Genere
Guida
Lingua
Italiano
PEGI
7+
Prezzo
ND
Data di uscita
21/5/2010

Split/Second: Velocity

Split/Second: Velocity Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Disney Interactive Studios
Sviluppatore
Black Rock Studio
Genere
Guida
PEGI
7+
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
21/5/2010
Lingua
Italiano
Giocatori
8

Hardware

Il gioco è in sviluppo per PC, Xbox 360 e PlayStation 3 e uscirà per tutte le piattaforme il prossimo 20 maggio.

Multiplayer

Oltre ad una modalità online di cui non si sa ancora nulla (ma che dovrebbe essere quasi certa), ci sarà modo di competere con un altro giocatore sulla stessa console in modalità split screen.
Hands On

Esplosioni in Pista

A tutta velocità per le strade di Milano con Split/Second!

di Jacopo Mauri, pubblicato il

Dopo le tappe estere d'esordio, Split/Second è approdato anche nel Bel Paese e per la precisione nel centro di Milano dove, presso il locale Mujo, si è mostrato alla stampa specializzata: un evento finalizzato a qualche giro di prova ci è stato molto utile per farci un'idea di quanto un reality show su pista possa essere spettacolare...

Una gara esplosiva

Si è parlato di reality show perché è fondamentalmente questa la cornice in cui si svolgono tutti gli eventi: in Split/Second il giocatore prende parte ad una enorme opera di finzione, in cui città e strade sono ricostruzioni ad-hoc finalizzate a riprodurre un ambiente fittizio in cui i piloti possano competere fra loro a bordo di possenti bolidi. Con la non trascurabile particolarità di poter attivare incredibili esplosioni in grado di far crollare ponti, strade, interi palazzi o enormi oggetti di contorno.
Il taglio dato al gioco è, del resto, molto vicino a quello di una produzione cinematografica, a partire dall'utilizzo di una fotografia iper-realistica che si manifesta in maniera decisamente impattante agli occhi del giocatore, grazie all'uso di colori e tinte molto forti che – oltre a conferire un aspetto molto accattivante alle automobili – restituisce anche una sensazione di grande spettacolarità agli eventi che si succedono lungo il percorso.
In quanto a questo, e come ormai noto, Split/Second si pone come un vero e proprio “action-racing”, ovvero un gioco di corse in cui eventi spettacolari – di cui i piloti stessi sono responsabili – intervengono a rendere movimentati i consueti giri di pista. Grazie ad una guida particolarmente spericolata, che faccia ad esempio ampio uso di drift o sorpassi al limite della follia, ogni giocatore può alimentare un'apposita barra che, riempita a sufficienza, serve per scatenare eventi precalcolati in grado di coinvolgere in maniera devastate gli altri partecipanti.

Distruzione a raffica

La scelta, in questo caso, è fra due generi di interazione: nel primo è possibile attivare eventi di entità minore, ma presenti in maggior numero lungo il tracciato. Con il secondo si arriva invece a causare devastazioni enormi, sebbene più rare lungo il percorso, grazie alle quali poter mettere in crisi gli avversari e addirittura modificare il tracciato originale, trasformandolo in maniera considerevole.
I giocatori più attenti potranno dunque utilizzare quest'arma anche per spiazzare gli altri piloti in pista, modificando di colpo il tracciato da seguire, che di volta in volta può spostarsi sui tetti di una serie di abitazioni, così come utilizzare strutture crollate come corsia d'emergenza per proseguire la gara.
Oltretutto, molto interessante è la possibilità di attivare esplosioni modulari: oltre a quelle “una tantum” e quelle che si possono ripetere uguali ad ogni giro, ne sono presenti infatti alcune che, progressivamente, hanno un effetto differente, e di crescente spettacolarità. Così, un'enorme nave da carico può essere fatta cadere e successivamente esplodere, così da attraversarne la pancia come fosse un normale tratto di pista. Ancora, citando tra gli episodi più spettacolari, è possibile far implodere sul tracciato un intero palazzo, così come far atterrare un Boeing sulla pista, ovviamente in contromano.

Semplice ma devastante

Il taglio che gli sviluppatori hanno voluto dare al gioco è quello di una grande immediatezza che consenta a chiunque di iniziare a gareggiare nel giro di pochi minuti. I controlli, dunque, si presentano in maniera essenziale eppure completa, consentendo di accelerare e frenare grazie ai due grilletti e di andare poi ad attivare le varie esplosioni con i pulsanti A e B (la nostra prova è riferita alla versione Xbox 360).
Poche e semplici funzioni, insomma, che tuttavia ben assolvono al compito di rendere divertente e accessibile il gioco. Del resto, anche la possibilità di attivare deflagrazioni è molto intuitiva: quando si possiede “energia” a sufficienza, è l'interfaccia di gioco stessa a indicare la possibilità di scatenare un evento, specificando anche se si tratta di un'esplosione di maggiore o minore entità. Interfaccia che, per il resto, si fa umilmente in disparte, lasciando campo libero alla pista senza intralciare con indicatori di sorta: l'intento, infatti, è quello di permettere al giocatore di avere una visione totale del tracciato, visto che su questo si verificano esplosioni, crolli ed eventi imprevisti che devono poter essere colti all'istante in modo da prendere le dovute precauzioni.
L'impressione generale è che il buon numero di eventi previsti sia in grado di dare un tocco di varietà al tutto: il timore, del resto, è rivolto alla possibilità di imparare a memoria tutti i punti scriptati e dunque vanificare nel giro di qualche giorno il fattore rigiocabilità. Per contro, e almeno sui tracciati più vicini all'essere dichiarati completi, ci è sembrato che il numero di esplosioni attivabili sia decisamente generoso, e dunque in grado di mantenere alto l'interesse per diverso tempo – anche in virtù delle modifiche che è possibile apportare ad ogni pista.

La strada è ancora lunga...

Secondo quanto ci è stato detto, il gioco è ancora in profonda lavorazione, tanto che il codice mostratoci era completo per meno del 50%. In realtà dal punto di vista tecnico le cose sono sembrate piuttosto stabili, con una generale fluidità raramente messa in crisi dagli eventi su pista, a prescindere dai quali gli sviluppatori assicurano una resa fissa, nella versione finale, a 30 fps.
Molto lavoro deve ancora essere fatto, invece, sulla lavorazione delle automobili e la loro caratterizzazione, così come sui tracciati, da studiare nel dettaglio così da risolvere eventuali bug di IA, in cui, infatti, ci è capitato di incappare. Tutti difetti, comunque, frutto della natura ancora acerba del codice, e che potranno essere tranquillamente risolti prima dell'uscita, fissata per il 20 maggio in contemporanea su PC, Xbox 360 e PlayStation 3.


Commenti

  1. utente_deiscritto_8705

     
    #1
    Tutto bellissimo fino a quando non ho letto 30fps :'(. Mi sa che vado di versione PC.
  2. sigfrido

     
    #2
    ho visto qualche video di blur e mi sembra più promettente di questo
  3. Zatoichi

     
    #3
    Io invece sono molto più interessato a questo Split/Second, è un po' che lo attendo
  4. |King Crimson|

     
    #4
    sigfrido ha scritto:
    ho visto qualche video di blur e mi sembra più promettente di questo
    Curioso: ho avuto l'esatta opposta impressione. :D
     
     
     
    Questo pare spaccare...
  5. |Sole|

     
    #5
    |King Crimson| ha scritto:
    Curioso: ho avuto l'esatta opposta impressione. :D
     
     
     
    Questo pare spaccare...


    Anche io, dal vivo però. Va detto che Blur, nell'occasione (gamescom) sembrava assai più indietro, come codice.
  6. Jacky

     
    #6
    |Sole| ha scritto:
    Anche io, dal vivo però. Va detto che Blur, nell'occasione (gamescom) sembrava assai più indietro, come codice.
     
    Oddio, quando mi han detto che il codice hands-on era sotto il 50% (dopo mesi e mesi dall'E3) mi son chiesto come fosse possibile che a Los Angeles girasse tutto così fluido e sparato. Su Blur, comunque, che inizialmente pareva svantaggiatissimo rispetto a Split, secondo me Activision ha recuperato praticamente tutto il gap..
    Can't wait 4 the beta :)
  7. utente_deiscritto_27962

     
    #7

    Ecco un nuovo video dal GDC 2010 per Split/Second

    http://www.gamespot.com/pc/driving/splitsecond/video/6253245
  8. Bark

     
    #8
    killer7 ha scritto:
    Ecco un nuovo video dal GDC 2010 per Split/Second
    http://www.gamespot.com/pc/driving/splitsecond/video/6253245
      da questo video si avverte la mancanza del takedown...peccato,sarebbe stato perfetto :'(
    Il gioco sembra cmq buono oro aspetto Blur
  9. utente_deiscritto_8705

     
    #9
    killer7 ha scritto:
    Ecco un nuovo video dal GDC 2010 per Split/Second
    http://www.gamespot.com/pc/driving/splitsecond/video/6253245
      Sembra avere lo stesso feeling, e il tracciato X(, del mitico Burnout 3, mio gioco preferito del genere. Me lo accatto per PC, sperando sia compatibile con il pad del 360.
  10. SixelAlexiS

     
    #10
    killer7 ha scritto:
    Ecco un nuovo video dal GDC 2010 per Split/Second
    http://www.gamespot.com/pc/driving/splitsecond/video/6253245
     continuo a vedere solo bella grafica, la guidabilità dell'auto sembra davvero pessima.
Continua sul forum (35)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!