Genere
Sparatutto
Lingua
Italiano
PEGI
7+
Prezzo
ND
Data di uscita
22/4/2016

Star Fox Zero

Star Fox Zero Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Nintendo
Sviluppatore
Nintendo EAD
Genere
Sparatutto
PEGI
7+
Distributore Italiano
Nintendo Italia
Data di uscita
22/4/2016
Lingua
Italiano
Giocatori
1-2

Lati Positivi

  • Difficoltà ben calibrata
  • Divertente da giocare
  • Tanti segreti da scoprire
  • Modalità Arcade
  • Sistema di controllo nuovo...

Lati Negativi

  • ...ma sicuramente migliorabile
  • Parte grafica e artistica deludente

Hardware

Star Fox Zero è disponibile in esclusiva su WiiU.

Multiplayer

Star Foz Zero dispone di una modalità multigiocatore che permette a due giocatori di collaborare nel controllo dell'astronave e della torretta.

Modus Operandi

Abbiamo ricevuto da Nintendo un codice per scaricare il gioco.
Recensione

Il “nuovo” Star Fox 64?

Fox Mcloud è tornato, pronto a combattere, volare e scoprire segreti...

di Daniele Di Benedetto, pubblicato il

Star Fox Zero per WiiU è sicuramente uno dei titoli che più ci ha divertito negli ultimi tempi. È certamente anche uno dei giochi che ha fatto nascere più discussioni, soprattutto a causa di un sistema di controllo non proprio ottimale (anzi, tutt’altro) quando fu presentato durante l’E3 del 2015. È però un gioco in cui la magia Nintendo e la capacità di sviluppo dei Platinum Games si incontrano (non senza difetti ovviamente) e le cui magagne sui controlli sono state, per fortuna, sistemate. Anche chi non conosce la saga, che ricordiamo vide la sua nascita su Super Nintendo nel 1993 e la sua continuazione in quel Lylat Wars (o Star Fox 64, su Nintendo 64 appunto), avrà così la possibilità di conoscere Fox e i suoi compagni.

Una delle caratteristiche più interessanti di Star Fox Zero è la presenza di numerosi segreti. Per riuscire a sviscerare al 100% ogni livello saranno necessari più passaggi - Star Fox Zero
Una delle caratteristiche più interessanti di Star Fox Zero è la presenza di numerosi segreti. Per riuscire a sviscerare al 100% ogni livello saranno necessari più passaggi

Vecchie compagnie per un nuovo sistema di controllo

Star Fox Zero riparte praticamente da capo riproponendo la storia di tutta la truppa Star Fox dall’inizio. Vestendo i panni di Fox McCloud dovremo così impedire la conquista del Sistema Lylat da parte del malvagio Andross, un folle scienziato di Corneria che ha giurato vendetta dopo essere stato esiliato sul pianeta Venom. In questo viaggio, ovviamente, non saremo soli ma saremo accompagnati da un team di vecchie conoscenze come Falco Lombardi, Slippy Toad e Peppy Hare che comunicheranno con noi in battaglia rendendo gli scontri molto più coinvolgenti.
Non appena iniziata una nuova partita saremo catapultati subito in battaglia sul pianeta Corneria dove potremo iniziare a entrare in confidenza con il sistema di controllo che oltre a utilizzare gli stick, utilizza anche lo schermo del pad Nintendo impiegando anche i sensori di movimento. Nel paddone, infatti, avremo il punto di vista in prima persona dalla carlinga di Fox che, se in alcuni momenti può essere sostituita da quella alle spalle sullo schermo principale, in altri sarà assolutamente necessaria e decisiva tanto che con la pressione di un tasto sarà possibile scambiare le visuali sui due schermi.
La prima scelta che abbiamo operato è stata quella di non utilizzare i giroscopi e giocare solo ed esclusivamente tramite stick analogici a causa di una certa difficoltà nel coordinarci. Ottima idea, se non fosse che in determinati punti del gioco i sensori di movimento faciliteranno, e non di poco, i vostri compiti. In maniera del tutto naturale, dopo qualche ora di gioco, vi ritroverete a schivare ogni tipo di pericolo, abbattere ogni nemico con una dimestichezza che non pensavate di fare vostra per via della libertà che vi lascerà il sistema di controllo. Passerete quindi con un colpo d’occhio da una visuale all’altra utilizzando quella che pensiate sia la migliore tra le due in quel momento dello scontro, una cosa non proprio semplice e che richiede un poco di dedizione.

Star Fox Zero non presenta solo sequenze volanti. In alcune fasi sarà necessario restare saldamente ancorati al suolo per sconfiggere i nemici presenti - Star Fox Zero
Star Fox Zero non presenta solo sequenze volanti. In alcune fasi sarà necessario restare saldamente ancorati al suolo per sconfiggere i nemici presenti
Vi facciamo un esempio, ci sono alcuni nemici, simili a dei ragnoni robot ma con le gambe molto più lunghe, che necessariamente devono essere colpiti sotto alla loro pancia e che, una volta colpiti, girano il loro punto debole verso l’alto. Dopo aver mandato a segno il primo colpo con un bel missilone grazie al nostro mezzo di terra ed essergli passati sotto le gambe avremo la possibilità di trasformarci per un breve periodo in una astronave e colpirli da sopra facilitandoci con la visuale in prima persona mentre miriamo con gli stick e ci aiutiamo con i sensori di movimento. A dirla così sembra molto più complicata di come sia in realtà, ma vedrete che dopo qualche abbattimento subìto e affinamento della tecnica di volo tutto sarà più naturale. Un’altra visuale che richiede un pizzico di approfondimento e che necessita del paddone per essere sfruttata al meglio è quella cosiddetta “a tutto campo”, nella quale il bersaglio principale sarà “bloccato” al centro dello schermo e noi ci gireremo intorno senza possibilità di avere la telecamera alle spalle. All’inizio superare quello schema particolarmente insidioso potrà sembrare particolarmente difficile o addirittura impossibile, ma vedrete che con un po’ di calma e allenamento riuscirete a completare la vostra missione con grande soddisfazione, come nella migliore tradizione Platinum Games, quasi fosse un boss di Bayonetta.

TANTI SEGRETI DA SCOPRIRE

Star Fox Zero può apparire un titolo semplice, ma è costruito in maniera tale da spingere il giocatore a ripetere i livelli già affrontati per mettere a frutto le capacità e le conoscenze acquisite partita dopo partita. Oltre a destreggiarci tra i tantissimi nemici a schermo, per godere della massima valutazione, dovremo recuperare delle medaglie sparse per i livelli alcune delle quali nascoste veramente bene, dietro ostacoli da abbattere o in bivi ben celati che potrebbero anche portarci a zone diverse o livelli opzionali. Proprio i segreti risultano essere tantissimi così come gli schemi “nascosti” che rischierete di saltare a piè pari. Una volta finito il gioco siamo rimasti stupiti da una schermata riassuntiva che ci avvertiva delle zone segrete che non avevamo trovato, dei veri e propri livelli che costituivano quasi la metà del gioco. Oltre a questo, una volta terminata la missione, si sbloccherà la modalità arcade nella quale potremo rigiocare tutti i livelli cercando di ottenere punteggi migliori ma solo con l’ausilio delle vite a disposizione che andremo ad aumentare trovando altri anelli sparsi per gli schemi. Nel menù principale troveremo poi la modalità di addestramento, che presenterà delle situazioni ideate per imparare l’utilizzo di tutti i veicoli a nostra disposizione. Oltre al caccia multiruolo Arwing e la sua trasformazione in Walker (mezzo di terra con qualche piccolo problema di sensibilità dei comandi) avremo la possibilità di provare il Landmaster, potente mezzo terrestre che questa volta potrà alzarsi in volo per un breve periodo, e il Gyrowing una sorta di “elicottero” (che abbiamo trovato di realizzazione un poco più debole rispetto agli altri) utilizzato nelle missioni di sabotaggio e con in dotazione un piccolo robot che sarà possibile calare nei punti più stretti per disattivare le difese dentro le linee nemiche.

Nel corso del gioco avrete modo di utilizzare differenti mezzi, dotati di armi uniche e di caratteristiche peculiari. In questo caso il piccolo robottino di supporto dovrà essere utilizzato per attivare particolari interruttori - Star Fox Zero
Nel corso del gioco avrete modo di utilizzare differenti mezzi, dotati di armi uniche e di caratteristiche peculiari. In questo caso il piccolo robottino di supporto dovrà essere utilizzato per attivare particolari interruttori
La parte tecnica del titolo, purtroppo, è l’aspetto che ci ha maggiormente deluso. Nonostante i 60 fps su entrambi gli schermi (ricordiamo il controller WiiU), anche se con qualche calo nei momenti più concitati, Star Fox Zero presenta pochi dettagli con texture che sembrano di qualche generazione fa con esplosioni e numero di poligoni decisamente sottotono. Vi segnaliamo la possibilità di poter giocare in cooperativa con un amico che controlla i movimenti dell’Arwing tramite controller pro e l’altro che spara mirando con il paddone. Nel caso vogliate acquistare la versione limitata di Star Fox Zero avrete la possibilità di avere insieme anche Star Fox Guard (sempre su disco), un tower defence a cui dedicheremo un approfondimento a parte.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
Star Fox Zero è, prima di tutto, molto divertente. Grazie a una curva di difficoltà crescente e ben calibrata, vi dovrete impegnare non poco per cercare di trovare ogni passaggio segreto o per sconfiggere quel boss che non sembra voler cedere sotto i vostri colpi. Nonostante i controlli non siano proprio di facile intuizione, soprattutto all’inizio, non potrete fare a meno di andare avanti a giocare anche solo per superare il vostro record personale. I limiti tecnici sono evidenti, ma Platinum Games e Nintendo hanno sfornato un ottimo, nuovo, Star Fox che i fan non dovrebbero farsi scappare.

Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!