Genere
Sparatutto
Lingua
Inglese
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
26/11/2001

Star Wars Rogue Leader: Rogue Squadron II

Star Wars Rogue Leader: Rogue Squadron II Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
LucasArts
Sviluppatore
Factor 5
Genere
Sparatutto
Data di uscita
26/11/2001
Lingua
Inglese
Giocatori
1

Lati Positivi

  • Grandissima realizzazione grafica
  • Divertente e molto immediato
  • Coinvolgimento immediato
  • Grande fedeltà ai film
  • Buona varietà e profondità delle missioni
  • Sonoro di altissimo livello
  • Missioni segrete affascinanti

Lati Negativi

  • Poca originalità
  • Qualche incertezza nel frame rate
  • Necessita di un cavo S-video per essere "goduto" nel giusto modo

Hardware

Tutto quello che vi serve è un GameCube USA o un GameCube Giapponese appositamente modificato. Attenzione però, per salvare la propria posizione dovete forzatamente avere una Memory Card dedicata unicamente ai giochi americani, dato che i salvataggi di giochi giapponesi ed americani non sono compatibili. Nel caso si tenti di effettuare salvataggi di un gioco americano su una console che contiene già salvataggi giapponesi (o il contrario), il gioco richiederà la formattazione immediata della Memory Card, con la conseguente perdita di ogni dato precedentemente inserito. Rogue Leader supporta anche la tecnologia Dolby Surround Pro Logic II.

Multiplayer

Non sono previste modalità di gioco in multiplayer.

Link

Recensione

Star Wars Rogue Squadron II: Rogue Leader

Ce n'è voluto di tempo, ma finalmente gli amanti di Guerre Stellari possono buttarsi con anima e corpo su di un gioco che ripropone in maniera tecnicamente fedele le imprese descritte nella celeberrima trilogia di Lucas. Perché la forza scorra è sufficiente un piccolo cubo, pochi centimetri di altezza e una spanna in larghezza... sufficiente a dare vita a una "galassia lontana lontana".

di Mattia Ravanelli, pubblicato il

Veniamo infine alla croce digitale, utilizzata da Rogue Leader per impartire i comandi ai propri compagni di squadriglia. E' questa la funzione più criticabile dell'intero sistema di controllo, per il resto pressoché esente da difetti. Nel "cuore" della battaglia, durante gli scontri più accesi, è semplicemente scomodo dover spostare il pollice dallo stick analogico alla croce digitale per impartire gli ordini, si rischia in alcuni casi infatti di perdere per qualche istante il controllo del mezzo. Sarebbe stato più comodo e sicuro scambiare le funzioni dello stick C e della croce digitale tra di loro. Tutto il discorso appena fatto è comunque il classico cercar l'ago nel pagliaio...
Per il resto il controllo si rivela affidabile, molto preciso e incapace di provocare qualsivoglia arrabbiatura o frustrazione.

TECHNICALLY YOURS...

Come già avrete intuito, Rogue Leader è indubbiamente il miglior gioco dal punto di vista grafico che oggi si trovi sul mercato per quel che riguarda il GameCube (e se vogliamo, non solo della console Nintendo). Tutto appare davvero grandioso e maestoso come in pochissime altre esperienze: i modelli poligonali dei veivoli sono pressoché identici a quelli presentati nelle pellicole originali, così come le texture utilizzate rendono pienamente onore alla potenza nascosta nelle piccole pareti del cubetto di Miyamoto e compagni. Assolutamente convincenti anche gli effetti di fogging, come quelli presenti nella battaglia di Bespin o nella seconda missione (Ison Corridor), così come i riflessi in tempo reale sparsi un po' ovunque (e parlando di un gioco che riesce a offrire vere e proprie pioggie di laser). Non hanno bisogno di commenti gli effetti d'illuminazione, la scelta dei colori e in generale la resa a video. Insomma, un vero e proprio tripudio.
Discorso a parte per quel che riguarda l'aggiornamento dello schermo: alcune missioni offrono infatti un frame rate pari a 60 fps, in altre occasioni ci si trova invece di fronte a più normali 30 fps. In entrambi i casi la fluidità è piuttosto buona, con alcune lievi incertezze che però non infastidiscono assolutamente il giocatore o lo svolgersi delle missioni.
C'è poi da sottolineare che Rogue Leader gode in particolar modo del suo aspetto grafico. Ci spieghiamo meglio: chiunque abbia apprezzato (o ancor più, adorato) i film di Lucas ritrova in Rogue Leader il primo grande videogioco in grado di richiamare davvero alla mente le scene pirotecniche descritte al cinema. Insomma, nel primo attacco all'incrociatore imperiale, quando si guida un B-Wing a tutta velocità tra una vera e propria tempesta di Tie Fighter, con il suddetto incrociatore che si staglia nello spazio in tutta la sua maestosa "quantità"... c'è poco di cui discutere. Tutto questo fa si che l'immedesimazione, aspetto indubbiamente fondamentale per un gioco come Rogue Leader, raggiunga livelli inediti e di conseguenza è l'intera esperienza di gioco. La situazione idilliaca già descritta è arricchita in maniera pressoché perfetta da un aspetto sonoro in grado di mettere in piena luce le doti tecnico-sonore del GameCube. D'altronde, quando due prime stelle della musica come Chris Hulsbeck (Factor 5) e John Williams (Star Wars Official Soundtrack) si incontrano e sono sostenuti da un hardware e un middleware (Musyx) che sembrano davvero non temere rivali... la situazione non può che essere raggiante. Sentire un Tie Fighter, con il suo tipico "rumore", che sfreccia sul nostro X-Wing, o ancora meglio, che prende fuoco ed esplode a terra... è qualcosa d'impagabile, a tratti ancor più impressionante che l'aspetto visivo. Per non parlare dei temi musicali ripresi dall'originale colonna sonora (non c'è bisogno di commento) o dei midi appositamente realizzati da Hulsbeck. Il tutto è coadiuvato dalla grande qualità e nitidezza del sonoro garantita dall'hardware del GameCube. Al bacio.
Nota a margine: buona parte delle voci e delle frasi digitalizzate all'interno del gioco sono riprese "paro paro" dai film originali. Sono state ricampionate le voci di James Earl Jones (Darth Vader) e di l'ormai "fu" Alec Guinness (Obi Wan Kenobi), dato che entrambi i suddetti detengono diritti privati sulle proprie performance vocali.

MAY THE SCHWARTZ BE WITH YOU...

Dal punto di vista della longevità Rogue Leader si dimostra piuttosto solido. Le undici missioni base offerte dal prodotto LucasArts offrono un'ottima sfida che diventa una vera e propria impresa titanica se si vuole guadagnare un bel sacchettone di medaglie d'oro. A questo si aggiungano le missioni aggiuntive (con invitati illustri quale il Millennium Falcon, mica robetta!) e alcune chicche rappresentate da delle astronavi segrete da sbloccare in svariati modi. Nel Gamedisc è poi presente una sezione dedicata agli extra, come nei classici DVD: documentari, trailer e qualche altro filmato.
Non si tratta certamente del gioco, inteso in senso stretto, dell'anno, perlomeno oggettivamente parlando. Per i fan della più celebre saga fantasy/fantascientifica di sempre è indubbiamente un acquisto obbligato e un motivo sufficente per comprare il GameCube, per gli altri si tratta di un ottimo titolo.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
Chiunque avesse dubbi sulle reali capacità tecniche del GameCube è stato "servito": Rogue Leader offre innumerevoli spunti per lodare a squarciagola l'hardware Nintendo, non ultima la presenza continua di filmati nei menu che testimonia una velocità di trasporto dei dati davvero interessante. Al di fuori del livello grafico/sonoro, capace di commentarsi da sé, Rogue Leader è un ottimo sparatutto arcade, con missioni variegate, divertenti e un ritmo di gioco che non lascia mai spazio alla noia. Di certo non si può pensare a Rogue Leader come a un gioco innovativo o in grado di offrire chissà quali spunti di design, ma nel suo essere "classico" presenta una solidità e una cura invidiabile. Ben fatto.