Genere
Guida
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
3+
Prezzo
59,90 Euro
Data di uscita
14/2/2004

Sega GT Online

Sega GT Online Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sega
Sviluppatore
WoW Entertainment
Genere
Guida
PEGI
3+
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
14/2/2004
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
12
Prezzo
59,90 Euro

Lati Positivi

  • Motore grafico fluido
  • Modello di guida divertente

Lati Negativi

  • Pochi passa avanti dal punto di vista tecnico
  • Gestione mediocre dell'online
  • Troppo poco di nuovo per chi ha già giocato a Sega GT 2002

Hardware

Per giocare a Sega GT Online c'è bisogno di una confezione originale del gioco di un Xbox PAL dotato di joypad e del servizio Xbox Live per fruire del gioco online.

Multiplayer

Online è possibile sfidarsi in gare fino a dodici partecipanti contemporaneamente.
Recensione

Sega GT Online

Sfruttando il treno dell'online, ambito consolidato per quanto riguarda i Personal Computer, ma solo in espansione sul versante delle console, Sega lancia sul mercato il nuovo capitolo del suo "quasi simulatore" di guida. Nato come semplice appendice ed evolutosi come titolo a sé stante, Sega GT Online si propone sul mercato carico di tante promesse. Le manterrà?

di La Redazione, pubblicato il

I ritardi della rete rimangono una costante di questo titolo: sebbene gli stessi siano perdonabili in una partita a dodici giocatori, vista la comparsa di diverse variabili da gestire, la presenza di lag costituisce invece un difetto non da poco in una stanza con due soli giocatori presenti, che ci aspettavamo gestita perlomeno senza alcun ritardo.
Come se non bastasse tale difetto si ripercuote anche sulla trasmissione vocale, mutando le frasi in qualcosa d'incomprensibile. La presenza assai sparuta di giocatori italiani aumenta in maniera sostanziale tale difetto: spesso è già abbastanza complesso decifrare una lingua straniera e se la trasmissione vocale non è ottimale tale prova risulta ancora più improba; se date molta importanza alla comunicazione vocale come un fattore d'immedesimazione nel gioco è bene consideritate quanto abbiamo rilevato.
I ritardi della rete hanno evidenti ripercussioni anche sulla partita in corso. Scordatevi duelli all'ultima curva con contatti e sportellate, visto che spesso la gestione deficitaria del gioco online trasformerà i giocatori avversari in strani fantasmi capaci di superarvi e scomparire in un attimo. Il massimo del minimo è stato raggiunto alla fine di una sfida a dodici giocatori, quando all'ultimo giro siamo stati retrocessi da terzi a quarti in classifica per un problema di lag: inutile dire che abbiamo spento la console in preda ad imprecazioni inenarrabili, visto che riteniamo che tali difetti siano semplicemente inaccettabili. Inoltre il continuo saltellare delle auto avversarie, problema dovuto a una gestione non ottimale del net-code, è fastidioso fin dal principio.

Non è da escludere che Sega riesca a risolvere tutto ciò proponendo una patch da scaricare, tuttavia la situazione odierna rimane estremamente deludente e non capiamo perché un gioco totalmente sviluppato intorno al settore dell'online possa presentare tali mancanze.

MEGLIO LA PRINZ O UNA TALBOT?

Anche sotto il profilo tecnico Sega GT Online presenta pochissimi cambiamenti e raffinamenti. Ora come ora il paragone con Gran Turismo vede primeggiare senza ombra di dubbio il capolavoro Polyphony Digital in virtù di un aspetto grafico certamente più ricco di dettagli, soprattutto a bordo pista e nella realizzazione delle auto. Il prodotto Sega ha ricevuto qualche minimo affinamento nel comparto grafico, grazie a nuovi effetti di luce, ma il risultato non ci è parso così eccezionale. Inspiegabile invece il continuo effetto calore che pervade le piste, particolarmente fastidioso alla lunga.
La realizzazione della auto è variabile: alcune sono ben modellate, altre molto meno, mentre gli effetti di riflessione ambientali sono anch'essi altalenanti. Sotto il profilo della velocità e della fluidità possiamo affermare che il motore grafico si difende in maniera egregia, senza però tirare fuori le unghie.
I fondali, come già sottolineato, sono spogli e dovevano presentare un numero di dettagli maggiori a bordo pista. In sostanza tutto l'aspetto tecnico denuncia un certo immobilismo: sia sicuri che si potesse fare certamente di più.
Il profilo sonoro è buono per quanto riguarda gli effetti e la riproduzione del rombo dei diversi motori, mentre le musiche sono abbastanza trascurabili. La presenza di alcune band misconosciute non aggiunge nulla in quanto è abbastanza dimenticabile visto che la qualità dei loro temi musicali è rasente lo zero, salvo rarissime eccezioni: il nostro consiglio è di scegliere la vostra colonna sonora personalizzata e salvare soltanto gli effetti ambientali, unico campo audio degno di essere considerato.

Il gioco dal punto di vista dello stile di guida non ha beneficiato di alcuna sostanziale evoluzione rispetto al capitolo precedente portando rapidamente a un senso di "già visto" fastidioso per coloro i quali avessero già giocato a Sega GT 2002. Nonostante tutto si può dire che il modello di comportamento delle auto sia abbastanza appagante e divertente, sebbene la commistione fra arcade e simulazione non sia ancora ottimale. I nostri appunti e le nostre critiche verso Sega GT Online riguardano ogni suo singolo aspetto: inefficace nel gioco online a causa di problemi nella gestione del net-code, noioso nel gioco offline e con un senso di deja-vu incredibile per chi ha giocato il precedente episodio. Inoltre sul mercato sono disponibili prodotti certamente migliori, più originali e ben più performanti rispetto all'ultimo gioco di corse di casa Sega, add-on assurto a titolo ex-novo e venduto a prezzo pieno. In definitiva il quadro generale ci porta a bocciare questa produzione, rimandandola al massimo nel caso i problemi del gioco online vengano risolti: la situazione odierna compromette in maniera sostanziale la fruibilità del gioco.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
Inutile nascondere la delusione: Sega GT Online è portatore di promesse non mantenute nella versione finale del gioco. Nato come add-on e venduto al giorno d'oggi come titolo a sé stante, per giunta a prezzo pieno, il prodotto della casa di Sonic presenta dei difetti abbastanza pesanti che ne abbassano il giudizio finale. Dal punto di vista del gioco singolo offline pochissimi sono stati i passi avanti effettuati, che si contano sulle dita di una mano monca. Il gioco online, che doveva costituire la principale attrattiva di questa produzione, è sviluppato in maniera non soddisfacente, con grossi problemi nella gestione del net-code e delle partite, mai esenti da lag. In questo modo quello che poteva essere divertente non si rivela più tale. L'ultima produzione Sega perde anche il diretto confronto con titoli già presenti sul mercato, ben più performanti nella gestione del gioco online, più originali e anche più divertenti. Se già il quadro è così compromesso ora, figuriamoci fra alcuni mesi quando giochi di un certo calibro faranno la loro comparsa sul mercato... Nel caso i problemi di net-code vengano risolti il gioco Sega rimane comunque una seconda scelta, visto che a nostro avviso non ha nulla di così eclatante da proporre, anzi la sensazione è quella di un titolo sviluppato in fretta e furia solo per sfruttare "il treno dell'online".