notevoli anche su PC di fascia alta (controllare i requisiti minimi per credere). D'altronde l'ultima fatica Eidos non sembra accettare proprio alcun compromesso quanto a rigore strategico e manageriale, con conseguenze abbastanza eclatanti sul piano dell'immediatezza; l'assenza di un tutorial per favorire i novizi rappresenta poi un ostacolo fondamentale alla comprensione di tutti i meccanismi che regolano la gestione della squadra.
La massiccia opera di caratterizzazione svolto su ciascun atleta si articola attraverso 31 parametri da valutare, confrontare o sottoporre ad ulteriore affinamento: la combinazione tra le doti tecniche, mentali e fisiche sortisce ovviamente risultati disparati in ogni uomo a disposizione, determinandone l'atteggiamento sul campo così come i rapporti con la dirigenza. Alla diversificazione dei singoli calciatori fa da contraltare la molteplicità di tattiche implementate, strumento essenziale per massimizzare le qualità specifiche della squadra e ottenere risultati soddisfacenti.
I nostri "datori di lavoro" eserciteranno pressioni e richieste diverse in base agli obiettivi di inizio stagione, alla campagna acquisti appena intrapresa e all'impiego dei pupilli prelevati per l'occasione, con un'attenzione particolare verso il profilo economico del club. Il rapporto coi presidenti e i direttori generali può deteriorarsi infatti per colpa di una conduzione poco accorta delle compravendite, incline magari a versare stipendi troppo alti o ad inseguire fuoriclasse eccessivamente costosi. Nemmeno i tifosi rappresentano comunque un tassello marginale nelle decisioni societarie, rendendo pertanto indispensabile la consultazione della sezione "Notizie", se non altro per sondare gli umori dei supporter. La schermata costituisce una fonte insostituibile d'informazioni circa le offerte provenienti da altre formazioni, i risultati delle competizioni che ci riguardano direttamente e i contatti con la stampa specializzata.
In una cornice del genere è facile prevedere come il mercato costituisca un tassello decisivo per il raggiungimento dei successi sperati, nonchè il banco di prova principale per sondare l'intraprendenza di ogni aspirante-Luciano Moggi. Compravendite, rialzi o diminuzioni degli ingaggi, prestiti, provini, offerte e aste: ecco il pane quotidiano del mestiere, necessario per accaparrarsi i migliori elementi sulla piazza e fondare un team competitivo. Inoltre le contrattazioni ci riguarderanno in prima persona qualora decidessimo di abbandonare l'attuale incarico per provare una nuova avventura altrove.

"IL MIO OBIETTIVO E' ARRIVARE UNO NELLA CLASSIFICA MARCATORI"

Il ruolo di allenatore assicura solo un controllo parziale del profilo economico societario: se le operazioni di mercato ci verranno affidate lungo tutto l'arco della stagione, resteranno tuttavia escluse dalle nostre mansioni gli aspetti concernenti l'acquisto delle strutture atletiche o gli accordi con gli sponsor. L'idea di dirigente che incarneremo nel titolo Eidos si avvicinerà dunque alle cariche ricoperte dai maggiori coach inglesi (Alex Ferguson del Mancherster United o Arsene Wenger dell'Arsenal, giusto per fare due nomi), ovvero "trainer" dotati di ampie competenze nel frangente gestionale.
La veste grafica esibita da Scudetto Championship Manager: Stagione 03/04 unisce alla sobria efficienza dei menu principali qualche nota di confusione nell'interfaccia relativa agli allenamenti, e patisce talvolta l'immane quantità di informazioni disponibili su schermo. Alla schematica rappresentazione del match introdotta nella precedente edizione della serie non ha fatto seguito purtroppo alcun progresso tecnico rilevante, con risultati deludenti sul piano della spettacolarità e dell'accuratezza simulativa: malgrado lo svolgimento delle partite risulti facilmente intuibile dalle semplici visualizzazioni bidimensionali, resta tuttora praticamente impossibile valutare con sicurezza il tasso tecnico o il rendimento dei singoli calciatori impegnati nella gara. La scarna telecronaca testuale non sopperisce di certo alle lacune della veste audiovisiva, ma ne aggrava i limiti presentando un catalogo di commenti davvero limitata, colpevole di appiattire spesso lo svolgimento delle sfide. Il comparto sonoro patisce poi una cronaca mancanza di varietà tanto nei cori delle tifoserie sugli spalti quanto riguardo i temi musicali attivabili durante le sessioni di gioco. Il vero appassionato sa bene tuttavia che la qualità di un titolo manageriale non si misura mediante parametri estetici, bensì sulla base della completezza e del realismo garantiti dalle meccaniche di gioco. Sotto questo profilo il titolo Sports Interactive non teme alcun confronto, malgrado l'eccessiva lentezza dei caricamenti (aggravata dall'esosità dei requisiti minimi) e gli scarsi progressi operati rispetto alla scorsa edizione della serie impongano qualche legittima riserva.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
Malgrado l'assenza di una solida modalità multiplayer, il ricorso ad una visualizzazione troppo schematica della partita, la lentezza dei caricamenti lungo l'intera sessione di gioco e qualche pecca riscontrabile nell'intelligenza artificiale dei giocatori, Scudetto Championship Manager: Stagione 03/04 rappresenta senza dubbio la più accurata simulazione calcistica di stampo manageriale attualmente disponibile sul mercato dei Personal Computer. La completezza dei dati implementati, l'ineguagliabile realismo tattico offerto dagli sviluppatori e l'enorme libertà d'azione concessa agli utenti fanno del gioiello Sports Interactive un prodotto ineguagliabile per tutti i tifosi "doc". Purtroppo l'ultima fatica Eidos deluderà le aspettative dei vecchi appassionati in cerca di un ulteriore salto di qualità rispetto alla precedente (già ottima) edizione della serie: la veste bidimensionale dei match rende infatti proibitivo giudicare con certezza la prestazione dei singoli, complicando inevitabilmente la gestione della squadra. Inoltre, la scarna telecronaca testuale della gara non aiuta affatto, anzi. Sognare una nuova versione della saga accompagnata dalla stessa veste grafica di FIFA Football non costituisce un'utopia, è una semplice necessità.