Genere
Azione
Lingua
italiano
PEGI
16+
Prezzo
€ 49,90
Data di uscita
11/11/2011

Shinobi

Shinobi Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sega
Sviluppatore
Griptonite
Genere
Azione
PEGI
16+
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
11/11/2011
Data di uscita americana
15/11/2011
Lingua
italiano
Giocatori
1
Prezzo
€ 49,90

Lati Positivi

  • Difficile, difficilissimo
  • Pregevole tasso di sfida
  • Ricco di contenuti extra

Lati Negativi

  • Difficile, difficilissimo
  • Non brilla tecnicamente
  • Level design a tratti poco curato
  • Stereoscopia trascurabile

Hardware

Shinobi è un'esclusiva per Nintendo 3DS. Si tratta di un gioco difficile, spietato, avido di dedizione e votato al miglioramento prestazionale. Una sfida per veri hardcore gamer appassionati della celebre saga di Sega. Per darvi un'idea, sappiate che nel manuale d'istruzioni c'è uno specchietto che riassume quante vite extra, quanti continue, quanti checkpoint e autosalvataggi sono disponibili per ciascun livello di difficoltà dei quattro.

Multiplayer

Shinobi per Nintendo 3DS non presenta una modalità multigiocatore, ma si limita a integrare le funzionalità dello StreetPass di Nintendo 3DS per sbloccare nuovi livelli (VR Mission) e per lo scambio dei dati di gioco.

Modus Operandi

Per preparare questa recensione abbiamo ricevuto una copia originale del gioco da Sega Italia, completandolo al livello di difficoltà normale (non senza crisi isteriche) nell'arco di cinque ore o poco più. La vera forza del gioco, in ogni caso, risiede nel fattore rigiocabilità: completandolo due volte, si sbloccheranno nuovi livelli di difficoltà. Raccogliendo trenta o quaranta monete Oboro si sbloccheranno nuovi personaggi (Moritsune e Joe Musashi). Sono presenti altre modalità quali il gioco libero (consente di ripercorrere i livelli già giocati e migliorarne il punteggio e la valutazione), un dojo per l'allenamento, la sala trofei con tanto di colonna sonora, artwork e il making of della serie), oltre all'enciclopedia di Shinobi (una vera chicca per gli appassionati della serie).
Recensione

Il primo Shinobi

3DS sta per tre volte difficile, anzi, difficilissimo!

di Lorenzo Antonelli, pubblicato il

Solamente i più attempati estimatori del franchise di Sega, gli hardcore gamer e gli amanti del gioco old school più in generale – dove per "old school" s'intende "difficilissimo" – sapranno apprezzare fino in fondo il nuovo Shinobi per Nintendo 3DS. Costoro, infatti, riusciranno a portarlo a termine una prima volta, quindi inaspriranno il livello di difficoltà per completarlo una seconda volta e magari anche una terza, alla ricerca di prestazioni, punteggi e moltiplicatori sempre migliori. Tutti gli altri acquirenti, invece, lo renderanno al mercato dell'usato dopo poche sessioni ludiche, certamente frustrati ed estenuati dall'elevata difficoltà del titolo di Griptonite. L'avvertenza allora è chiara: Shinobi è un videogioco fin troppo esigente, spietato e brutale; è un omaggio di Sega espressamente dedicato alla vecchia guardia, nata e svezzata sui suoi coin-op. Da strapazzare a dovere e con estrema passione, oppure da starne adeguatamente alla larga, limitandosi al massimo alla visione del trailer.

oboro vs. zeed

Tra gli innumerevoli episodi di Shinobi pubblicati dal 1987 sino ad oggi, il capitolo confezionato per Nintendo 3DS rappresenta idealmente l'origine della saga. Il giocatore veste i panni di Jiro Musashi, padre del ninja Joe, protagonista del primo episodio e di tutti quelli successivi. Sebbene impreziosita da pregevoli disegni, la trama narrata è però poco più di un pretesto: nell'antico Giappone feudale, il villaggio del clan Oboro (dove vive e si addestra Jiro) viene attaccato dal clan Zeed. Lo scopo è ovviamente quello di far piazza pulita delle orde di rapidissimi e impietosi nemici, districandosi tra piattaforme degne d'un vero ninja e importanti boss fight di fine (ma talvolta anche metà) livello, o affrontando adrenaliniche sessioni a cavallo o a bordo di mezzi ultramoderni, fino a percorrere gli ultimi scenari futuristici ambientati nel 2056, esattamente ottocento anni dopo l'inizio dell'avventura, per debellare il regime militarizzato ormai instauratosi a Zeed City. Jiro Musashi dispone di un vasto arsenale di armi e mosse, da studiare meticolosamente per non cadere maldestramente già al primo scontro. Egli può sfoderare la sua katana e sferrare micidiali combo, eseguire attacchi corpo a corpo o prodigarsi in calci volanti e tornado dalla forza distruttiva. Inoltre, ha la capacità di lanciare fino a cinque kunai consecutivamente (prima di dover aspettare che si ricarichino), generare una pioggia di lame (fino a nove!), poi ancora prodursi in salti sulle pareti, scivolate e parate dal tempismo perfetto, oltre che ricorrere all'utilizzo di un pratico rampino e a tutta una serie di oggetti, pozioni, artefatti e gadget. A tutto ciò si aggiungono le magie del fuoco, della terra, dei fulmini e dell'acqua, da evocare tramite il touch screen inferiore con estrema parsimonia e solo dopo attenta lettura del manuale d'istruzioni.

Shinobi vs. player one

Dal punto di vista tecnico, Shinobi non lascia di certo gridare al miracolo: l'effetto stereoscopico non sorprende per bontà e, in fondo, si limita a conferire solamente un certo senso di profondità nelle cosiddette scene "action", mentre il soddisfacente colpo d'occhio dei primi livelli (nonché delle scene d'intermezzo) cede progressivamente il passo a scenari futuristici sempre più freddi, cupi e spogli. A ciò bisogna aggiungere che i modelli poligonali utilizzati dal team di sviluppo per la riproduzione del protagonista e dei suoi nemici risultano fin troppo approssimativi per le (indubbie) potenzialità della console di Nintendo, e lo stesso si può dire anche del sistema di collisioni, che fa cilecca qui e là. Tutto questo, in ogni caso, ha ben poca importanza, giacché il senso del nuovo Shinobi è da ricercarsi unicamente nella sua barbara difficoltà, che costringe a impegnarsi con estrema dedizione e videoludico spirito d'abnegazione, pur di apprendere a dovere i fondamenti della parata e del contrattacco perfetto, la pericolosa arte della magia, l'importanza del moltiplicatore di punteggio, la ragione della rapidità d'esecuzione, oltre a subire tutta una serie di videoludiche mortificazioni old school, prima di poter danzare come un ninja infallibile. È così che Griptonite ha pensato il suo nuovo Shinobi vagamente stereoscopico: difficile, difficilissimo e avido di dedizione, sempre che il giocatore non spezzi la console in preda alla rabbia.

Voto 3 stelle su 5
Voto dei lettori
Shinobi è un gioco oltremodo difficile, avido di pratica e dedizione, dedicato solamente ai veri appassionati o a chiunque sia alla ricerca di una sfida d'altri tempi.

Commenti

  1. bocte

     
    #1
    Uhm... Interessato!
  2. AstroMaSSi

     
    #2
    Va bene che sia difficile, ma mi sembra ci sia una certa mancanza di cura nel rifinirlo. Poteva essere meglio di come è uscito.
  3. utente_deiscritto_5167

     
    #3
    Senza offesa, ma sarei dubbioso anche se costasse 800 MP. Troppo, troppo grezzo e arraffazzonato.
    Nato su DS sarà stato "potenziato" alla bell'e meglio. Eppure Shinobi non è un tizio qualunque. L'episodio su PS2, bistrattato ovunque, l'ho amato.

    E ora tutti a sentire questa musica per ripulire lo spirito.
  4. babaz

     
    #4
    800 mp shin? è 3DS mica XBLA :P

    che poi la difficoltà ci sta, è ben calibrata (leggasi: non stupidamente bastarda) oppure è lì tanto per far smadonnare?
    in ogni caso, uno in meno da considerare.
  5. giopep

     
    #5
    Vabbuò, Shin, peròddai, altre volte fai le crociate per consigliare giochi che tu stesso ammetti essere mediocri e poi questo lo prendi in antipatia e "manco 800 MP"? Essù!
  6. Dagho

     
    #6
    Il problema giopep è che il gioco si chiama Shinobi.
    Non si scherza con i ricordi, e Sega non è più quella casa da "faccio 9 giochi su 10 che sono memorabili, l'altro è rimane comunque un buon gioco". Per questo si è diffidenti.
  7. utente_deiscritto_5167

     
    #7
    giopepVabbuò, Shin, peròddai, altre volte fai le crociate per consigliare giochi che tu stesso ammetti essere mediocri e poi questo lo prendi in antipatia e "manco 800 MP"? Essù!

    Lo so giò. Proprio per questo. Ti parla un fan di Shinobi dai tempi del Megadrive, e uno (appunto) che cerca di trovare del buono anche in titoli chiaramente mediocri. Ma qui è proprio una sensazione a pelle. Mi sembra uno di quei giochi in flash che trovi gratis in rete.

    Scimmiotta uno stile che non possiede, ed ha un aspetto tecnico poco intrigante. Non mi importa che sembri obsoleto: manca proprio il carisma. Tutto IMHO, naturalmente. Come, altrettanto naturalmente, troverò il modo di giocarlo. Magari lo prendo al GS, lo "brucio" per 24 ore e lo porto indietro il giorno dopo.
  8. roccy

     
    #8
    ok, per farmi passare la voglia di comprarlo accendo il cabinato!
  9. giopep

     
    #9
    Sisi, ma intendiamoci, Shin, di Shinobi (e Shadow Dancer) sono fan storico pure io, da ben prima del Megadrive (ah, quanti soldi buttati nel baretto sotto casa... e quanto tempo buttato sul Master system :D). Mi è piaciuto pure quello per Saturn, fai te. E a quello PS2 diedi un 8, all'epoca.

    Poi, che questo Shinobi qui abbia una faccia per nulla invitante sono d'accordo, infatti ho pochissima voglia di metterci mano pure io. Solo mi stupiva la cattiveria a prescindere quando di solito dai una chance anche all'ultima delle cacche rotolate per sbaglio sotto il tuo scarpone.

    Poi, boh, sarà che - pur essendo fan, eh! - la sacralità del "non si tocca" non m'appartiene proprio e, anzi, mi lascia sempre perplesso. :)
  10. bocte

     
    #10
    Shin XLo so giò. Proprio per questo. Ti parla un fan di Shinobi dai tempi del Megadrive

    No dai, parliamone... The Revenge of Shinobi e' proprio un altro gioco rispetto allo Shinobi Arcade 87-88.
    Era un gran gioco ma... Si vedeva proprio che era un titolo pensato per Home Console, più posato, meno frenetico, 'con l'energia' (mai sopportata)...
    TRoS è un gioco che ti rifai 2-3 volte massimo quando al VERO 'Shinobi' IMHO ci si puo' rigiocare all'infinito... Anche per me non passano 3-4 giorni prima di riprenderlo in mano.
    E' sempre magnetico, sempre una sfida, IMMORTALE.
    Ora, tra 'la deriva' ormai presa dalla saga e il concept originale, questo Shinobi 3DS a quale dei 2 più si avvicina?
Continua sul forum (16)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!