Genere
Sparatutto
Lingua
Scritte in italiano
PEGI
ND
Prezzo
1200 Punti Microsoft
Data di uscita
20/4/2011

Section 8: Prejudice

Section 8: Prejudice Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Sviluppatore
TimeGate Studios
Genere
Sparatutto
Data di uscita
20/4/2011
Lingua
Scritte in italiano
Giocatori
32
Prezzo
1200 Punti Microsoft

Lati Positivi

  • Buon comparto grafico
  • Formula di gioco solida, articolata e ben supportata
  • Multiplayer, sia competitivo che cooperativo, e Campagna a un prezzo invitante...

Lati Negativi

  • ...anche se Campagna e coop per molti aspetti sono tirate via
  • Mappe troppo simili tra loro

Hardware

Section 8: Prejudice è acquistabile su Xbox Live Arcade al prezzo di 1200 Punti Microsoft. Il titolo TimeGate richiede circa 1,7 GB di spazio libero su hard disc e un abbonamento a Xbox Live, nel caso si intenda giocare online. Il gioco è disponibile anche su PC e PlayStation 3.

Multiplayer

È presente Conquista, una modalità competitiva aperta fino a 32 giocatori, e Sciame, cooperativa per 4. 

Modus Operandi

La recensione è stata effettuata grazie a un codice per Xbox 360 fornitoci da Microsoft. Abbiamo finito la Campagna a livello Normale, impiegando sei ore abbondanti. Al multiplayer, sia competitivo che cooperativo, abbiamo dedicato circa una quindicina d’ore.

Link

Recensione

La guerra dei (ro)bot

In lotta con gli altri e contro gli altri.

di Stefano F. Brocchieri, pubblicato il

Più riuscita la sezione multigiocatore, che a fianco della già conosciuta modalità competitiva Conquista ne affianca una cooperativa per quattro partecipanti, Sciame, sostenendo il tutto con una serie di opzioni e contenuti così completa da mettere in imbarazzo produzioni molto più costose. 32 giocatori e squadre operative per Conquista, server dedicati (con tanto di opzioni di amministrazione), gestione di clan, possibilità di giocare anche da soli, grazie alla presenza dei bot, filtri di ricerca delle partite esaurienti, classifiche, anche consultabili via sito ufficiale, e una ricca collezione di premi sbloccabili durante la carriera formano una proposta che su console non si vede affatto tutti i giorni.

TUTTI INSIEME APPASSIONATAMENTE

Per chi già conosce il predecessore, il versante competitivo di Prejudice non riserva grandi sorprese. Si tratta di una modalità simile a quella resa celebre dai Battlefield, in cui due schieramenti devono contendersi il controllo di diverse zone della mappa, che TimeGate ha declinato in una maniera piuttosto personale. Il taglio generale, innanzitutto, è quello veloce e molto “giocabile” dei già citati Halo, Unreal Tournament e Tribes, sebbene gli scontri non siano governati da una fisica in grado di garantire uno spessore altrettanto appagante.
A questo volto se ne somma un altro, di stampo tattico, altrettanto pronunciato, ravvisabile già nella particolare gestione del respawn, che avviene con un lancio sul pianeta che può far iniziare col piede giusto così come portare alla morte prima ancora di toccare terra, a seconda delle scelte effettuate. Si continua poi con sei classi differenti, ispirate ad archetipi alquanto comuni (assaltatore, ingegnere, cecchino e geniere), che strada facendo possono essere personalizzate con un campionario di armi, equipaggiamenti, accessori e potenziamenti più che soddisfacente. Ottenendo successi, inoltre, in battaglia è possibile farsi recapitare veicoli, installazioni di rifornimento e diversi tipi di postazioni armate, da piazzare strategicamente sul campo. Le partite, infine, sono movimentate dalle DCM, missioni secondarie generate dinamicamente, che prevedono l’ottenimento di obiettivi particolari (o il loro impedimento all’avversario) offrendo un quantitativo extra di punti.

La fase di respawn, vista attraverso una telecamera inconsueta - Section 8: Prejudice
La fase di respawn, vista attraverso una telecamera inconsueta
Chiuso un occhio sul forte senso di déjà vu ludico e un occhio e mezzo su quello estetico, ci si ritrova tra le mani una formula solida, articolata e di ampio respio, in grado di appagare tanto gli utenti che solitamente preferiscono ragionare col fucile che quelli più propensi al gioco di squadra. Tuttavia, a causa della tendenziale omogeneità delle otto mappe contemplate e del conseguente svolgimento delle partite, le cose paradossalmente potrebbero perdere di appeal già dopo poche ore. In fatto di longevità, occorre vedere come si muoverà TimeGate con i futuri aggiornamenti, che porteranno nuove modalità, a cui è dedicata fin da ora una voce istituzionale del menu.
Come da copione, gradita l'aggiunta della modalità Sciame, in cui farsi affiancare da un massimo di tre compagni (in carne e ossa o artificiali) per affrontare ondate di nemici controllati dalla CPU via via più massicce, cercando di resistere 15 minuti e di migliorare, di volta in volta, il punteggio da portarsi a casa. Peccato che erediti importanti difetti delle altre due (i pochi tipi di avversari della Campagna, la ripetitività delle mappe di Conquista), rivelandosi un extra non particolarmente duraturo.

Voto 3 stelle su 5
Voto dei lettori
Una discreta alternativa a multiplayer più blasonati con una campagna e una cooperativa in allegato che ne aumentano il rapporto quantità/prezzo.

Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!