Genere
ND
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
79,90 euro
Data di uscita
10/7/2003

SOCOM: US Navy Seals

SOCOM: US Navy Seals Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sony Computer Entertainment Europe
Sviluppatore
Zipper Interactive
Distributore Italiano
Sony Computer Entertainment Italia
Data di uscita
10/7/2003
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
16
Prezzo
79,90 euro

Hardware

Per giocare a SOCOM: US Navy SEALs dovremo disporre di una PlayStation 2, un pad e di una Memory Card. Acquistando l'Headset appositamente creato per il gioco e il modem per la console sarà possibile comunicare vocalmente con i giocatori e sfidarsi in Rete.

Multiplayer

Il titolo sviluppato da Zipper Interactive sarà uno dei primi a supportare l'on-line gaming per PlayStation 2. Fino a sedici giocatori (suddivisi in due team) potranno sfidarsi con tre modalità di gioco diverse create per accontentare le esigenze di tutti i futuri acquirenti, che sicuramente non disdegneranno affatto l'idea di poter finalmente formare dei veri e propri Clan di gioco con la loro console.

Link

Anteprima

SOCOM: US Navy SEALs

Terrorismo, azioni criminali, rivendicazioni politiche e religiose: l'intero pianeta conosce ormai da anni queste dilaganti piaghe, cancro di una società dove la lotta per il potere riesce a mettere a nudo con inquietante freddezza la natura più oscura dell'uomo. Per fortuna è proprio in periodi come questi che gli eroi costruiscono le loro grandi leggende...

di Nikola Togut, pubblicato il

BENVENUTI NEL THIRD PLACE

Che cos'è il Third Place? E per quanto tempo gli utenti Sony se lo saranno chiesti? Di sicuro le interpretazioni in merito saranno centinaia, se non migliaia, ma quel che rimane certo è che il compito di sviscerare ed interpretare questo X-Files spetta sicuramente a chi i giochi li crea e sviluppa, e in questo caso la risposta di Zipper Interactive si rivela quanto mai sbalorditiva. Diciamoci la verità... un'interfaccia di comando, per quanto ben concepita, potrà mai ricreare in modo soddisfacente il reale svolgersi di una missione di questo tipo? No ovviamente, perchè senza una vera comunicazione verbale il tutto si fa inevitabilmente più meccanico, innaturale e in particolar modo lento.
Ed è proprio per ovviare a questo inconveniente che SOCOM: US Navy SEALs non si appoggerà solamente a un sistema classico di controllo, ma punterà forte sulla... tenetevi stretti... comunicazione in tempo reale! In collaborazione con la famosissima Logitech il titolo Sony potrà godere di una cuffia con microfono creata appositamente per rendere la nostra esperienza di gioco "veramente totale". Attraverso l'uso di un complesso software potremo di volta in volta imporre ordini ai nostri compagni, sentirli richiedere aiuto nelle situazione d'emergenza o più semplicemente lasciarci andare alle più svariate delle esultanze! Una aspettativa ricca come non mai di sfaccettature e promesse capaci di rendere veramente insopportabile l'attesa che ci separa dall'uscita di questo interessantissimo titolo. Questa possibilità, tuttavia, non potrebbe essere sfruttata per... Sì, c'avete preso in pieno...

NULLA SARA' PIU' COME PRIMA

Ore 19:00, a casa Rossi squilla il telefono. "Pronto? Ah ciao Mario... come dici? Andiamo a farla pagare a quegli insolenti dell'altra sera? Ok, un paio di minuti e l'Alaska sarà nostra!". On-line game docet! E sarà proprio SOCOM: US Navy SEALs uno dei primi titoli che sfrutteranno le prossime (vedremo quanto "prossime" ed efficenti per noi europei) strutture di gioco on-line della nostra fida PlayStation 2. Non si vive di solo Final Fantasy XI Online e Auto Modellista e i giocatori PC lo sanno già da tempo (i fenomeni Counter-Strike e Unreal Tournament insegnano più di qualcosa).
Ben sedici giocatori potranno prender parte contemporaneamente al gioco vestendo i panni dei due team presenti e dando vita alle più epiche delle battaglie: microfono e cuffia prenderanno il posto della tastiera in uno scenario in cui potremo finalmente comunicare in tempo reale con il nostro team, ogn'uno con il proprio compito e la possibilità di poter agire nel modo più veloce possibile annullando in pratica ogni tempo latente nello svolgimento dell'azione. E quanto possiamo scommettere che fra i vari ruoli del gruppo sarà presente anche quello dell'intercettatore delle comunicazioni nemiche? Un paradiso vero e proprio, forse IL gioco che con le sue peculiarità sarà in grado di imporre una fortissima sferzata alla diffusione del modem e del gioco in rete su console.
Le modalità di gioco previste saranno tre: Demolition, Hostage Rescue e Suppression in cui dovremo rispettivamente impadronirci di un apposito ordigno esplosivo per far saltare l'avversario, lottare contro i terroristi al fine di salvare gli ostaggi e infine il più classico dei DeathMatch. Cosa chiedere di più? Di fronte a tale aspetto anche la realizzazione del comparto tecnico perde di effettivo interesse...

ULTIME, DOVEROSE, NOTE FINALI

Un SEAL che si rispetti dispone ovviamente di un arsenale di tutto riguardo. Fucili da cecchino, pistole automatiche, mitragliette, lanciagranate e chi più ne ha più ne metta. La scelta delle armi diverrà essenziale allorché dovremo spostarci di zona in zona, tenendo conto che il loro peso si farà effettivamente sentire sulle nostre spalle e che partire per una missione nell'oscurità senza i visori notturni o usare armi non silenziate per salvare un ostaggio equivarrà a fallimento certo: quindi un ulteriore esempio della maniacale cura che i programmatori stanno riponendo nello sviluppo del titolo. Tale cura si rispecchia anche nelle immagini rilasciate: ambientazioni vaste e realistiche, modelli poligonali convincenti ed arricchiti da texture dal discreto impatto visivo, fiamme effetti luce ed esplosioni di ottima fattura.
Senza contare che anche le animazioni, benchè si vociferi che il tutto si muoverà a 30 e non 60 frame per secondo, sono state oggetto di grandi cure da parte di Zipper Interactive che s'è avvalsa della partecipazione di veri elementi dei SEAL e delle più raffinate tecniche di motion capture per realizzarle, aggiungendo al tutto una realizzazione sonora che non mancherà di certo con l'entusiasmare (ci si aspetta che il rumore delle armi sia il più fedele possibile alle controparti reali) il padiglione auricolare dei più esigenti.