Genere
Azione
Lingua
Tutto in italiano
PEGI
16+
Prezzo
69.90 Euro
Data di uscita
19/9/2008

Star Wars: Il Potere della Forza

Star Wars: Il Potere della Forza Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
LucasArts
Sviluppatore
LucasArts
Genere
Azione
PEGI
16+
Distributore Italiano
Activision Italia
Data di uscita
19/9/2008
Lingua
Tutto in italiano
Giocatori
1
Prezzo
69.90 Euro
Formato Video
HDTV
Formato Audio
Surround 5.1

Hardware

Star Wars: Il Potere della Forza sarà pubblicato per un gran numero di piattaforme (PS3, Xbox 360, Wii, PS2, PSP, Nintendo DS), ognuna delle quali potrà contare su contenuti specifici, sia a livello tecnologico (Digital Molecular Matter ed Euphoria, unicamente disponibili per le console HD), sia a livello di struttura.

Link

Eyes On

Non sottovalutare il potere della Forza...

Un primo sguardo al titolo che si propone di rilanciare la saga.

di Simone Soletta, pubblicato il

C'era un tempo in cui un gioco di LucasArts poteva essere acquistato a scatola chiusa, a maggior ragione se si trattava di un titolo ispirato alla saga spaziale più famosa della storia. Ne sono un esempio, capisaldi come X-Wing, Tie Fighter, Dark Forces, Rebel Assault, tutti titoli che, al tempo della loro uscita, sapevano innovare portando sui nostri schermi le emozioni vissute di fronte alle pellicole cinematografiche. Poi, una lunga serie di giochi meno avvincenti, pochi quelli davvero da ricordare nelle cinque pagine dedicate da Mobygames ai titoli dedicati a Star Wars: solo negli ultimi tempi, con Knights of the Old Republic e gli "spin-off" in salsa LEGO, le cose sono migliorate. Oggi, però, si sente il bisogno di un nuovo titolo "forte", e questo titolo l'abbiamo visionato negli studi di LucasArts a San Francisco.

l'importanza della trama

Tra nuova e vecchia trilogia c'è più poco da scavare nel tentativo di proporre nuovi eventi, anche se tra un film e l'altro ancora si trova qualche spazio.
Uno di questi è stato ipotizzato per Star Wars: Il Potere della Forza, che va a porsi cronologicamente tra la trilogia originale e i nuovi episodi. Al termine del "golpe" che ha portato Palpatine ad assumere il ruolo di Imperatore e a instaurare l'Impero, nel momento più buio per l'alleanza Jedi, il nuovo potentissimo Darth Vader si impegna a preparare la sua "discendenza".
Lo fa addestrando un giovane apprendista, mantenuto segreto agli occhi di tutti. Proprio il misterioso apprendista sarà il nostro alter-ego in questo gioco, che promette di farci vivere le vicende di Star Wars da un'ottica diversa rispetto a quanto visto nei giochi d'azione del passato. In più, gran parte delle caratteristiche del gioco sono improntate alle novità tecnologiche rese disponibili dall'avvento delle console di nuova generazione.

sandbox della forza

Quanto abbiamo potuto visionare sul grande schermo degli studi di LucasArts è un titolo action inquadrato in terza persona, con il nostro protagonista quindi sempre ben visibile sullo schermo: una soluzione utile soprattutto considerando l'importanza della lightsaber nell'economia degli scontri e per mantenere una visione sempre ampia su quanto ci circonda. I livelli proposti, infatti, sembrano in tutto e per tutto delle "palestre", degli ambienti zeppi di occasioni per sfruttare i nostri nuovi poteri.
A fronte di uno sviluppo che sembra oggi piuttosto lineare, abbiamo trovato all'interno de Il Potere della Forza una struttura fatta di ampie ambientazioni tra loro - linearmente, appunto - collegate: è in queste ambientazioni che potremo sbizzarrirci, visto che l'obiettivo potrà essere raggiunto in molti modi diversi sfruttando le abilità particolari del nostro personaggio.
Si può attaccare lancia in resta a lightsaber sguainata, si possono usare i poteri della forza per affrontare direttamente i nemici, si possono usare le strutture e gli oggetti che ci circondano per creare agguati, attacchi da distanza e così via. Non è un caso, insomma, che gli sviluppatori abbiano mostrato ambienti ricchi di oggetti (una fabbrica di Tie Fighter e una zona circondata da rocce fluttuanti): ognuno di questi può diventare un'arma da scagliare contro il nemico.
Nulla di nuovo, in questo caso, se non fosse che le versioni HD del gioco possono contare sulle già più volte annunciate tecnologie Euphoria e Digital Molecular Matter. La prima è una serie di tool per la gestione della cosiddetta Intelligenza Artificiale Biomeccanica, in pratica un "sistema nervoso digitale" che si prende carico di tutte le interazioni che coinvolgono i personaggi presenti nel gioco. Difficile dire oggi, senza aver potuto provare il gioco in prima persona, se questo sistema sia davvero rivoluzionario o se rappresenti solamente un gustoso "eye candy"; si apprezza comunque un netto miglioramento nei comportamenti dei personaggi e dei nemici, che di fronte alle nostre azioni sono in grado di reagire in modo sempre diverso e basandosi su quanto hanno attorno.