Genere
ND
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
16+
Prezzo
€ 54.99
Data di uscita
27/7/2010

StarCraft II: Wings of Liberty

StarCraft II: Wings of Liberty Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

PEGI
16+
Data di uscita
27/7/2010
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
8
Prezzo
€ 54.99

Hardware

Il gioco, in versione PC, supporta i sistemi operativi Windows XP SP3/Vista SP1/Windows 7. Per giocare è necessario almeno un processore a 2,2 GHz Pentium 4 o equivalente, con 1 GB per XP/1.5 GB per Vista e Windows 7 e una scheda video NVidia GeForce 6600 GT/ATI Radeon 9800 PRO. Utilizzando una bassa qualità di texture ed effetti, il gioco è perfettamente giocabile anche sulla configurazione minima.

Multiplayer

La beta di StarCraft II è esclusivamente dedicata al multiplayer, e consente di organizzare scontri uno contro uno, due contro due e tutti contro tutti, sia in competizione con giocatori umani che ricorrendo all'appoggio dell'intelligenza artificiale.

Link

Hands On

StarCraft è tornato!

La beta di StarCraft II finalmente nelle nostre mani.

di Jacopo Mauri, pubblicato il

Lo abbiamo aspettato per anni, e dopo averlo potuto giocare in una sala affollatissima durante la gamescom 2009, ora è finalmente arrivato il momento di farlo nella riservatezza del nostro PC di casa, in tutta tranquillità e con un'innegabile emozione addosso. StarCraft II arriva nella sua versione beta, proponendo un primo, gustosissimo, assaggio di quel che troveremo nei negozi in un futuro ancora da scoprire.

La cura per i dettagli

È proprio questo, la cura per i dettagli, che distingue un capolavoro da un bel gioco. E sebbene, parlando qui di una beta, sia impossibile dare giudizi definitivi (e sarebbe del resto quanto meno affrettato sbilanciarsi troppo in un senso o nell’altro) resta intoccabile la formidabile qualità che StarCraft II riesce fin d’ora a mostrare.
A maggior ragione considerando che si tratta di una versione non definitiva, per esempio, è impressionante notare la stabilità del gioco, del supporto alla modalità multiplayer, la chiarezza grafica dell’interfaccia e la corposità di tutto il comparto strategico.
Avviare StarCraft II (che, oltretutto, richiede tutt’altro che un super PC per girare, e risulta anzi godibile su configurazioni vecchie di anni) è questione di pochi secondi, e un altro brevissimo lasso di tempo è sufficiente per selezionare una partita e lanciarsi nella mischia. Qui, sul campo di battaglia, tutto gira con precisione e rigore, e al di là di qualche momentaneo rallentamento la stabilità delle partite online ha dell’incredibile: basti pensare che, durante le nostre prove, non è mai capitato di incappare in un crash di qualsiasi genere, tanto dovuto alla caduta della connessione, quanto in relazione a errori fatali del gioco, con conseguente, mesto ritorno al Desktop di Windows.

Tutti online!

Questa beta è sostanzialmente “multiplayer-only”, nel senso che non è presente alcuna traccia della campagna per giocatore singolo. A sopperire in qualche modo alla mancanza di ritmi più blandi, interviene però la ormai classica modalità schermaglia, in cui è il giocatore stesso a creare una partita, selezionare i partecipanti e stabilire le “regole” del gioco. Questa opzione consente quindi di studiare pregi e difetti di ogni fazione in gioco, nella tranquillità garantita da un basso livello di difficoltà (“Molto facile”, l’unico presente al momento) che mette al riparo da possibili (anzi, diremmo quasi puntuali) “rush” cui spesso e volentieri si assiste durante una partita multiplayer online.
In schermaglia è possibile giocare uno contro uno, due contro due, oppure optare per un più frenetico “tutti contro tutti”, utile magari per sperimentare, in una volta sola, strategie di attacco contro diverse fazioni, testando la capacità di reazione di ogni schieramento a una particolare tipologia di combattimento.
Parlando delle mappe, da segnalare è invece la buona quantità di materiale già a disposizione, oltretutto caratterizzato da una realizzazione molto attenta al bilanciamento strategico generale. La conformazione del terreno, nello specifico, è sempre progettata a influenzare pesantemente le azioni dei giocatori. Con un occhio rivolto ai giocatori esordienti, alcune mappe sono disponibili anche in modalità “neofita”, nella quale una rocca protegge gli accessi alla base limitando (almeno nelle intenzioni) l’efficacia dei rush.

Strategia al ralenti

In seconda battuta, non meno importante è il lavoro in fase di progettazione: il luogo ove sviluppare la propria base, la possibilità di accedere a giacimenti secondari (e difenderli in maniera efficace o meno), così come lo studio dei percorsi che collegano un giocatore all’altro, via terra ma anche via cielo. Sono tutti elementi accuratamente valutati e bilanciati, così da non lasciare nulla al caso, ma permettere ai giocatori più attenti di sfruttare a fondo queste sfumature strategiche.
Non è del resto un puro fattore opzionale la possibilità di accedere alla lista completa dei replay delle partite giocate, anzi. Grazie a tale funzione, ogni giocatore ha l’occasione di rivedere non solo se stesso, ma anche ogni avversario fronteggiato, studiandone strategia, movimenti e tattiche avanzate. Replay che tra l’altro possono essere manipolati come un vero e proprio video, decidendone la velocità di scorrimento, riavvolgendo o mandano avanti interi pezzi per giungere ai momenti topici dello scontro che, grazie all’assenza della nebbia di guerra, sono totalmente visibili agli occhi del giocatore.

Lo strategico dell’anno?

Citando l’apertura dell’articolo, è presto per fare previsioni concrete, visto che abbiamo per ora visto e giocato un codice beta, oltretutto relativo al solo comparto multigiocatore. In aggiunta, il 2010 si annuncia come un anno particolarmente caldo per il genere degli strategici in tempo reale, e non per nulla siamo ormai prossimi a ricevere Supreme Commander 2 e Command & Conquer 4: Tiberian Twilight.
Eppure, perché un “eppure” ci dev’essere per forza dopo un giro di parole come questo, il fascino di StarCraft II è vivo e vegeto, travolgente, ricco al punto da farci azzardare previsioni tutt’altro che moderate. Quanto mostrato da Blizzard è un concentrato di adrenalina e frenesia di gioco, ma al tempo stesso anche un assaggio di quanto la campagna per giocatore singolo possa farsi travolgente: con una base strategica come questa, basterà un filo narrativo che sappia mantenere gli standard qualitativi della casa di sviluppo per mettere insieme un'accoppiata vincente sotto tutti i punti di vista.
Posto che, il rischio maggiore - almeno per il momento, sembra riconducibile al ritmo addirittura troppo frenetico di alcune sessioni multiplayer, in cui tutto rischia di appiattirsi su rush al fulmicotone che non consentono un organico sviluppo dello scontro fra i giocatori. Ma anche questo vuol dire essere un "gioco Blizzard"...


Commenti

  1. Stefano Castelli

     
    #1
    E si aprono le danze di Starcraft II.

    Ammetto di non essere un grandissimo fan del genere, però mi intriga troppo.
  2. Dypa77

     
    #2
    Stefano Castelli ha scritto:
    E si aprono le danze di Starcraft II.
    Ammetto di non essere un grandissimo fan del genere, però mi intriga troppo.
     E proprio qui sta il bello. Io da super appassionato di RTS aspetto questo titolo come la manna dal cielo visto che ancora oggi una partita a Starcraft la faccio più che volentieri, ma anche i non appassionati sono stati attirati da una combinazione rarissima di giocabilità, storie intriganti (vissute tramite filmati che non sfigurerebbero al cinema) e colpi di scena a profusione. Stacraft 2 anche se fosse solo un "more of the same" (e, letto anche l'hands-on, parrebbe invece foriero di un sacco di novità) attirerebbe tutti, anche a chi fino ad oggi a sentir parlare di RTS gli subentrava l'orchite.
  3. Andrea_23

     
    #3
    C'è davvero tanto lavoro da fare (con la patch di oggi hanno piallato senza mezzi termini 3-4 abilità, tanto per dire), ma le premesse per il botto (soprattutto in ottica del gioco professionistico) ci sono tutte : |.
  4. Jacky

     
    #4
    Andrea_23 ha scritto:
    C'è davvero tanto lavoro da fare (con la patch di oggi hanno piallato senza mezzi termini 3-4 abilità, tanto per dire), ma le premesse per il botto (soprattutto in ottica del gioco professionistico) ci sono tutte : |.
     
    Appena scaricata.
    Tranquilli che abbiamo in previsione una serie di pezzi per tenere tutti aggiornati sugli sviluppi della beta.. ;)
  5. link900

     
    #5
    Dypa77 ha scritto:
    E proprio qui sta il bello. Io da super appassionato di RTS aspetto questo titolo come la manna dal cielo visto che ancora oggi una partita a Starcraft la faccio più che volentieri, ma anche i non appassionati sono stati attirati da una combinazione rarissima di giocabilità, storie intriganti (vissute tramite filmati che non sfigurerebbero al cinema) e colpi di scena a profusione. Stacraft 2 anche se fosse solo un "more of the same" (e, letto anche l'hands-on, parrebbe invece foriero di un sacco di novità) attirerebbe tutti, anche a chi fino ad oggi a sentir parlare di RTS gli subentrava l'orchite.
    Io il primo l'ho scoperto solo un anno e mezzo fa da un amico.. e dopo averci passato una nottata.. che dire.. ho iniziato da quel giorno ad aspettare l'uscita del 2!
    Recuperare il primo non mi andava perchè cosi all'arrivo di questo secondo capitolo potrò godere di un esperienza nuova *.*!
    Solo che se me lo piazzano a giugno farà a botte con mario galaxy 2 :DD!
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!