Genere
Picchiaduro
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

Tekken Tag Tournament 2

Tekken Tag Tournament 2 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Bandai Namco
Sviluppatore
Bandai Namco
Genere
Picchiaduro
Intervista

Quattro chiacchiere con Mr. Tekken

Katsuhiro Harada al Japan Expo.

di Marco Ravetto, pubblicato il

Gli appassionati di picchiaduro, in particolar modo della saga di Tekken, stanno vivendo un 2011 ricco di soddisfazioni. Oltre all’uscita nelle sale giochi di Tekken Tag Tournament 2, i prossimi mesi saranno contraddistinti dal lancio di una pellicola cinematografica in CG e da un Blu-Ray che, oltre alla suddetta pellicola, conterrà anche una versione rimasterizzata in alta definizione (esclusiva per PS3, ovviamente, visto che stiamo parlando di Blu-Ray) del primo Tekken Tag Tournament. Per parlare di tutti questi argomenti, nel corso del recente Japan Expo di Parigi abbiamo scambiato quattro chiacchiere con Mr. Tekken in persona, Katsuhiro Harada…

Videogame.it: Da dove è nata l’idea di realizzare un film su Tekken? Perché avete deciso di venderlo insieme a un gioco?

Katsuhiro Harada: Per quanto riguarda l’idea di realizzare un film su Tekken, non è che di recente abbiamo pensato dal nulla “hey, vogliamo fare un film”. È stato più uno sviluppo naturale delle cose. Gia in Tekken 2 e 3 erano presenti dei filmati conclusivi, ed erano molto popolari tra i fan della serie. Una parte degli appassionati ha iniziato a richiedere la realizzazione di un vero e proprio film, fatto con la stessa qualità, ma allora non disponevamo delle risorse necessarie, visto che una produzione del genere sarebbe stata molto costosa e a quel tempo ogni cosa veniva realizzata internamente. Ora invece siamo pronti per un passo del genere. Per quanto riguarda la decisione di creare un pacchetto comprendente film e gioco, abbiamo pensato che, visto che il film è basato su Tekken e noi siamo un'azienda specializzata in videogiochi, avremmo potuto provare a fare qualcosa di interessante unendo le due cose. Di recente abbiamo annunciato Tekken Tag Tournament 2 in versione arcade, e questo annuncio ha richiamato l’interesse di molti appassionati. Una parte di questi fan è molto giovane e magari non ha avuto modo di giocare l’originale Tekken Tag Tournament: inserendolo in questo pacchetto daremo anche a loro la possibilità di scoprire questo capitolo della saga. Inoltre, la versione europea era ovviamente PAL, quindi non girava a 60 frame al secondo. Ora su PS3 anche i giocatori europei potranno giocare a Tekken Tag Tournament nella sua versione migliore.

Tekken Hybrid conterrà Blood Vengeance, una versione rimasterizzata in alta definizione di Tekken Tag Tournament e alcuni extra ancora segreti.  - Japan Expo
Tekken Hybrid conterrà Blood Vengeance, una versione rimasterizzata in alta definizione di Tekken Tag Tournament e alcuni extra ancora segreti.

Videogame.it: Perché avete optato per la computer graphic e non per uno stile “classico” di animazione?

Katsuhiro Harada: Più o meno all’epoca di Tekken 3, è stato realizzato un film d’animazione con uno stile più classico. Quando è stato messo in vendita in tutti il mondo in VHS, i fan che erano abituati ai filmati in CG presenti nel corso del gioco hanno sottolineato come fosse strano vedere Tekken in questa nuova forma, e che avrebbero preferito vedere una pellicola realizzata completamente in computer graphic. Per altri giochi invece la situazione è completamente diversa. Prendiamo come esempio Street Fighter: il suo stile grafico è adatto alla realizzazione di un cartone animato classico, ed è questo ciò che viene richiesto dai fans.

Videogame.it: Visto che Tekken Blood Vengeance sfrutterà anche il 3D, cose ne pensi di questa tecnologia?

Katsuhiro Harada: Personalmente sono piuttosto interessato alla tecnologia 3D, ma al tempo stesso penso che non sia necessario utilizzarla in ogni produzione, giusto per il gusto di farlo. Per quanto riguarda i giochi, di recente il 3D è stato utilizzato per diversi titoli ed è evidente che esistono alcuni generi di gioco in cui il suo inserimento rende più coinvolgente l’esperienza di gioco. Gli sparatutto in prima persona, ad esempio, o anche i picchiaduro, in cui il 3D permette di avere una visione migliore dei movimenti, delle mosse e delle collisioni. Tuttavia, c’è un grosso inconveniente. La tecnologia 3D richiede la creazione di una doppia immagine, quindi per un gioco come Tekken, che gira a 60 frame al secondo con un buon livello grafico, sarebbe necessario ottenere lo stesso risultato due volte sullo stesso schermo, con una conseguente richiesta di elaborazione dati raddoppiata. Per questo motivo, l’esperienza di gioco con il 3D può essere piacevole, ma allo stesso tempo potrebbe portare a una leggera riduzione della qualità grafica.

Videogame.it: L’incremento della qualità video derivante dall’alta definizione è uno dei motivi che vi hanno spinto a imbarcarvi nel progetto Tekken Blood Vengeance, o lo avreste realizzato comunque?

Katsuhiro Harada: Probabilmente lo avremmo realizzato anche senza l’alta definizione. Se guardate il filmato introduttivo di Tekken 5 curato da Digital Frontier, che è la compagnia di produzione che si è occupata della realizzazione del film, si può notare come il livello qualitativo fosse già alto ancor prima dell’avvento dell’alta definizione. L’alta definizione ha l’indubbio merito di aver portato un sostanziale incremento della risoluzione rispetto al passato, ma ha anche i suoi difetti: i costi di produzione, ad esempio, sono lievitati enormemente.


Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!