Genere
Azione
Lingua
Tutto in italiano
PEGI
16+
Prezzo
69.90 Euro
Data di uscita
19/9/2008

Star Wars: Il Potere della Forza

Star Wars: Il Potere della Forza Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
LucasArts
Sviluppatore
LucasArts
Genere
Azione
PEGI
16+
Distributore Italiano
Activision Italia
Data di uscita
19/9/2008
Lingua
Tutto in italiano
Giocatori
1
Prezzo
69.90 Euro
Formato Video
HDTV
Formato Audio
Surround 5.1

Hardware

Oltre alle versioni PlayStation 3, Xbox 360 e Wii, Star Wars: Il Potere della Forza approderà anche su PlayStation 2, PSP e su Nintendo DS, ovviamente con limitazioni e differenze secondo la singola piattaforma. Le prove giocate oggetto del nostro reportage qui a fianco si sono tenute su Xbox 360 e Wii.

Multiplayer

Star Wars: Il Potere della Forza non prevede modalità multigiocatore.

Link

Hands On

[E3 2008] Star Wars si scatena!

Tutto "il potere della Forza" nelle nostre mani.

di Matteo Camisasca, pubblicato il

Emblematica la frase di uno di uno dei ragazzi di LucasArts presenti qui a E3 2008 all'interno dell'area degli "hands on", uno del team pronto a supportare ogni eventuale problema con l'approccio ai controlli di gioco (evenienza in effetti piuttosto remota visto il set di comandi ben congegnato sia sulla coppia Xbox 360 / PS3, sia su Nintendo Wii). Guardandoci giocare il nostro ospite ci ha detto: "se ci giochi abbastanza, comincerai a usare i Poteri della Forza anche nella realtà"! Questa constatazione, che letteralmente è una buffonata, racchiude invece in sé una profonda verità: giocare a Il Potere della Forza su Xbox 360 e Wii come ha potuto fare il sottoscritto solo poche ore fa, è un'esperienza estremamente accessibile, naturale e immersiva, e - pur trattandosi fin nelle vene di un gran pezzo di fantascienza giocabile proiettata a schermo - appare talmente viva e appagante, quasi da stupirsi che non sia simulazione della realtà.

IN GIOCO SU XBOX 360

Come si legge fra le righe appena scritte, ci è piaciuto davvero tanto poter assaggiare un po' del giocato di Star Wars: Il Potere della Forza: il set di comandi, come dicevamo, calza come un guanto al gioco e ci permette di scatenare in breve tutte le possibilità di distruzione, anche molto creative, offerte in esso. Su Xbox 360 il tasto A è deputato al salto, singolo o doppio che sia secondo la pressione normale o ripetuta due volte velocemente: la proiezione in aria del nostro alter-ego è un momento di gioco importante e non solo a livello coreografico, in quanto consente di sottrarsi agli attacchi nemici o viceversa rappresenta il punto di partenza da posizione sopraelevata (e dunque privilegiata) per nuove mosse e combinazioni d'attacco. Il tasto B è quello che "scatena" la forza in modo assai simile alle onde energetiche di un picchiaduro vecchia scuola come Street Fighter o a quelle di Dragon Ball: tenendolo premuto si carica un colpo (che al contempo va ad attingere, esaurendola progressivamente, alla barra della Forza; questa poi si ricarica in modo automatico) oppure con una singola pressione si scatena una bolla energetica azzurra che respinge gli avversari e gli oggetti che ci ritroviamo dinanzi. Il colpo caricato servirà più volte nel gioco per sfondare imponenti portelli metallici chiusi o barriere che si frappongono sul nostro cammino, mentre la pressione singola l'abbiamo usata in modo frequente e ripetuto, quasi come fosse un'arma energetica da sparatutto (visto che l'effetto devastante sugli avversari è pressoché quello).
A proposito dei nemici, apriamo subito una parentesi per registrare come soprattutto sulle console ad alta definizione (la versione Wii in tutti i frangenti appare "ammorbidita" e semplificata rispetto alle versioni sorelle per le console Sony e Microsoft) i nemici assumano un comportamento abbastanza interessante in battaglia. Parlando di avversari standard come quelli delle truppe Ribelli, pur essendo poco più che delle marionette una volta raggiunti dai nostri poteri Sith, fanno di tutto per evitare l'evenienza, cercando di sottrarsi ai nostri attacchi e al contempo contrattaccando con ogni mezzo (tipicamente armi laser) risultando degli avversari da non sottovalutare. Risulta importante notare come il gioco gestisca credibilmente, sotto il profilo fisico e delle animazioni, le conseguenze dei nostri attacchi con la Forza: un soldato afferrato e scagliato lontano, per esempio, morirà se la spinta e il volo conseguente sono rispettivamente molto energico il primo e prolungato e poi caratterizzato da un atterraggio poco morbido il secondo. Se il nostro avversario invece sopravvive, lo vedremo cercare di rialzarsi stordito, rimettendosi in piedi a fatica: è un momento, tra l'altro, di cui conviene approfittare, per portare ulteriore morte e distruzione, fattore strategicamente importante tra l'altro non solo per i motivi più ovvi, ma anche perché dall'uccisione dei nemici traiamo l'energia che va a ricaricare il nostro stato di salute.

MEGLIO DELLA GRAVITY GUN

Tornando alla descrizione dei controlli, per il momento ancora in versione Xbox 360, il pulsante X gestisce gli attacchi con la Lightsaber: non c'è da essere timidi nell'utilizzarlo, perché è solo mediante pressioni ripetute a raffica che vanno a scatenarsi (in relazione alla nostra posizione e alla direzionalità data con lo stick sinistro) le combinazioni di attacco più spettacolari ed efficaci portate avanti con la Lightsaber. Questa danza di luce mortale si manifesta anche secondo la posizione e lo "status" dell'avversario: nell'esempio prima descritto – quello di un soldato accasciato a terra e che stenta a rialzarsi – un nostro attacco a suon di ripetute pressioni sul pulsante X facilmente culminerà in una mossa di esecuzione finale, che lo inchioderà definitivamente a terra.
Segnalando velocemente la presenza dei comandi che controllano la parata e uno scatto fulmineo nella direzione desiderata, arriviamo a un elemento di gameplay cruciale, ovvero quello che si attiva con il grilletto destro RT e ci consente di afferrare a distanza gli oggetti, che possono essere poi spostati nell'ambiente a piacimento in senso orizzontale e verticale utilizzando i due stick analogici. Rilasciando il grilletto destro, l'oggetto afferrato viene scagliato con forza nella direzione impostata sullo stick sinistro, andando a portare devastazione nella zona prescelta: da notare che bisogna prendere un attimo confidenza in particolar modo con questo comando, perché è fondamentale nelle economie di gioco e dunque va padroneggiato bene; potrebbe infatti capitare che da principio non si imposti bene la direzione di destinazione dell'oggetto con lo stick sinistro, che se lasciato in posizione centrale o quasi, non influisce minimamente sul "lancio" e dunque – una volta rilasciato il grilletto destro – vedremo ricadere a terra l'oggetto beatamente sotto la spinta della forza di gravità.


Commenti

  1. Maximus

     
    #1
    Caspita che bell'hands-on! E che sensazioni positive!! Bene! Anzi, benissimo!!
  2. The Prince

     
    #2
    Matteo Camisasca ha scritto:
    Emblematica la frase di uno di uno dei ragazzi di LucasArts presenti qui a E3 2008 all'interno dell'area degli "hands on", uno del team pronto a supportare ogni eventuale problema con l'approccio ai controlli di gioco (evenienza in effetti piuttosto remota visto il set di comandi ben congegnato sia sulla ...
     gia disponibile a settembre!ma io adoro questi giochi. me lo prenderò
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!