Genere
Sparatutto
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
54,90 Euro
Data di uscita
11/6/2005

Star Fox Assault

Star Fox Assault Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Nintendo
Sviluppatore
Namco
Genere
Sparatutto
Data di uscita
11/6/2005
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
4
Prezzo
54,90 Euro

Lati Positivi

  • Divertenti sezioni in volo
  • Discreta rigiocabilità delle missioni

Lati Negativi

  • Deludenti sezioni a piedi
  • Multiplayer limitato

Hardware

Per giocare servirà una confezione originale del gioco, una console GameCube PAL e un joypad per ciascun partecipante. Sono necessari 5 blocchi su Memory Card per i salvataggi. È supportata la modalità video PAL60.

Multiplayer

Fino a quattro giocatori potranno scontrarsi nelle apposite modalità tramite visualizzazione in split screen.

Link

Recensione

Star Fox Assault

Dopo aver salvato il pianeta Sauria dal suo triste destino il prode Fox Mc Cloud si riunisce al suo team Star Fox per affrontare l'ennesima minaccia proveniente dallo spazio profondo. Tornano così le movimentate battaglie spaziali tipiche della saga, assieme a inedite sezioni di combattimento a piedi e diverse modalità multiplayer. Che sia l'ora della rinascita per Star Fox?

di Stefano Castelli, pubblicato il

UNO O DUE STICK?

Star Fox Assault consente ai giocatori di scegliere fra tre differenti configurazioni di controlli, che a loro volta si duplicano a seconda che stiamo o meno combattendo a bordo della fidata AirWing. Il primo è sostanzialmente una copia del collaudato set di controlli di Lylat Wars (Star Fox 64) e prevede l'uso dello stick analogico sinistro per spostarsi e mirare, mentre i movimenti laterali sono attivati tramite pressione del grilletto L (in combinazione, a volte, con lo stick). Si tratta di una configurazione piuttosto semplicistica che risulta comoda durante le fasi di volo ma praticamente ingestibile nei combattimenti a piedi a causa della necessità di "liberare" continuamente il mirino per puntare nemici più alti o più bassi dell'orizzonte. La seconda opzione accorre in aiuto dei giocatori proponendo un sistema a doppio stick analogico che si adatta bene alle fasi di volo e, soprattutto, valorizza l'azione durante i combattimenti a terra, ricordando un po' il kit di controlli degli sparatutto in prima persona (stick sinistro per muoversi, stick destro per mirare, grilletto per fare fuoco).
Un terzo set di controlli propone uno strano ibrido tra le due modalità descritte, introducendo ad esempio l'uso del grilletto R per fare avanzare il personggio durante le fasi a piedi o nel LandMaster e risultando comunque più pratico della prima modalità disponibile, sebbene richieda maggior tempo di adattamento.

BATTAGLIA CON GLI AMICI

Sebbene Star Fox Assault venga generalmente percepito come un titolo votato al multiplayer, in effetti la componente multi-giocatore passa in secondo piano rispetto alla tutto sommato valida campagna single-player. I motivi sono fondamentalmente due: primo, le modalità multiplayer sono esili, banali e limitate. Secondo: le opzioni multigiocatori si basano fondamentalmente sulle sezioni a piedi, cioè sulla parte più debole del gioco (pessima idea, davvero).

Fino a quattro giocatori possono così selezionare ciascuno un membro della squadra Star Fox (ognuno dotato di propri valori in caratteristiche come velocità, resistenza, salto e via dicendo) e affrontarsi in apposite arene (da sbloccare progressivamente) utilizzando la classica visualizzazione a schermo condiviso. A disposizione dei combattenti abbiamo una pistola laser standard e dieci armi aggiuntive, tra cui troviamo cannoni al plasma, lancia-missili e fucili da cecchino. La scelta delle opzioni è decisamente esigua: non si va oltre il tipico deathmatch tutti contro tutti o la battaglia a squadre e nemmeno l'inserimento dei veicoli (sia AirWing che LandMaster) riesce a movimentare più di tanto l'azione, che diventa sin troppo presto soporifera.
Ci si sarebbe per lo meno aspettati l'aggiunta di modalità ormai classiche come Cattura La Bandiera, fattibilissime vista l'impostazione sparatutto del gioco: sarebbe stato sufficiente gettare un'occhio ai cuginetti in prima persona di Star Fox Assault per trarre ispirazione, e invece non si va oltre una manciata di parametri personalizzabili e l'aggiunta di un nuovo gadget assente nelle fasi single-player (l'invisibilità). Ulteriori elementi di gioco (arene, personaggi, armi e modalità) possono venire sbloccati terminando la modalità Storia (single-player) oppure giocando numerose partite in multiplayer.

ASSALTO FALLITO?

Come a voler rispecchiare quanto già descritto per il gameplay, anche sul fronte tecnologico le missioni in volo di Star Fox Assault surclassano quelle che si svolgono a terra: le colorate astronavi schizzano fluidamente su schermo e le battaglie stellari risultano vive e credibili grazie ad una grande quantità di mezzi in movimento e alla frenesia visiva che pervade lo schermo. Uno spettacolo decisamente esaltante per i fan della saga, sebbene i fasti tecnologici degli sparatutto di Factor 5 (Star Wars: Rogue Squadron) rimangano decisamente imbattuti.
Come contrappeso, le fasi di gioco a piedi appaiono blande e poco evolute tecnicamente parlando, offrendo personaggi male animati e poveri di poligoni (che fine ha fatto il bel fur-shading di Star Fox Adventures?) che si spostano in livelli spogli e ricoperti da texture di scarsa qualità. Sembra davvero, in pratica, di assistere a due differenti videogame, il secondo dei quali incapace di rendere omaggio alle potenzialità tecniche di Gamecube: basta recarsi, ad esempio, su Sauria (il pianeta su cui è ambientato Star Fox Adventures) e paragonarne la resa in Star Fox Assault con quella del titolo Rare per percepire l'ingiustificabile divario tecnologico tra i due titoli.
Fortunatamente il sonoro si fa valere proponendo un mix di vecchie musiche della saga (ri-arrangiate per l'occasione), nuove melodie e parecchi effetti sonori molto azzeccati. Da segnalare infine il gradito supporto alla modalità video PAL60 e la completa traduzione in italiano dei testi a video e del manuale, aspetti positivi che chiudono una panoramica invero piuttosto deludente. Dopo il mezzo passo falso di Star Fox Adventures e considerando la collaborazione con una software house importante come Namco riesce davvero difficile accettare un titolo grezzo e trascurato come questo Star Fox Assault.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
Star Fox Assault è un videogioco dall'anima divisa in due: da un lato troviamo battaglie spaziali esaltanti e frenetiche, dall'altro abbiamo sezioni a piedi decisamente da dimenticare in quanto approssimative e poco divertenti. Da un lato abbiamo una campagna single player piuttosto godibile, dall'altro troviamo modalità multigiocatore appena abbozzate e persino noiose. Aspetti che non riescono in alcun modo a equilibrarsi, dando vita a un videogame globalmente deludente, capace di offrire sussulti di giocabilità ai patiti di Star Fox (ma solo grazie alle fasi di volo) e qualche spunto interessante nelle deboli opzioni multiplayer. I fan della serie possono avvicinarlo per godersi le belle missioni in volo e divertirsi a ottenere tutte le medaglie: probabilmente la spesa, per loro, vale la candela. Chiunque altro farà invece bene a valutare davvero molto attentamente l'ultima fatica di Fox McCloud e probabilmente a dirigere la propria astronave altrove.