Genere
Gioco di Ruolo
Lingua
Manuale in Italiano
PEGI
3+
Prezzo
59,90 Euro
Data di uscita
24/6/2003

Skies of Arcadia Legends

Skies of Arcadia Legends Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sega
Sviluppatore
SEGA
Genere
Gioco di Ruolo
PEGI
3+
Distributore Italiano
ATARI Italia
Data di uscita
24/6/2003
Lingua
Manuale in Italiano
Giocatori
1
Prezzo
59,90 Euro

Lati Positivi

  • Storia e personaggi splendidi
  • Longevità ai massimi livelli
  • Facile da giocare
  • Combattimenti divertenti e ben congegnati
  • Definirlo un GdR è quantomeno riduttivo

Lati Negativi

  • La grafica e il sonoro sanno di "vecchio"
  • Qualche combattimento di troppo
  • Alcuni dialoghi sono banali

Hardware

Per giocare a Skies Of Arcadia Legends sono necessari una confezione originale del gioco, un GameCube in versione europea e una Memory Card.

Multiplayer

Non sono previste modalità di gioco in multiplayer.

Link

Recensione

Skies of Arcadia Legends

Le vacanze estive sono ormai alle porte e l'interrogativo più assiduo degli italiani è dove trascorrere le agognate ferie: in spiaggia o a godersi il fresco della montagna? E se per una volta decidessimo di vivere un'avventura in compagnia di pirati, fanciulle da salvare e cattivi da sconfiggere? Il pacchetto viaggio di Skies of Arcadia Legends comprende questo e molto altro ancora.

di Francesco Destri, pubblicato il

Visto così, Skies of Arcadia Legends sembra in tutto e per tutto un GdR classico e in effetti, a rafforzare questa tesi, intervengono altri elementi come le caratteristiche del personaggio, il passaggio di livello, le quest da risolvere per poter proseguire nel gioco (difficilmente le missioni che ci affidano serviranno solamente a guadagnare qualche tesoro o punti di esperienza in più), la composizione del party, che cambierà spesso nel corso del gioco, i negozi dove vendere e acquistare armi, il sistema di dialogo e, cosa più importante, la centralità dei combattimenti, che data la loro casualità (non è possibile sapere in anticipo se e con chi combatteremo) contribuiscono ad aumentare ancora di più la suspance e la tensione di gioco, anche se per molti il fatto di non poter studiare una strategia preventiva può rappresentare un limite non da poco.
Dove Skies of Arcadia Legends si discosta invece dai classici GdR è, oltre che per la citata ambientazione, per i numerosi sotto giochi che lo rendono simile agli ultimi capitoli di Final Fantasy. Ecco allora che ci toccherà catturare i Pesci Luna utilizzando una visuale in prima persona, buttarci in inseguimenti dalle forti componenti platform, risolvere enigmi sulla falsa riga di un'avventura grafica e così via, il tutto a dimostrare quanto sia importante la commistione di generi diversi in un titolo di questo tipo.

LA MAGIA DEI GIOCHI DI RUOLO

Esaurita la parte descrittiva, non possiamo fare altro che lasciarci andare al lato puramente emozionale scaturito dopo intense ore di gioco.
La possibilità di uscire a nostro piacimento dalla trama principale per avventurarci in esplorazioni, scoperte e catture (incassare la taglia messa dall'Impero su alcuni Pirati Neri fa sempre comodo) è semplicemente impagabile, così come la perfetta caratterizzazione dei personaggi, ognuno dei quali rappresenta un archetipo letterario di straordinaria finezza, e l'impossibilità di restare bloccati durante il gioco, visti i continui colpi di scena che fanno da sfondo alla traccia narrativa (un film di cinque ore non riuscirebbe a raccontarli tutti) e un percorso principale tutto sommato facile da seguire. Siamo insomma di fronte a uno di quei pochi titoli in grado di coinvolgere il giocatore ad ogni livello emozionale e di far passare decine di ore (perché è questo che vi aspetta prima di terminare una volta per tutte le avventure di Vyse e Aika) di divertimento e relax (alcune location sono semplicemente incantevoli) senza per questo ricorrere a grossi artifici tecnici o a eccessivi stravolgimenti concettuali.

Le uniche, piccole perplessità sono da imputarsi all'eccessivo numero di combattimenti durante gli spostamenti in nave, a una libertà di azione non certo paragonabile a quella di un Gothic II o di un The Elder Scrolls III: Morrowind, a dialoghi ridotti al minimo indispensabile (cosa che molti però vedranno come un pregio) e a una caratterizzazione del bestiario (alcuni mostri sono davvero ridicoli) non all'altezza delle altre componenti del gioco.

UNA LEGGENDA VECCHIA DI TRE ANNI

E' però da un punto di vista tecnico che Skies of Arcadia Legends non mantiene le premesse suscitate in sede di anteprima, quando i possessori di GameCube si aspettavano un restyling grafico e sonoro tale da far dimenticare la versione per Dreamcast e da spremere a dovere le potenzialità della console Nintendo.
Purtroppo i miglioramenti non ci sono stati e dobbiamo così accontentarci di un titolo tecnicamente vecchio di tre anni (che non sono pochi) e per nulla aggiornato a quelli che sono gli standard contemporanei. Con ciò non vogliamo dire che Skies of Arcadia Legends sia un gioco modesto da guardare e da ascoltare, ma solo che di clipping, texture "preistoriche" e modelli poligonali ridotti al minimo indispensabile avremmo fatto volentieri a meno.
Per il resto rimangono i pregi già osservati nella versione per la console Sega. Location estremamente varie e colorate, animazioni dei personaggi realistiche, un'azione di gioco sempre fluida e filmati dalla forte impronta cinematografica contribuiscono alla creazione di un quadro grafico molto armonioso e piacevole in linea con la magica atmosfera del mondo di Arcadia.
Anche le musiche sono rimaste le stesse della versione per Dreamcast, ma l'aspetto meno riuscito della sezione sonora è senza dubbio la caratterizzazione vocale dei personaggi, che si limitano a pronunciare per tutto il gioco gli stessi monosillabi finendo con l'essere ripetitivi e poco espressivi.

Non ci saremmo aspettati certo il doppiaggio di tutti i dialoghi (non sarebbero bastati tre dischi a contenerli tutti), ma un intervento più deciso in questo senso non avrebbe fatto che aumentare il già notevole coinvolgimento del gioco.
Con uno splendore grafico e sonoro pari a quello di The Legend of Zelda: The Wind Waker saremmo di fronte al più bel gioco per GameCube finora prodotto, ma così com'è Skies of Arcadia Legends deve accontentarsi di una medaglia d'argento che in fondo gli sta un po' stretta, fermo restando comunque che in quanto a spessore narrativo e a coinvolgimento rimane senza dubbio una delle killer application disponibili per il piccolo cubo Nintendo.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
Alla sua uscita su Dreamcast nell'ormai lontano 2000 Skies of Arcadia fece gridare al miracolo per la perfetta ed esaltante sintesi di esplorazione, combattimenti e intrecci narrativi che andarono a formare un GdR semplicemente splendido e soprattutto longevo (c'era chi, anche dopo sessanta ore, non era ancora venuto a capo del gioco). Personaggi indimenticabili, storie appassionanti e un'atmosfera unica e originalissima contribuirono a rendere Skies of Arcadia un must per tutti i possessori della sfortunata console Sega. Ora le avventure di Vyse e Aika si sono trasferite su GameCube e per chi non ha giocato la precedente versione si tratta di un appuntamento da non perdere, anche se i cambiamenti sono quasi nulli (si tratta dopotutto di un semplice cambio di piattaforma, visto che il gioco è rimasto pressoché identico) e il potenziamento tecnico non c'è purtroppo stato. Meno male però che la grafica non è tutto. Skies of Arcadia Legends era e rimane un capolavoro senza tempo e una delle tante dimostrazioni di come i videogiochi siano in grado di regalare divertimento ed emozioni.