Genere
Guida
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
51,90 Euro
Data di uscita
15/9/2006

Super-Bikes Riding Challenge

Super-Bikes Riding Challenge Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Black Bean Games
Sviluppatore
Milestone
Genere
Guida
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
15/9/2006
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
2
Prezzo
51,90 Euro

Lati Positivi

  • Modello di guida perfettamente calibrato
  • Adatto, grazie agli aiuti, a tutti i piloti
  • Buon parco veicoli, tutti ben realizzati

Lati Negativi

  • Avversari poco competitivi
  • Traiettorie avversarie inattese
  • Alcuni circuiti graficamente sottotono

Hardware

Super-Bikes Riding Challenge, nell'edizione PS2 qui recensita, richiede una confezione originale del gioco, una console PlayStation 2 europea, un joypad DualShock 2 o analogo e una Memory Card con 387 KB liberi per salvare i progressi conseguiti. Il gioco è disponibile anche in versione PC.

Multiplayer

Super-Bikes Riding Challenge supporta il multiplayer in split screen per un massimo di due giocatori: gare "secche" da configurare a piacimento e otto tornei a tema.
Recensione

Sto aprendo il gas, fatti da parte!

Luci e ombre per la nuova creatura di Milestone.

di Simone Soletta, pubblicato il

Super-Bikes Riding Challenge è un gioco che offre molto dal punto di vista del piacere di guida, ma che risulta molto lineare nell'esperienza della carriera. Prima che si presentino avversari capaci di rappresentare una sfida appena credibile si devono correre almeno una trentina di gare, durante le quali si ha certamente modo di apprezzare l'ottimo lavoro fatto sui vari modelli di guida, perfettamente riusciti, ma anche i limiti di avversari incapaci di impensierirci se non grazie a qualche tamponamento o a qualche taglio di traiettoria di troppo.
Disabilitare gli aiuti rende ovviamente tutto più complicato, e infatti vi consigliamo di farlo abbastanza in fretta, ma anche in questo caso il problema non risiede nella maggiore competitività degli avversari in pista, ma nella necessità di comprendere al meglio le reazioni delle varie moto che guideremo e, soprattutto, i percorsi proposti. Il punto di staccata, l'erogazione del gas, le traiettorie diventano la vera sfida di Superbike Riding Challenge, che si dimostra così essere un vero e proprio campo da gioco per chi ama pennellare le curve, gestire le sbandate, piegare la moto raggiungendo angoli davvero esaltanti. Piacere di guida totale, quindi, ma sostanzialmente in solitario: del resto, quando bastano due staccate per portarsi in testa a una gara, è ovvio che la sfida si riduce alla ricerca della perfezione nella disciplina della geometria motociclistica.
Contribuisce infine a rendere l'esperienza un po' meno appagante, a dispetto della grande mole di moto disponibili, il fatto che ogni gara sia di fatto "monomarca": la moto che sceglieremo sarà quella che utilizzeranno tutti i nostri avversari. Forse si sarebbe potuto variare un po' le gare creando gruppi di moto differenti dotate di caratteristiche analoghe.

BELLO, TUTTO SOMMATO...

Graficamente parlando, la versione PlayStation 2 del gioco presenta particolari davvero apprezzabili: le moto sono molto ben realizzate, con anche le scolpiture dei pneumatici in bella vista, e i piloti sono completamente animati (si nota il piede che agisce sulla leva del cambio, il polso che accelera e così via).
La realizzazione dei percorsi denota qualche alto e basso, con complessità poligonali più che apprezzabili (Londra, per esempio) che fanno da contraltare a percorsi un po' più spogli (le Highlands). L'unica cosa che interviene a rovinare la grafica è il marcato aliasing che è possibile notare a bordo pista sulle linee oblique, ma in generale riteniamo che Milestone abbia fatto un buon lavoro per quanto riguarda l'impatto visivo.
Buono anche il comparto audio, capace di produrre motori ben diversificati tra loro e in generale abbastanza credibili.

IL GIOCO DI MOTO DEFINITIVO?

Super-Bikes Riding Challenge, insomma, può rappresentare un ottimo punto di partenza per la realizzazione di qualcosa di davvero appagante nel sottogenere dei giochi motociclistici. Il modello di guida ci ha davvero impressionati, profondo e divertente come pochi altri hanno saputo essere. Senza gli aiuti guidare è davvero difficile, ma senza mai risultare frustrante: una sfida costante tra i nostri pollici e l'asfalto delle piste, da studiare con grande attenzione per trovare le linee di traiettoria perfette.
Da rivedere, invece, il contorno, a partire da una struttura forse troppo lineare e soprattutto da avversari che si comportano in pista in modo un po' troppo aggressivo (in fase di staccata) e un po' troppo pauroso (quando si tratta di agire sulla manetta).

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
Super-Bikes Riding Challenge è un gioco che sa impegnare senza risultare troppo banale o frustrante. Il modello di guida è eccellente, un perfetto connubio tra la voglia di simulazione e l'accesso immediato: solo disabilitando gli aiuti si può comprendere quanta cura sia stata posta nella realizzazione dei vari modelli di moto proposti. Da rivedere invece l'intelligenza artificiale degli avversari e una sequenza di gare che talvolta appare troppo lineare.