Genere
ND
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

Shuttle RefleXion XPC

Aggiungi alla collezione

Lati Positivi

  • Raffinato, elegante, ben finito
  • Ottimo sistema di raffreddamento
  • Scheda madre ben configurabile
  • MiniPC senza compromessi

Lati Negativi

  • MiniPC senza compromessi
  • Alimentatore di soli 250 Watt

Hardware

Il RefleXion XPC è stato provato con un Pentium 4 da 2,2 GHz (Northwood con bus a 400 Mhz) e un Pentium 4 da 2,8 GHz con tecnologia HyperThreading (bus a 800 MHz). Come memoria sono stati utilizzati 2 moduli da 256 MB di memoria Corsair XMS 3700, mentre l'hard disk utilizzato per la prova è stato un IBM DTLA da 30 GB. Si è, infine, montata la scheda grafica ASUS GeForce FX 5600 Ultra con gli ultimi driver ForceWare disponibili (56.xx). Il sistema operativo utilizzato per le prove è stato, ovviamente, Windows XP Professional (con Service Pack 1).
Recensione

Shuttle RefleXion XPC

Barebone, che passione! Quella dei Mini PC è senza dubbio una delle "mode" del momento. Piccoli, belli da vedere, ricchi di funzionalità "multimediali", gli obiettivi di questi sistemi sono quelli di portare stile sulle scrivanie o "accomodarsi" senza stonare nei salotti. Diamo un'occhiata al sistema "celebrativo" del ventesimo anniversario della società che ha dato il via a questo fenomeno!

di Antonino Tumeo, pubblicato il

I MiniPC sono sempre di più parte molto consistente dei cataloghi dei più grandi produttori di hardware. Da ASUS ad ABIT, da GigaByte a EPOX, tutti gli storici produttori di schede madri hanno iniziato a realizzare anche case piccolissimi, vendendoli con l'apposita scheda madre i particolari sistemi di raffreddamento (oltre, eventualmente, a parti come lettori DVD o lettori di schede di memoria) adatti a sistemi di dimensioni così ridotte, permettendo poi all'utente di completare il PC con memoria, processore e scheda grafica a sua scelta.
C'è però stata una compagnia che per prima ha creduto alle possibilità di questi sistemi, ed è oggi certamente quella più conosciuta: si tratta di Shuttle. La sua linea XPC ha letteralmente dato il via all'invasione a cui stiamo assistendo adesso, ed è forse quella che continua a raccogliere più successi per quanto possa essere agguerrita la concorrenza.
Lecito, dunque, aspettarsi qualcosa di più da questo XPC RefleXion, versione "commemorativa" in edizione limitata per i vent'anni della società. Andiamo a vederlo in dettaglio!

IL BAREBONE

Quello che ci troviamo di fronte è una "scatoletta" completamente in alluminio delle dimensioni di 300x200x185 mm, nera, con un accattivante frontale lucidato a specchio. L'impressione sull'aspetto, che gioca un ruolo molto importante per questo tipo di sistemi, è molto buona: nessun fronzolo, uno stile sobrio ed elegante, finiture molto precise e raffinate. Il RefleXion XPC non offre il floppy drive, montando al suo posto un completo lettore di schede di memoria, e arriva già di serie con un lettore DVD, ovviamente del colore del case (nero). Sul frontale sono presenti (in basso) due porte USB, un ingresso FireWire, e le porte audio per uscita di linea, ingresso microfono ed ingresso di linea. I tasti di accensione e di reset, assieme ai led di accensione e dell'hd, ben si inseriscono con la loro forma, nella parte bassa del frontale, appena sopra le porte.
È sul retro, però, che naturalmente troviamo la maggioranza delle porte di Input/Output del sistema, arrangiate in maniera abbastanza ordinata, pur considerando che buona parte dello spazio disponibile è occupata dagli sfiati del sistema di raffreddamento della CPU e dell'alimentatore. Troviamo dunque in basso, in disposizione abbastanza simile a quella dello standard ATX, in rapida successione le porta seriale, l'uscita VGA (per il chip grafico integrato), le 4 porte USB, la porta firewire, il connettore di rete, e naturalmente le due classiche porte PS2 per tastiera e mouse. Abbiamo anche i tre jack da 3"1/2 per l'audio, utilizzabili o come uscita stereo e ingressi microfono e di linea, o come uscite analogiche per un sistema 5.1. Appena sopra questa schiera di porte, troviamo la presa di alimentazione. Nella parte alta, abbiamo invece due connettori ottici per l'audio di tipo TOSLINK (ingresso e uscita) e il connettore per l'antenna del trasmettitore Wireless.
Ampia (poi vedremo il motivo) la ghiera per il sistema di raffreddamento della CPU, dove troviamo quattro viti (comodamente rimuovibili a mano) che reggono la ventola, mentre ridotto è lo sfiato per l'alimentatore, ma sufficiente per la potenza di picco che offre (250 Watt) e il conseguente surriscaldamento generato.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
I mini-PC sono la moda del momento. Adatti ad essere collocati anche in ambienti meno consoni al PC (come può essere magari un soggiorno), rappresentano una soluzione molto interessante perché, pur mantenendo la compatibilità con gli standard atti a garantire una buona espandibilità, portano nuovi concetti di stile, silenziosità e occupazione contenuta, da sempre tenuti in un certo riguardo da molti utilizzatori ma difficilmente raggiunti finora. In questo campo Shuttle è certamente leader con le sue suggestive soluzioni XPC, disponibili in tantissime varianti diverse, con vari colori, forme, stili e piattaforme supportate. Tra di essi spicca, senza dubbio, il RefleXion XPC, versione celebrativa per i 20 anni della società, basato su piattaforma Pentium 4 con scheda madre dotata di chipset Intel i865G. Di colore nero, con frontalino a specchio, mette a disposizione in uno spazio molto contenuto, lettore DVD e Card Reader, porta di rete, connessione Wireless, porte USB e FireWire a portata di mano, slot di espansione AGP e PCI, e un intelligente, poco invasivo e soprattutto efficiente sistema di raffreddamento della CPU, che permettono all'utente di unire stile, funzionalità, e possibilità di "tuning" tipici dei sistemi a "pieno" formato, con la piccola pena (ma è una tantum...) di un montaggio non proprio agevole per via delle ridotte dimensioni.