Genere
ND
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

Star Wars: Kinghts Of The Old Republic

Intervista

Star Wars: Knights Of The Old Republic - Intervista a James Ohlen

Dopo una sequela di titoli mediocri, usciti sull'onda del successo dei film omonimi, il marchio di Star Wars sembra ora conoscere una nuova fioritura, grazie all'arrivo di titoli come Jedi Academy, Star Wars Galaxies o Star Wars: Knights Of The Old Republic. E' quest'ultimo il protagonista della nostra intervista: James Ohlen di BioWare ci spiega cosa ci aspetterà quest'inverno grazie al suo arrivo su PC.

di Alberto Torgano, pubblicato il

In occasione della presentazione della versione PC di Star Wars: Knights Of The Old Republic, abbiamo avuto modo di incontrare James Ohlen, lead designer di BioWare, software house famosa per aver riportato alla ribalta il genere dei Giochi di Ruolo, con osannati titoli del calibro di Baldur's Gate e Neverwinter Nights. BioWare ha fatto tesoro di tutta la sua esperienza per creare Star Wars: Knights Of The Old Republic, un gioco che già in versione Xbox ha sbancato i botteghini, guadagnandosi il titolo di "fastest seller" (gioco che ha venduto più copie in meno tempo) per Xbox. Scopriamo insieme cosa ci ha rivelato Ohlen in quest'intervista esclusiva per Nextgame.it!

Nextgame.it: Star Wars: Knights Of The Old Republic prevede la possibilità di diventare Jedi buoni o Jedi oscuri. Anche la serie di Baldur's Gate offriva una simile possibilità, tuttavia il gioco era fortemente orientato su di un "role-playing" per buoni. Come è stata sfruttata questa opportunità in Star Wars: Knights Of The Old Republic?

James Ohlen: In Star Wars: Knights Of The Old Republic abbiamo curato molto questo aspetto, offrendo almeno due diverse soluzioni per ogni quest, una "buona" e una "oscura". In più il protagonista inizia con un profilo "neutrale" e sono le azioni a determinare successivamente lo spostamento verso il bene o il male: il modo in cui si risolve ogni quest influisce sempre sulla Forza, permettendo addirittura la redenzione di uno Jedi malvagio e viceversa.

Nextgame.it: Restando in argomento: il comportamento come influisce sugli altri personaggi giocanti e sugli NPC? Si può arrivare a combattere con i personaggi del proprio gruppo come in Baldur's Gate?

James Ohlen: I comportamenti degli NPC dipendono da quanto sanno sul giocatore, solo se lo conoscono reagiscono in modo conforme al suo comportamento; in breve rispondono in base a come vengono risolte le quest di cui sono a conoscenza. Anche i dialoghi con gli altri personaggi del party cambiano secondo la natura dello Jedi, tuttavia non si arriva a conflitti come in Baldur's Gate, poiché un Jedi oscuro non è "malvagio", bensì tende a perseguire i propri interessi, e non bada troppo a chi gli sta intorno. La Forza è differente dall'allineamento.

Nextgame.it: Abbiamo visto che in Star Wars: Knights Of The Old Republic si può interpretare un personaggio maschile o uno femminile: esiste a questo proposito una componente "sentimentale", si possono avere storie d'amore con altri personaggi del gioco?

James Ohlen: Sì, abbiamo inserito storie d'amore: il giocatore può decidere di compiere azioni specifiche per fare breccia nel cuore di alcuni personaggi, accedendo così a dialoghi e sottoquest ad uopo. Naturalmente abbiamo differenziato la componente sentimentale in base al sesso.

Nextgame.it: Oltre alla vicenda principale, sono state curate anche le storie personali degli altri personaggi giocabili?

James Ohlen: Certamente. Ogni personaggio ha una storia personale, dialoghi pensati appositamente per lui e sottoquest specifiche, può incontrare persone e parlare con loro. Sta al giocatore decidere se "dare corda" o meno.

Nextgame.it: In Star Wars: Knights Of The Old Republic si possono utilizzare cavalcature o mezzi di trasporto?

James Ohlen: Oltre alla Ebon Hawk, l'altronave con cui ci si sposta da un pianeta all'altro e al pod per il minigioco delle corse, non ci sono altri mezzi né cavalcature.

Nextgame.it: Durante la presentazione, abbiamo visto che i cavalieri Jedi possono combattere anche con due spade contemporaneamente ed eseguire mosse speciali e attacchi di vario genere. E' prevista la possibilità di uccidere in modo spettacolare il nemico, per esempio decapitandolo?

James Ohlen: Non abbiamo inserito elementi di questo tipo, perché riteniamo che l'ambientazione di Star Wars non si presti molto al "gore". Tuttavia ci sono colpi speciali e mosse Jedi molto spettacolari: una delle mie preferite è un lungo salto con cui uno Jedi può superare molti nemici per attaccare un bersaglio specifico.

Nextgame.it: Quindi il 3D di Star Wars: Knights Of The Old Republic è un "vero" 3D in cui si possono fare anche movimenti verticali?

James Ohlen: Non proprio, ci sono colpi che prevedono salti, ma non si può "volare".

Nextgame.it: Qual è il massimo livello raggiungibile?

James Ohlen: Il ventesimo.

Nextgame.it: Nelle sequenze di combattimento abbiamo visto che si può alternare il controllo di ogni personaggio del party, lasciando gli altri all'Intelligenza Artificiale o dando loro ordini. Però non abbiamo ben capito se il personaggio controllato direttamente esegue gli ordini o deve essere usato "attivamente".

James Ohlen: I personaggi eseguono sempre gli ordini. In ogni momento si può mettere il gioco in pausa e modificare i comandi spostandosi da un personaggio all'altro e il personaggio controllato è semplicemente quello a cui possiamo dare ordini in quel momento, mentre gli altri si limitano a eseguire quanto deciso prima e poi ad agire secondo la loro Intelligenza Artificiale.