Genere
Sportivo
Lingua
Sottotitoli in Italiano
PEGI
12+
Prezzo
64,90 Euro
Data di uscita
28/9/2007

SKATE

SKATE Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Electronic Arts
Genere
Sportivo
PEGI
12+
Distributore Italiano
Electronic Arts Italia
Data di uscita
28/9/2007
Lingua
Sottotitoli in Italiano
Giocatori
6
Prezzo
64,90 Euro

Lati Positivi

  • Sistema di controllo valido e innovativo
  • Belle animazioni degli skater

Lati Negativi

  • Mancanza di idee nuove nel gioco vero e proprio

Hardware

Per giocare con l'edizione qui recensita vi servirà una console Xbox 360 europea, una confezione originale di SKATE e un joypad per ciascun partecipante. Il gioco supporta modalità video HDTV fino a 1080p e audio Dolby Digital (con possibilità di usare colonne sonore personalizzate). Attenti possessori di Memory Unit: sono richiesti ben 24 MB per salvare la partita.

Multiplayer

Sono presenti opzioni offline per 1-4 giocatori e online tramite Xbox Live per 1-6 giocatori. Notevole la possibilità di condividere video delle proprie esibizioni online.

Link

Recensione

Electronic Arts sale sulla tavola a rotelle

È tempo di visitare il luogo più caro agli skater: il pronto soccorso.

di Stefano Castelli, pubblicato il

Dopo anni di regno incontrastato, la serie di Tony Hawk's Pro Skater trova finalmente un degno rivale. È innovativo, è stiloso, ma soprattutto fa dannatamente sul serio. Trattasi di SKATE, il nuovo simulatore proposto da Electronic Arts, apparentemente ben decisa a entrare nel mercato degli sport estremi e a rimanerci a testa alta.
Per un paragone tra gli approcci di SKATE e Tony Hawk's Proving Ground potete consultare il nostro articolo comparativo. Per sapere invece se Electronic Arts ha centrato nel segno o si è esibita in un goffo capitombolo continuate a leggere...

IT'S ALL ABOUT SKATE!

SKATE è fedele al suo nome: diretto, semplice, senza troppi fronzoli. Vuole essere una simulazione di skateboard e per farlo comincia da zero, con l'inventare un peculiare sistema di controllo. Piuttosto che utilizzare i pulsanti infatti, SKATE basa gran parte del suo set di comandi sulle due levette analogiche: nel caso specifico, lo stick sinistro controlla i movimenti del corpo dello skater, mentre il destro serve a simulare gli spostamenti della tavola e le azioni denominate "Flickit".
Queste ultime sono il geniale fulcro del sistema di controllo: tramite alcuni movimenti che possono ricordare quelli da effetture in molti picchiaduro, il giocatore può dare vita a decine di diversi "trick", come ollie, nollie, kickflip e tanti altri ancora. Per esempio, per effettuare un salto (ollie) basterà tenere verso il basso lo stick destro (lo skater si accuccerà) e successivamente spostarlo di colpo verso l'alto (lo skater si darà lo slancio e salterà): maggiore sarà il tempo di carica, più alto sarà il salto.
Altro elemento importante del gioco è la necessità di dare manualmente la spinta allo skate, premendo (su Xbox 360) pulsanti A e X (rispettivamente, piede destro e sinistro). I due grilletti LT e RT servono infine per afferrare la tavola con le due mani. Ovviamente combinando tra loro tutte queste azioni avremo accesso a una gamma di possibilità vastissima, con pose, acrobazie e molto altro. Menzione particolare per i grind (le scivolate): nessun tasto da utilizzare per effettuarli, bensì basterà allinearsi a una sporgenza con la giusta velocità, effettuare un salto e iniziare a "grindare", mantenendo l'equilibrio.
Inutile dire che tale sistema di controllo risulta molto più ostico di quello visto nei titoli della concorrenza, un approccio che da parte di Electronic Arts ci ha notevolmente sorpreso: non di meno, imparare a padroneggiarlo come si deve riesce a dare delle grandi soddisfazioni e ben presto tutto sembrerà essere naturale e al proprio posto.

ATTACCO DIRETTO

Il gioco costruito attorno a tale notevole set di comandi non è purtroppo della stessa qualità, senza per questo essere deludente. Semplicemente, SKATE si limita a riproporre ciò che da anni facciamo nella serie di Tony Hawk, senza sfoderare inventiva o personalità propria.
Abbiamo varie aree in cui andare in skateboard, tutte ampie e ben disegnate, le classiche missioncine da effettuare nell'immancabile modalità Carriera, un semplice editor del nostro skater, qualche gradevole opzione online e poco più, ma ci sarebbe piaciuto vedere altrettanta creatività nel design dei livelli: sotto questo particolare aspetto le ultime incarnazioni di Tony Hawk's Pro Skater si dimostrano qualche gradino più su per varietà e spensieratezza.
Più che un vero e proprio difetto, si tratta di un approccio molto differente che rende SKATE più rigido ma non per questo mal realizzato. Sul fronte tecnologico non possiamo che lodare le splendide animazioni e l'ottima illuminazione, mentre forse dagli ambienti ci si poteva aspettare un briciolo di maggiore complessità. Validissimo l'accompagnamento sonoro, eventualmente sostituibile con musiche personalizzate.
Ci concediamo una mini-citazione per il divertente filmato introduttivo, interamente girato dal vivo con skater famosi che interpretano vari ruoli: una gradita chicca in un mare di introduzioni pre-renderizzate.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
Partenza in quarta per Electronic Arts nel mondo dello skateboard: al primo tentativo propone un gioco valido e ben studiato, totalmente incentrato su un buon sistema di comando che osa spingersi un po' oltre i classici schemi a pulsanti, offrendo un approccio fresco e impegnativo. Le varie modalità di gioco e le aree disponibili non offrono altrettante novità, ma denotano comunque una elevata qualità. A tutto questo si aggiungono una componente online abbastanza corposa e una discreta longevità (anche grazie alle tante piccole cose da sbloccare). Insomma, centro per Electronic Arts: ci riserviamo di giocare con l'inevitabile SKATE 2 per incoronare l'eventuale nuovo re della tavola a rotelle.