Genere
Gestionale
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
60,00 Euro
Data di uscita
1/8/2003

Scudetto: Championship Manager - Scudetto Stagione 02/03

Scudetto: Championship Manager - Scudetto Stagione 02/03 Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Eidos Interactive
Sviluppatore
Sports Interactive
Genere
Gestionale
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
1/8/2003
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
1
Prezzo
60,00 Euro

Lati Positivi

  • Database completo
  • Simulazione attendibile
  • Profondità tattica
  • Molto longevo

Lati Negativi

  • Spoglio graficamente
  • Gestione dei menù poco intuitiva
  • Calciomercato da migliorare

Hardware

Per giocare a Scudetto Stagione 02/03 avrete bisogno di un Xbox PAL munito di relativo pad e una copia originale del gioco.

Multiplayer

Non è prevista alcuna modalità multiplayer.
Recensione

Scudetto Stagione 02/03

"Ogni maledetta domenica si vince o si perde. Ma bisogna vedere se si vince o si perde da uomini". Mai come nel gioco del calcio il cammino e la fama di giocatori e allenatori possono cambiare da un momento all'altro: basta un goal o un rigore sbagliato perchè il risultato di una stagione muti in un batter di ciglio. Siete veramente sicuri di voler entrare in questo nido di serpi?

di Andrea Focacci, pubblicato il

Come abbiamo avuto modo di imparare in questi anni, il gioco del calcio è in grado di attirare tanta attenzione attorno a sé non solo per effettivi meriti atletici; oltre allo sport praticato, infatti, esiste un'altra attività in grado di riscuotere tanto successo e, in prospettiva, calamitare un bacino d'utenza ancora più eterogeneo: il parlarne. Processi televisivi, trasmissioni di approfondimento, bollettini giornalieri: tutti si sentono in diritto di esprimere il proprio parere e di proporre la formazione che, in cuor loro, ritengono migliore. L'Italia è un paese di allenatori, era solito affermare... ma senza timore di smentita, è possibile adattare tale detto ad ogni stato in cui il calcio ricopra un ruolo da protagonista: tutto il mondo è paese e la serie di Championship Manager, giunta ormai al suo quarto appuntamento su PC - senza contare aggiornamenti ed espansioni varie - e dopo il debutto anche nell'universo console, può rappresentarne una valida conferma dall'alto dei milioni di copie vendute in tutto il globo. Pronti a sedere in panchina?

UN GIOCO COME BANDIERA

La serie di Championship Manager, il cui titolo della versione italiana è stato opportunamente adattato per riferirsi all'ambito Scudetto, può ormai vantare un numero di proseliti davvero consistente, pronti a giurare sulla completezza e sulla perfezione di uno dei manageriali calcistici effettivamente più curati di sempre. Fino a qualche tempo fa, prerogativa degli utenti PC e tabù per il mercato console - soprattutto a causa della mancanza di un supporto adeguato - la serie è ora godibile anche tramite joypad, grazie al superamento di alcuni limiti storici dei sistemi di intrattenimento casalinghi: lettori più veloci e supporti di memoria ben più capienti che in passato. Quest'ultima è stata forse più di tutte la discriminante che ha tenuto lontano Scudetto dall'universo console, proprio perché in contrasto con uno degli elementi di forza del titolo, ovvero lo sterminato e completissimo database, da sempre fiore all'occhiello di Sports Interactive: oltre 100.000 calciatori, appartenenti a gran parte dei campionati sparsi per il globo e corredati con le proprie statistiche anagrafiche e sportive, permette una vista completa sulla situazione del calcio mondiale e rende totale l'esperienza proposta dal gioco che, ad onor del vero, non si limita alla sola raccolta di informazioni. Una volta scelta la panchina sulla quale sedersi, selezionabile fra le categorie principali italiane e centinaia di team internazionali, prenderà forma il nostro incarico di manager e allenatore, che ci porterà a gestire in ogni aspetto la sorte della squadra selezionata sia dentro che fuori dal campo.

IL COLORE DEI SOLDI

Per quanto riguarda la prima voce, Scudetto Stagione 02/03 ripropone l'ormai collaudato sistema gestionale suddiviso fra prima e seconda squadra fra le quali, in ogni momento, rendere possibile la migrazione biunivoca di forze e calciatori. Una volta scelti uomini e modulo, selezionabile fra diversi pre-impostati o creabile seguendo il nostro credo calcistico, è possibile andare ad agire su tattiche di gara, tipologia di gioco e impostare gli allenamenti giornalieri, differenziabili in quanto a tipologia per ogni atleta presente in rosa. Una schermata principale costituirà un'utile bacheca attraverso cui seguire le novità provenienti dalla federazione e dalle squadra concorrenti, sotto forma di offerte di lavoro, infortuni di giocatori importanti, comunicazioni della dirigenza o le immancabili offerte di acquisto. Con un database tanto grande, infatti, l'aspetto più stuzzicante risulta proprio quello del calcio mercato: chi non ha mai sognato di portare in Italia giovani campioni oppure di affidare alcuni reparti a giocatori sempre snobbati dalla propria squadra del cuore? In questo caso, il compito è reso più facile dalla presenza di numerosi filtri per scremare le nostre ricerche e dall'utilizzo di svariati osservatori, da mettere sulle tracce dei giovani più promettenti. Purtroppo, il meccanismo che governa le trattative risulta poco limpido in più di un'occasione: capita di vedere società rifiutare offerte da capogiro per giocatori anche modesti e, in generale, una certa difficoltà nell'intavolare trattative senza venire stoppati da rifiuti inamovibili. Certo, c'è sempre il ripiego del prestito o del contatto diretto col giocatore ma, soprattutto nel secondo caso, difficilmente le probabilità di condurre in porto la trattativa possono dirsi elevate.
Con una tale messe di schermate e finestre di dialogo, è facilmente intuibile di come Scudetto Stagione 02/03 non possa dirsi un gioco troppo immediato: e, infatti, la struttura delle varie sezioni poteva essere meglio curata o, per lo meno, adattata ad un sistema di controllo che, pur potendo contare ormai sugli stick analogici, non può ancora vantare una flessibilità pari a quella offerta da un mouse: intendiamoci, dopo poche partite farete in fretta a familiarizzare con il sistema di controllo, tuttavia è innegabile una certa sensazione di scarsa naturalezza navigando fra i vari menù.

COMINCIA A SCALDARTI

Una volta risolte le problematiche inerenti la squadra, è ora di affrontare le varie competizioni, che ci vengono proposte in successione simulando, giorno per giorno, un intero anno sportivo: al momento della partita si viene proiettati in un'apposita schermata dove, attraverso il semplice uso di messaggi testuali, si viene informati dell'andamento del match. La velocità dello stesso è modificabile a proprio piacimento, anche se è consigliabile mantenere ritmi non troppo elevati per rendersi conto della situazione e approntare i dovuti cambiamenti.
Cambiamenti che, a dire la verità - vuoi per la mancanza di una simulazione visiva, vuoi per il ridondare di azioni sempre uguali - non sembrano realmente influire sull'andazzo della gara: a volte è possibile far giocare un terzino destro come ala sinistra senza risultati disastrosi e alcune azioni paiono "tirate per i capelli"... tuttavia il punteggio finale è sempre piuttosto veritiero ed è arduo imbattersi in gare simulate in modo pacchiano (anche se i pali notificati a partita sono veramente troppi). In conclusione, nessuna miglioria grafica o sonora degna di nota per quello che deve essere considerato più come un aggiornamento alla stagione appena conclusa (ma le rose si riferiscono a prima della pausa invernale) che un reale capitolo della serie manageriale: per quello vi rimandiamo al recente Scudetto 4 per personal computer, in attesa di una conversione per console.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
Come ogni prodotto legato al calcio e allestito con competenza e passione, anche Scudetto Stagione 02/03 ha la tendenza ad incollare l'utente allo schermo e, una volta spenta la console, di lasciarlo a cogitare su nuovi schemi di gioco o possibili colpi di mercato. Escludendo il database, si registrano pochi aggiornamenti degni di nota - questa versione non beneficia ancora di una essenziale rappresentazione visiva della partita - che non possono però oscurare la migliore simulazione manageriale calcistica presente sul mercato: non certo esente da difetti ma ennesima conferma di una serie che, al momento, non conosce rivali altrettanto concreti.