Genere
Sportivo
Lingua
Sottotitoli in Italiano
PEGI
12+
Prezzo
64,90 Euro
Data di uscita
28/9/2007

SKATE

SKATE Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Electronic Arts
Genere
Sportivo
PEGI
12+
Distributore Italiano
Electronic Arts Italia
Data di uscita
28/9/2007
Lingua
Sottotitoli in Italiano
Giocatori
6
Prezzo
64,90 Euro

Hardware

Entrambi i giochi sono stati provati in versione demo su una console Xbox 360 europea, dotata di pad e collegata su schermo VGA.

Multiplayer

Ambedue i giochi offriranno nella loro versione completa svariate opzioni multiplayer.

Link

Speciale

Tony Hawk's Proving Ground vs SKATE

Scontro su tavole a rotelle: immediatezza contro simulazione.

di Stefano Castelli, pubblicato il

FIFA vs Pro Evolution Soccer. Gran Turismo vs Forza Motorsport. Virtua Tennis vs Top Spin. Sono solo alcuni degli "scontri diretti" cui assistiamo periodicamente sulle nostre console, cui vale la pena aggiungere un interessante duello tra la storica serie targata Tony Hawk di Activision rappresentata quest'anno da Tony Hawk's Proving Ground, che si contrappone al neonato simulatore di tavola a rotelle prodotto da Electronic Arts e noto semplicemente come SKATE.
Questo articolo non vuole però porre i due giochi in contrapposizione (sebbene sia molto difficile non farlo), bensì cercare di spiegare come e quanto i due titoli siano differenti. Il nostro banco di prova è un Xbox 360 sui cui abbiamo scaricato le rispettive demo dei due giochi.

UNA TAVOLA, DUE FILOSOFIE

Bastano pochi minuti trascorsi al joypad su entrambe le demo per avere chiari due concetti fondamentali. Primo, siamo di fronte a due giochi molto promettenti, sebbene per motivi diversi. Secondo, i due titoli approcciano allo stesso tema in modi molto differenti, seguendo ciascuno una sua filosofia precisa.
Tony Hawk's Proving Ground sembra essere una summa di tutti gli elementi distintivi della saga (come potete anche leggere nella nostra anteprima): immediatezza, versatilità, grande attenzione sui livelli di gioco e sull'enorme complessità delle acrobazie effettuabili; il livello medio di un essere umano è stato superato da un pezzo e ci ritroviamo dunque di fronte a skater capaci di effettuare grind che durano minuti interi, incuranti di molte leggi della fisica.
Dall'altra parte troviamo un sorprendente SKATE, titolo al suo debutto (e scommetteremo che si tramuterà in una serie) che decide di imboccare la strada opposta e tiene il giocatore più coi piedi per terra (e non solo quelli...), presentandosi come un simulatore più rigoroso e severo (ma non per questo meno divertente).

STESSO JOYPAD, DUE USI DIFFERENTI

La differenza sostanziale tra i due giochi risiede nei rispettivi sistemi di controllo, davvero molto diversi fra loro. In Tony Hawk's Proving Ground troviamo un set di controlli fedeli a quanto proposto sino ad ora dalla saga: stick analogico sinistro per controllare direzione e rotazioni della tavola, pulsanti per effettuare ollie, grab, flip e tutto il resto del repertorio. In particolare, l'immancabile tasto per effettuare i grind (cioè, la scivolata su spigoli di qualsiasi natura) fa il suo ennesimo ritorno, conferendo nuovamente (e più di prima) allo skater un'abilità praticamente disumana nell'attaccarsi in modo quasi magnetico alle superfici e scorrere su esse.
Chiunque abbia mai trascorso del tempo con un capitolo precedente della serie non troverà in Proving Ground chissà quali differenze, semmai noterà meno severità in alcuni passaggi e una maggiore semplicità nell'attivazione dei manual (che riescono praticamente ovunque e con qualsiasi condizione di equilbrio) e degli spine transfer. Insomma il ritorno di un sistema di controllo semplice e immeditato, ma non per questo poco profondo (ci vorranno giornate intere di gioco per padroneggiarlo a dovere), che comunque ha ormai sacrificato la parvenza simulativa dei primi capitoli della serie in favore di una sfrenata spettacolarità.
Per contro, SKATE di Electronic Arts parte da presupposti differenti e opposti, proponendo un approccio più severo e simulativo: controlliamo i movimenti della tavola (direzione, rotazioni e inclinazione) con lo stick analogico sinistro e quelli del corpo dello skater con lo stick destro. Con questo secondo stick potremo immettere alcuni comandi studiati molto bene che permetteranno di effettuare gli ollie e i flip. Per effettuare un ollie, per esempio, bisogna letteramente simulare il movimento del corpo che si piega sullo skate e si dà lo slancio muovendo in basso lo stick e poi spostandolo più o meno rapidamente verso l'alto. Macchinoso all'inizio, ma sorprendentemente naturale con un po' di pratica.