Genere
Sparatutto
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
16+
Prezzo
€ 69,99
Data di uscita
20/4/2011

SOCOM: Forze Speciali

SOCOM: Forze Speciali Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sony Computer Entertainment America
Sviluppatore
Zipper Interactive
Genere
Sparatutto
PEGI
16+
Data di uscita
20/4/2011
Data di uscita americana
19/4/2011
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
32
Prezzo
€ 69,99

Lati Positivi

  • Lineare ma discretamente libero
  • Tattico e allo stesso tempo frenetico
  • Nemici meno stupidi del solito
  • Ottimo design dei livelli
  • Localizzazione ben fatta

Lati Negativi

  • Originalità pressoché nulla
  • Talvolta frustrante e ripetitivo
  • Comandi troppo numerosi per Move

Hardware

SOCOM: Forze Speciali è disponibile unicamente su PlayStation 3. Il gioco supporta la periferica PlayStation Move (con o senza accessorio Sharp Shooter) oltre al normale controller.

Multiplayer

Come tutti gli episodi nella serie SOCOM, a fianco della campagna è disponibile una completa sezione multiplayer via Internet organizzata su mappe e modalità specifiche. Per giocare online è richiesto naturalmente un account PlayStation Network in aggiunta alla connessione.

Modus Operandi

La recensione è frutto del test effettuato sulla versione completa fornita dalla casa madre e giocata per una decina di ore abbondante a difficoltà intermedio. Durante la prova, sono stati alternati i normali comandi su joypad e il controller di movimento PlayStation Move. Non è stato possibile, invece, giocare online vista l'assenza del supporto multiplayer prima del lancio.

Link

Recensione

La tattica vincente di Rambo

Staccarsi dal copione è difficile, ma necessario.

di Alessandro Martini, pubblicato il

Non a caso i momenti peggiori sono quelli legati pesantemente alle scene "scriptate" su classico binario: mancate il percorso prestabilito e avete perso, fuori da qualsiasi logica. Non è raro, tutt'altro, rifare magari sei o sette volte un passaggio per capire quale sia il percorso preparato dagli sviluppatori, fuori dal quale ci aspetta solo una pioggia di piombo. D'altra parte, solo superando queste fasi troviamo, molto più spesso, zone aperte in cui possiamo sperimentare vari approcci all'azione, spostando con calma i compagni di squadra.

la musica è importante come e più di un'arma

Guardando la realizzazione tecnica, rivediamo lo stesso stile "senza fronzoli" di MAG, non a caso creato dagli stessi sviluppatori. C'è quindi una percentuale molto bassa di effetti speciali e filtri applicati all'immagine, ma texture e architetture molto dettagliate e realistiche. Anche la varietà non fa difetto né alle ambientazioni né al modo in cui sono state progettate, ovvero con una notevole distanza visiva e spazi molto aperti. Dalle strade ripiene di edifici bombardati delle prime fasi si va presto in mezzo alla giungla, per arrivare agli immancabili depositi con zone portuali o industriali, ricche di dettaglio sopratutto nell'illuminazione. Peraltro, c'è sempre un aliasing piuttosto marcato sulla distanza e la fluidità generale non è mai strabiliante, benché i nostri soldati e gli stessi nemici possano vantare ottime animazioni e un aspetto molto meno clonato di altri shooter. Oltretutto, il coinvolgimento nella storia è aiutato da intermezzi che, per quanto sporadici, vantano un'ottima regia, dialoghi tutto sommato discreti, ma sopratutto un'ottima cura per i volti e le espressioni dei protagonisti. Ma è il sonoro che emerge sopra a tutto il resto grazie a musiche orientaleggianti che variano di intensità in base all'azione. Infatti, è presente una colonna sonora da tipico film d'azione che rende certi passaggi molto più coinvolgenti e dinamici. Le stesse armi, inoltre, sono ben differenziate nei loro effetti, mentre c'è tutta una serie di rumori ambientali caratteristici alle varie mappe, che danno al singolo livello molta più personalità. Apprezzabile anche il doppiaggio in italiano, di qualità discreta, che assieme ai testi completamente tradotti rende il gioco pienamente accessibile per qualsiasi giocatore. In buona sostanza, se grafica e sonoro non brillano a una prima occhiata di fronte ad altre esclusive PlayStation 3, sulla distanza mostrano parecchi elementi degni di nota, ma sopratutto coerenti con quello che è lo "stile SOCOM".

La distanza visiva è notevole, e ci consente un minimo di pianificazione - SOCOM: Forze Speciali
La distanza visiva è notevole, e ci consente un minimo di pianificazione

un altro modo di muoversi e sparare

Ovviamente non si può chiudere questo articolo tralasciando PlayStation Move, dato che proprio SOCOM: Forze Speciali è stato uno dei titoli usati più spesso per presentare questo accessorio alla stampa. Come alternativa al normale joypad, Move brilla nella precisione ma pecca nella scomodità di certi movimenti e nel semplice fatto che il gioco richiede troppi comandi per essere gestito facilmente con un simile controller. Non bisogna dimenticare che oltre a correre e sparare, interagire con pulsanti o leve e saltare per raggiungere zone elevate o ripari, dobbiamo fissare i waypoint della squadra, cambiare le armi o richiedere talvolta il supporto alleato. Se infatti nelle sparatorie e nel puntamento delle armi abbiamo un netto vantaggio di immediatezza e precisione, quando si deve coordinare la squadra o risolvere situazioni intricate è facilissimo confondersi tra pulsanti e movimenti del braccio, dato che va sempre usata la coppia Navcontroller (o joypad) e PlayStation Move. Fatte le dovute precisazioni, e volendo affrontare i livelli in maniera più tattica, è possibile giocare con Move senza troppo allenamento e ottenere molta più immedesimazione se disponibile l'accessorio Sharp Shooter. Ma è altrettanto vero che la semplice comodità garantita da un joypad, e la familiarità che offre a chiunque giochi da anni nel genere sparatutto, appare di nuovo imbattuta rispetto a qualsiasi esperimento di tipo "gestuale".

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
SOCOM: Forze Speciali non inventa nulla ma riesce a coniugare tattica, realismo, spettacolarità e azione. Un pizzico di personalità in più, e avremmo un nuovo punto di riferimento per la categoria shooter.

Commenti

  1. Meno D Zero

     
    #1
    grandi ragazzi, bella rece in anticipo.

    domanda secca, se consideriamo la sola componente singleplayer, il gioco vale la candela?

    NON siamo di fronte a un homefront da 4 ore e via vero?
  2. snake87

     
    #2
    Meno D Zerograndi ragazzi, bella rece in anticipo.

    domanda secca, se consideriamo la sola componente singleplayer, il gioco vale la candela?

    NON siamo di fronte a un homefront da 4 ore e via vero?


    la rece dice 10 ore a normale...mi ispira assai sto gioco.
  3. Dark76

     
    #3
    bella rece..un pelo corta ma va bene cosi :D
    la beta mi aveva convinto e speravo nel singolo di sostanza...sembra esserci tutto
    bene ..va in lista acquisti..vediamo se gia al lancio o giu di li (speriamo che i trofei online non siano da farming cinese XD)
  4. Meno D Zero

     
    #4
    come al solito leggevo 1 riga e 3 no, per la paura di spoiler, ma l'accostamento ludico ai vari ghost recon/rainbow six dovrebbe farmelo prendere al dayone.
  5. SixelAlexiS

     
    #5
    Prime recensioni:

    8.5/10 - psu.com
    8.5/10 - gamersheep.co
    4/5 - g4tv.com
    7.9/10 - gametrailers.com
    7.75/10 - gameinformer.com
    6/10 - eurogamer.net
    3/10 - destructoid.com


    vabè dai, quelli di Destructoid hanno fumato un po' di ganja....

  6. joint

     
    #6
    RecensioneNon a caso i momenti peggiori sono quelli legati pesantemente alle scene
    "scriptate" su classico binario: mancate il percorso prestabilito e
    avete perso, fuori da qualsiasi logica. Non è raro, tutt'altro, rifare
    magari sei o sette volte un passaggio per capire quale sia il percorso
    preparato dagli sviluppatori, fuori dal quale ci aspetta solo una
    pioggia di piombo.

    Il gioco m'interessa, ma non mi garba molto il passaggio sopra.
    Inoltre non ho capito, la recensione del lato multiplayer arriverà con un altro articolo, o il pezzo si conclude qui?
  7. aleZ

     
    #7
    Ci sarà un altro pezzo specifico per il multiplayer (che è versus e coop) come fatto per Crysis 2.
  8. joint

     
    #8
    aleZCi sarà un altro pezzo specifico per il multiplayer (che è versus e coop) come fatto per Crysis 2.
    Perfetto, grazie mille alez. :approved:
  9. RALPH MALPH

     
    #9
    non mi aspettavo una campagna così bella, lo prenderò sicuro per giocarlo col move!
  10. joint

     
    #10
    Se c'è la coop online nella campagna single player, la notte prima dell'uscita vado a scardinare le saracinesche del MW con i denti.
Continua sul forum (98)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!