Genere
Sportivo
Lingua
Sottotitoli in Italiano
PEGI
12+
Prezzo
64,90 Euro
Data di uscita
28/9/2007

SKATE

SKATE Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Electronic Arts
Genere
Sportivo
PEGI
12+
Distributore Italiano
Electronic Arts Italia
Data di uscita
28/9/2007
Lingua
Sottotitoli in Italiano
Giocatori
6
Prezzo
64,90 Euro

Hardware

Entrambi i giochi sono stati provati in versione demo su una console Xbox 360 europea, dotata di pad e collegata su schermo VGA.

Multiplayer

Ambedue i giochi offriranno nella loro versione completa svariate opzioni multiplayer.

Link

Speciale

Tony Hawk's Proving Ground vs SKATE

Scontro su tavole a rotelle: immediatezza contro simulazione.

di Stefano Castelli, pubblicato il

Diverse angolazioni, ampiezze e velocità di tale movimento consentono di effettuare ollie e flip di varia altezza o direzione, il tutto integrabile con gli spostamenti dello stick sinistro (che regola invece i movimenti della tavola). Molto importante notare che due tasti del pad sono deputati alle spinte (piede destro e piede sinistro), che vanno dosate accuratamente e continuamente durante l'azione, qualcosa totalmente assente nella serie di Tony Hawk. Anche l'approccio al grind è del tutto diverso, in quanto non esiste un tasto per attivarlo: al contrario, va affrontato in modo realistico semplicemente saltando contro una superficie "grindabile" e mantenendo in equilibrio la tavola. Scordatevi però i grind da duecento metri della saga di Tony Hawk: in SKATE le leggi della fisica si prendono una bella rivincita e finirete spesso e volentieri a stretto contatto con l'asfalto. State pur sicuri che se con Tony Hawk's Proving Ground inizierete a giocare dopo minuti di pratica, esibendovi subito in interessanti (e appaganti) sequenze di acrobazie, con SKATE dovrete al contrario dedicare molto più tempo per apprendere le basi. Una barriera iniziale che certamente ripaga tantissimo, ma che può risultare insormontabile per chi cerca un gioco meno severo e più votato al semplice divertimento.

CITTÀ DA GRINDARE

Il contrasto tra immediatezza e simulazione si riflette anche sullo stile di gioco dei due titoli. Tony Hawk's Proving Ground evidenzia l'aspetto giocoso a partire dalla struttura del livello proposto in demo: una fetta di città ricchissima di oggetti ed elementi con cui interagire. Il livello in questione non si sviluppa solo in lungo e in largo, ma anche in verticale: gran parte delle aree sopraelevate sono raggiungibili usando le doti di skater del nostro personaggio (si può grindare davvero ovunque) unitamente ad alcune possibilità aggiuntive come quella di arrampicarsi su grate e impalcature. È inoltre possibile entrare in modalità Rigger e modificare l'ambiente circostante, creando così nuove rampe, rotaie e tanto altro con cui creare percorsi personalizzati all'interno dei livelli. Tanta carne sul fuoco, tutta apparentemente gustosa a giudicare dal divertente livello presente nella demo che offre spunti davvero niente male dietro ogni angolo.
SKATE rimane invece fedele alla sua impostazione più seriosa, proponendo almeno nella demo situazioni analoghe ai primi capitoli della serie di Tony Hawk, più strettamente legate allo skateboard e alle acrobazie. Sebbene ciò sia coerente con l'impronta che gli sviluppatori hanno voluto dare al gioco, d'altro canto si intravede il rischio tangibile di un level design meno estremo e non altrettanto creativo.
Sul fronte grafico entrambi i giochi si presentano molto bene, con qualche punto extra a favore di SKATE per la resa cromatica e la qualità delle animazioni, e invece qualche plauso a Tony Hawk's Proving Ground per la maggiore complessità del livello di gioco mostrato in demo.

VERDETTO RIMANDATO

Ci sarebbe ancora molto da confrontare nei due giochi. Entrambi offrono varie zone urbane in cui agire, entrambi comprendono un editor di video con cui registrare ed editare filmati delle nostre performance, entrambi includono funzioni di editor per i livelli, giusto per citare alcune analogie. Rimandiamo però ulteriori approfondimenti e paragoni a quando i due titoli saranno finalmente disponibili nei negozi (28 Settembre per Skate, 31 Ottobre per il nuovo Tony Hawk).
L'impressione che si ha è di trovarsi di fronte a due giochi molto ben fatti e promettenti, e che questa volta il pubblico potrebbe davvero spaccarsi in due. Non è difficile prevedere che molti appassionati di skateboard rimangano stregati dall'affascinante approccio scelto da Electronic Arts per il suo SKATE, non necessariamente abbandonando la storica serie di Tony Hawk (che comunque inizia seriamente a dare segni di obsolescenza da qualche capitolo a questa parte), ma magari semplicemente affiancando il vecchio e il nuovo.