Genere
Sportivo
Lingua
Manuale in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
60,90 Euro
Data di uscita
6/12/2003

SSX 3

SSX 3 Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Electronic Arts
Sviluppatore
EA Sports BIG
Genere
Sportivo
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
6/12/2003
Lingua
Manuale in Italiano
Giocatori
2
Prezzo
60,90 Euro

Lati Positivi

  • Piste enormi
  • Neve stupenda e realistica come non mai
  • Tanti bonus da sbloccare
  • Moltissime modalità

Lati Negativi

  • Controlli all'inizio un po' ostici
  • Gioco in inglese
  • Scarso multiplayer

Hardware

Per giocare a SSX 3 servono una confezione originale del gioco, un Xbox PAL e un pad compatibile; per giocare in due servono ovviamente due pad.

Multiplayer

Il gioco non ha molto da offrire in multiplayer, semplicemente una classica modalità versus a due giocatori.

Link

Recensione

SSX 3

Musica a palla nelle orecchie, vento affilato che taglia la pelle e neve ghiacciata sotto la tavola, sono queste le sensazioni che si provano giocando a SSX 3. Tra i litiganti 1080°: Avalanche e Amped 2, EA Sports BIG prova ad inserirsi reinterpretando ancora una volta lo snowboard videoludico. Scopriamo nella nostra recensione chi la spunterà nella stagione invernale 2003.

di Alberto Torgano, pubblicato il

Nel freestyle lo scopo è invece guadagnare punti su percorsi studiati per permettere il maggior numero di acrobazie possibili. Competizioni di freestyle possono svolgersi su rampe di Big Air, su Half-Pipe o su discese arricchite da tantissime "Slope" (ringhiere su cui fare grind): con un numero limitato di tentativi bisogna cercare di raggiungere il podio dei migliori. In una gara di freestyle è importante innanzitutto riempire la barra laterale delle acrobazie speciali, per poi avere accesso a trick capaci di far levitare il punteggio, possibilmente da inserire in combo.
Infine ci sono i Big Challenge, molto simili alle missioni di Tony Hawk 4. Decidendo di fare una discesa libera si può ripercorrere tutto il circondario di piste di un picco in modo continuato, in questo caso le discese sono le stesse delle competizioni, con in più l'aggiunta di "ponti di collegamento" e dei punti Big Challenge. Passando sopra una di queste zone (chiaramente evidenziate da una colonna di luce), si accede a specifiche missioni a tempo o a obiettivi, spesso piuttosto irrealistiche ma perfettamente a tema con il gioco. Esempi di Big Challenge sono: raggiungi il fondo del percorso rimanendo staccato da terra per meno di 8 secondi, rompi i pannelli di vetro entro il tempo limite, passa attraverso tutte le porte, e così via. SSX 3 non predilige nessuno dei diversi stili di gioco, bensì lascia la massima libertà al giocatore, il cui unico obiettivi "generico" per accedere ai picchi successivi, è guadagnare un preciso ammontare di denaro.

WHAT A STYLE!!!

SSX 3 si basa su meccaniche di gioco un po' complesse, che arrivano a sfruttare tutti i tasti del pad: le due leve e la croce sono adibite ai movimenti, alle rotazioni in aria e al bilanciamento sullo snowboard, i grilletti servono per attaccare e per alcune acrobazie, i quattro tasti principali per altri trick, per saltare e per il turbo, infine i pulsati nero e bianco sono adibiti alle "prese" manuali. Con un po' di studio forse si sarebbe potuto fare meglio dal punto di vista della distribuzione comandi, tuttavia dopo qualche partita ci si abitua abbastanza bene ai controlli, molto differenti da quelli di un Amped 2. Scelte singolari sono l'assenza del comando del "grind", per scivolare sulle ringhiere basta passarci sopra, e addirittura i due pad adibiti al bilanciamento e alle rotazioni. In SSX 3 la sensazione di "agganciamento" alle ringhiere è molto minore rispetto a Tony Hawk o ad Amped 2, e manca anche la celebre lancetta dell'equilibrio, che qui deve essere interpretato dal giocatore.
La meccanica delle acrobazie è invece la solita: per ottenere punteggi alti è assolutamente necessario fare più combo e special possibile, oltre che raccogliere qualche apposito bonus piazzato tatticamente. Buono infine il livello di difficoltà, se all'inizio piazzarsi è piuttosto semplice, i Big Challenge e i Freestyle offrono sempre un notevole livello di sfida, ma senza mai sfociare nella frustrazione, grazie all'incredibile varietà e divertimento offerti dal gioco.
SSX 3 riesce a ricreare quell'atmosfera da "circondario di piste" che qualunque appassionato di sci o di snowboard conosce bene. La cura per la continuità tra i percorsi, l'eccezionale resa grafica della neve e i circuiti del tutto improbabili, creano un'alchimia che trascina il giocatore nella classica spirale "ancora solo una discesa".

Se cerchiamo difetti in SSX 3 possiamo solo guardare ai comandi un po' cervellotici, ad alcune competizioni un po' troppo lunghe e alla mancanza di supporto online e multiplayer per quattro giocatori, ma è davvero difficile criticare seriamente il gioco sulla base di simili imperfezioni.

AMPED O SSX?

Considerando la quasi contemporanea uscita, il confronto tra SSX 3 e Amped 2 è inevitabile. Per fortuna (o sfortuna?) i due titoli di punta del genere snowboard si scansano reciprocamente, grazie ad approcci completamente differenti. Entrambi i giochi sono ottimi prodotti, grandi, ben studiati e profondi, ma lo sono da punti di vista diversi: da un lato Amped 2 propone un approccio realistico, tanto freestyle e una grandissima cura per il reparto trick e per il perfezionismo. SSX 3 è invece di "grana" molto più grossolana, ma questo non va inteso come un difetto: il gioco EA punta sull'eccesso, sulla quantità, sulla spettacolarità e sulla varietà. Se in Amped 2 un singolo trick ben fatto può valere, sia emotivamente che in termini di punti, molto più di una combo isterica, in SSX 3 è il contrario, il gioco di EA Sports BIG premia maggiormente la spettacolarità estetica e il numero dei trick. Amped 2 è una sorta di simulazione per i puristi dello snowboard, e sul piano del mero freestyle vince la gara con SSX 3, ma quest'ultimo è invece più immediato divertente e vario, perfetto sia per l'appassionato che per il neofita. Insomma, entrambi i giochi possono convivere nella stessa ludoteca senza troppi conflitti, è però davvero difficile incoronare il re del genere, sarebbe più giusto parlare di uno spettacolare, bellissimo pareggio.

Voto 5 stelle su 5
Voto dei lettori
SSX 3 è vasto, divertente e eccessivo, ricorda da vicino altri titoli della serie EA Sports BIG, ma riesce a distinguersi grazie alla notevole cura per i dettagli e all'ottima miscela di freestyle e corse. Sia il comparto visivo che quello audio sono molto buoni, ben al di sopra delle aspettative di un "normale" gioco multipiattaforma, e la longevità garantita dall'enormità di bonus e passaggi segreti. Inoltre in SSX 3 è divertente anche fare una discesa senza scopo, solo per ammirare il paesaggio o perfezionare qualche trick, pochi giochi possono fregiarsi di un simile complimento. SSX 3 è poi consigliato e fruibilissimo sia dagli appassionati del genere, a cui sono indirizzati i Big Challenge più impegnativi, sia dai neofiti o dai giocatori occasionali, che nell'approccio "eccessivo" del gioco non potranno che trovare un punto di forza. SSX 3 riesce a soddisfare tutti, accompagnando la profondità alla semplicità, l'eccesso allo stile e arricchendo le sue montagne con infinite possibilità. La sfida con Amped 2 non ha nemmeno troppo senso di esistere, i due giochi sono molto differenti per approccio, ma SSX 3 è probabilmente quello dal bacino di pubblico più ampio. Se siete amanti dello snowboard prendeteli entrambi in seria considerazione.