Genere
Picchiaduro
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
3/10/2014

Super Smash Bros.

Super Smash Bros. Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Nintendo
Sviluppatore
Nintendo
Genere
Picchiaduro
Distributore Italiano
Nintendo Italia
Data di uscita
3/10/2014

Lati Positivi

  • Contenuti a volontà.
  • Tante modalità.
  • Potenzialmente infinito.
  • Spinge al limite 3DS.

Lati Negativi

  • I caricamenti per avviare e chiudere il gioco sono più lunghi della media.
  • La leggibilità dell'azione sul 3DS normale è a volte complicata.

Hardware

Super Smash Bros. è atteso in esclusiva su Nintendo 3DS e Wii U. La versione per home console non ha ancora una data di uscita, ma è attesa per la fine dell'anno, mentre quella su 3DS sarà disponibile dal 3 ottobre sia in formato retail che digitale.

Multiplayer

Super Smash Bros. supporta diverse modalità multiplayer, sia in wireless giocando vicino alle console degli amici sia tramite il Nintendo Network.

Modus Operandi

Grazie al codice dowload 3DS gentilmente fornito da Nintendo, abbia passato circa una ventina di ore lottando con i personaggi nelle tante modalità disponibili.
Recensione

Il 3DS picchia duro

Il nuovo capitolo della saga brawler spinge al limite la piccola console Nintendo.

di Claudio Magistrelli, pubblicato il

Forse inconsciamente, ma in molti abbiamo commesso l'errore di sottovalutare Super Smash Bros. per 3DS. Ci siamo scottati troppe volte con versioni portatili di grandi giochi rivelatesi alla fine nulla più che compitini, riduzioni operate con l'accetta fino a raggiungere una dimensione (tecnica o contenutistica è indifferente) accettabile per una console portatile. E questo quando va bene, perché l'eventualità di trovarsi di fronte a un lontanissimo parente, accomunato al gioco per console casalinghe solamente dal medesimo nome all'anagrafe, è sempre dietro l'angolo.

Lo spessore del contorno dei personaggi può essere regolato su tre diversi livelli d'intensità. - Super Smash Bros.
Lo spessore del contorno dei personaggi può essere regolato su tre diversi livelli d'intensità.

Super Smash Bros. magari è semplicemente l'eccezione che conferma la regola, ma un'eccezione enorme, pesante, forse fondamentale. Un'ostentazione di potenza da parte di Nintendo 3DS, da lasciare di sasso, in cui l'unica riduzione concessa è quella della dimensione dello schermo, necessariamente inferiore al televisore di casa su cui godrete del fratello maggiore per Wii U, ma inchiodata allo standard dei 60 fps senza tollerare trasgressioni.

PERSONAGGI DI SPESSORE

La prima obiezione a venire in mente riguarda probabilmente la difficoltà di leggere con sufficiente chiarezza l'incessante e a tratti caotica azione mostrata su schermo, e bisogna ammettere che questo aspetto è probabilmente l'unico punto di vista sotto il quale Super Smash Bros. mostri il fianco, ma indubbiamente in misura minore rispetto a quanto paventato. Lo spesso contorno nero dei personaggi aiuta quest'ultimi a spiccare rispetto ai colorati sfondi, realizzati appositamente per questa versione 3DS con tanto di parti mobili o animate, come il motoscafo dell'Isola di Tortimer che può prendere il largo all'improvviso durante uno scontro.

Sconfiggendo i nemici in Avventura Smash si guadagnano preziosi bonus da usare nella seconda fase, in cui bisognerà vedersela faccia a faccia con i propri rivali. - Super Smash Bros.
Sconfiggendo i nemici in Avventura Smash si guadagnano preziosi bonus da usare nella seconda fase, in cui bisognerà vedersela faccia a faccia con i propri rivali.

Alla gran quantità di ambientazioni presenti, di poco inferiori alla trentina, risponde il gran numero di combattenti: un roster che sfiora le cinquanta unità una volta sbloccati tutto lo sbloccabile. Occupazione che di sicuro richiederà parecchio del vostro tempo nei mesi (anni?) futuri, perché oltre ai consueti personaggi segreti questa edizione di Super Smash Bros. introduce per la prima volta anche la possibilità di personalizzare ciascun personaggio, ma non tutto è disponibile da subito. Un buon modo insomma per consentire al giocatore di prendere confidenza con le diverse combinazioni senza l'angoscia di ritrovarsi subito di fronte a una marea di possibilità spiazzato dalla troppa scelta, e al contempo un'ulteriore motivazione per mantenere a lungo la cartuccia nella propria console.

PROFONDITÀ E SEMPLIFICAZIONE

Diciamo ulteriore perché, di base, Super Smash Bros. si presterebbe già di suo a essere giocato, e rigiocato, e rigiocato, in un periodo di tempo che potrebbe tranquillamente tendere all'infinito, per una lunga serie di motivi. Primo tra tutti, la solita, sorprendente profondità del sistema di combattimento. Certo è vero che si può uscire vincitori dalle mischie anche pigiando i tasti senza una grande cognizione di causa, in fondo gli attacchi sono solo due (quello normale e lo Smash), eppure sotto quella superficie caciarona c'è molto, molto di più. Paradossalmente, la complessità pare raggiunta ancora una volta proprio attraverso la semplificazione.

Gli scenari sono aperti, nel senso che ci sono delle zone in cui manca la terra sotto i piedi dei personaggi e il nostro scopo è proprio scagliare i nostri avversari in quelle zone. Per farlo bisogna prima indebolirli, aumentando la percentuale visibile sullo schermo inferiore che determina la distanza che percorreranno una volta colpiti abbastanza forte, e poi scatenare uno dei nostri colpi più potenti per vederli prendere il volo. Il touch down non è assicurato perché il doppio salto permette di recuperare in diverse occasioni, ma con questo accenno ci ritroviamo a sconfinare in un altro territorio, quello degli smisurati strumenti a disposizione del giocatore a fronte di un sistema di controllo decisamente limitato nel numero di tasti.

Nella Modalità Allenamento Classica si potrà decider il proprio percorso... - Super Smash Bros.
Nella Modalità Allenamento Classica si potrà decider il proprio percorso...

Gli attacchi sono solo una parte del bagaglio necessario per padroneggiare Super Smash Bros. A questi ovviamente si aggiungono power up e oggetti che piovono sul campo di battaglia. Ma soprattutto, l'indispensabile punto d partenza deve essere una conoscenza approfondita delle caratteristiche dei personaggi, delle diverse tipologie dei loro attacchi, di punti forti e punti deboli, e dei rapporti di forza o complementarietà che intercorrono tra tutti gli elementi del roster di cui l'esempio fatto nella recente preview con protagonisti i due nuovi ingressi, l'Abitante e Mega Man, rappresenta solo una piccolissima parte.

DELLE MODALITÀ , O DELLE TAPPE DEL PERCORSO

Poi ci sono le numerose modalità di gioco, a partire dalla classica Mischia, da soli contro la CPU o in compagnia di amici connessi in Wi-Fi, in cui ci si scontra secondo un set di regole scelte dell'utente (ad esempio, optando tra il limite di tempo e il numero di vite massimo) in battaglie che coinvolgono da 2 a 4 personaggi, e che possono essere declinate anche online accedendo al Nintendo Network. L'Avventura Smash, anch'essa affrontabile da soli contro la CPU o in wireless con amici, divide le battaglie in due fasi distinte: la prima ambientata in una sorta di livello platform richiede di sconfiggere i nemici presenti (provenienti dai diversi universi narrativi Nintendo che qui si incontrano in improbabili mash-up) per poi raccogliere degli upgrade da usare nella seconda. Ma non è detto che la seconda parte si svolga stando alle regole della mischia: può capitare che tutta la forza accumulata non serva poi a molto se il vincitore viene determinato da una gara di corsa.

...e usare l'oro guadagnato per regolare il livello di intensità da cui dipendono sia la forza dei nemici che il valore delle ricompense. - Super Smash Bros.
...e usare l'oro guadagnato per regolare il livello di intensità da cui dipendono sia la forza dei nemici che il valore delle ricompense.

E ancora, se non fosse abbastanza, è presente una nuova modalità allenamento suddivisa in tre diverse sezioni. La modalità classica offre un percorso a bivi attraverso sfide più o meno complesse e consiste nell'allenamento standard per permetterci di prendere confidenza con i personaggi; la Modalità All-Star permette di affrontare gruppi di rivali ripercorrendo le tappe fondamentali della storia del videogioco, e infine, lo Stadio con la sua raccolta di mini-giochi. Il bello che questa molteplicità di personaggi, scenari, opzioni, modalità e personalizzazioni non è fine a sé stessa, non è un accumulo da sfoggiare, ma un unico grande percorso da godersi passo dopo passo per sbloccare tutto il possibile. Ci vorrà una vita intera forse, ma scommettiamo che là fuori non manca chi non vede l'ora di accettare la sfida.

Voto 5 stelle su 5
Voto dei lettori
Super Smash Bros. è tante cose. Un nuovo capitolo quasi perfetto della saga, che espandendosi a livello di contenuti va a posizionarsi tra i due estremi degli ultimi due capitoli sul piano della giocabilità. Una dimostrazione inaudita di potenza del Nintendo 3DS, tirato veramente oltre il suo limite. Infine, un percorso di apprendimento da percorrere con il sorriso per capire come sotto un picchiaduro casinista si possa nascondere un'esperienza estremamente tecnica, frutto di un impensabile bilanciamento tra una miriade di elementi che può essere goduta a qualunque livello, dalla partita di tipo occasionale al torneo professionistico. Sotto molti punti di vista, insomma, Super Smash Bros. può essere considerato il punto di arrivo della grandiosa sgroppata verso la gloria di Nintendo 3DS.

Commenti

  1. SinA1991

     
    #1
    Capolavoro. L'unica cosa che potrebbe mettere in ombra Smash Bros 3DS è... il suo gemello WiiU. Nel caso fosse parecchio superiore, svilirebbe la versione portatile. Non resta che aspettare e vedere, anche se probabilmense saranno entrambi meravigliosi.
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!