Genere
Action RPG
Lingua
ND
PEGI
18+
Prezzo
ND
Data di uscita
11/11/2011

The Elder Scrolls V: Skyrim

The Elder Scrolls V: Skyrim Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Bethesda Softworks
Sviluppatore
Bethesda Softworks
Genere
Action RPG
PEGI
18+
Data di uscita
11/11/2011
Giocatori
1

Hardware

The Elder Scrolls V: Skyrim è disponibile su PC, PS3 e Xbox 360. La recensione si riferisce alla versione per la console Microsoft e quella Persona Computer. Per giocare quest’ultima è richiesta una macchina composta come minimo da un processore dual core a 2.0 GHz, 2 GB di RAM di sistema e una scheda grafica Pixel Shader 3.0 con 512 MB di V-RAM. Nel nostro caso, Skyrim è stato giocato su una configurazione dotata di un AMD Phenom II X4955 a 3.6 GHz, 4 GB di RAM e una AMD Radeon HD5770 alla risoluzione di 1680x1050 pixel.

Multiplayer

Niente multi, nemmeno a cercarlo con il lanternino. Skyrim si visita da soli.

Modus Operandi

Abbiamo testato la versione per Xbox 360 complessivamente oltre 30 ore, esplorando una buona fetta della mappa e scoprendo numerosi dettagli della trama principale. Abbiamo inoltre usato un codice Steam relativo all'edizione PC, da noi provata per circa 8 ore per verificare le differenze tra le due versioni.

Lati Negativi

Link

Recensione

Furbi ma non troppo

Abitanti e fauna di Skyrim.

di Marianna Cecere, pubblicato il

L’intelligenza artificiale, sia per quanto riguarda i nemici (il cui livello, grazie al cielo, non aumenta più con quello del protagonista) che i PNG, oltre ai fondamentali alleati che possono seguire il protagonista nelle sue avventure, è un altro elemento che è stato migliorato, ma che richiederebbe un'ulteriore limatina per essere davvero perfetto. Le reazioni dei nemici in combattimento, ad esempio, sono in genere più che adeguate, e gli abitanti delle città finalmente seguono delle routine “plausibili”: ciascuno ha la sua occupazione, che si tratti di gestire una segheria o una forgia o di intrattenere i clienti di una locanda con musica e canzoni, e in alcuni casi offrono al protagonista piccoli compensi in cambio di un aiuto nel loro lavoro, o danno preziosi suggerimenti su luoghi importanti e missioni secondarie semplicemente chiacchierando tra di loro. Peccato che di tanto in tanto (nemmeno tanto spesso, in verità) qualcuno di loro faccia qualcosa di “stupido”, come tornare indietro senza alcun motivo apparente mentre segue un percorso prestabilito, magari accompagnando il protagonista verso un qualche luogo. In generale, però, gli abitanti di Skyrim appaiono molto più naturali e credibili di quelli di Oblivion, anche grazie al loro aspetto “ruvido” e realistico.

Mal di testa? Tosse convulsa? Alitosi? Giunture di pietra (no, sul serio)? Nessun problema: una visita a un tempio e tornerai come nuovo... - The Elder Scrolls V: Skyrim
Mal di testa? Tosse convulsa? Alitosi? Giunture di pietra (no, sul serio)? Nessun problema: una visita a un tempio e tornerai come nuovo...

GROSSI E CATTIVI

Discorso a parte meritano i draghi, veri protagonisti del gioco. Giganteschi, modellati con estrema cura e pericolosi al punto giusto, non si risparmiano in combattimento e non sono affatto semplici da abbattere senza aiuto (uno dei motivi per cui è importante esplorare insieme a un compagno). Al di là degli scontri previsti dalla trama del gioco, è possibile incontrare un drago praticamente ovunque: all’ingresso di una città, lungo una strada o anche semplicemente esplorando in giro per una montagna, in una foresta o nella tundra. Una volta sconfitto un drago, il protagonista ne assorbe l’anima. Questo gli permette di sbloccare e utilizzare un set di poteri, gli Urli, che se utilizzati con oculatezza possono rovesciare le sorti di un combattimento. Ciascuno è composto da un massimo di tre parole nella lingua dei draghi, da imparare una ad una seguendo la trama principale o leggendole sui Muri del Potere nascosti in alcuni dungeon, e che permettono di modulare la potenza dell’Urlo e gestirne il tempo di ricarica, maggiore a seconda del numero di parole utilizzate. Gli effetti sono diversi, da una sorta di potente onda d’urto a un rapido scatto in avanti, alla possibilità di sputare fuoco o ghiaccio come un drago, e l’effetto sonoro che li accompagna è adeguatamente poderoso. In generale, il sonoro di Skyrim è estremamente ben realizzato, con musiche di grande atmosfera (a opera di Jeremy Soule, già autore delle memorabili colonne sonore di Morrowind e Oblivion) e un doppiaggio italiano di qualità sorprendentemente buona. In effetti, salvo per qualche incertezza e alcune scelte discutibili, la localizzazione in italiano del gioco è stata svolta con la necessaria cura, evitando disastri come la vergognosa traduzione di Oblivion.

I draghi piombano giù dal cielo quando meno te lo aspetti. Meglio avere un compagno con sè: affrontarli da soli non è sempre una buona idea... - The Elder Scrolls V: Skyrim
I draghi piombano giù dal cielo quando meno te lo aspetti. Meglio avere un compagno con sè: affrontarli da soli non è sempre una buona idea...


Commenti

  1. RALPH MALPH

     
    #1
    brava bellissima rece ;)
  2. falcon1971

     
    #2
    NymmieRitorno (in grande stile) a Tamriel.

    chiara , ed esaustiva, bravissima ! :clap: :clap: :clap:
  3. jpeg

     
    #3
    Ottimo articolo, ma rimando a data da destinarsi: da quel che leggo (non solo qui), su console pare davvero fin troppo mortificato.
  4. bocte

     
    #4
    'Discorso diverso, prevedibilmente, per la versione PC: è qui che il gioco dà il meglio di sé, mostrandosi semplicemente spettacolare ai settaggi più alti...'
    Paradossalmente ho trovato la miglior resa pc su un 14" a 1600*900... O_o
  5. AnotherWay AndreActioN

     
    #5
    Lo sto adorando
  6. Bluemoon

     
    #6
    su ps3 supporta il dts o comunque qualche 7.1 (pcm)?
  7. Magallo

     
    #7
    Ottima rece, dopo l'ottimo first look di fine settimana scorsa. Come previsto e' un GIOCONE, lunghissimo e vastissimo. Per adesso, procedo con Uncharted 3 (sono quasi a fine) e poi passero' ad Assassin's Creed, poi pero' lo recuperero senza dubbio alcuno.
  8. Magallo

     
    #8
    Ah, una domanda. Prima o terza persona? Come e' preferibile giocare? Soprattutto per i combattimenti, la prima persona potrebbe essere un po' troppo confusionaria? Combattere all'arma bianca in prima persona non e' semplicissimo.
  9. Madison045

     
    #9
    Lo acquisterò più avanti, questo gioco merita di essere giocato.
    Ho una domanda nn avendo mai giocato a oblivion e ai suoi predecessori: la visuale del pg è solo in prima persona o lo si può giocare anche sin terza persona??
  10. AnotherWay AndreActioN

     
    #10
    SI puo' giocare anche in terza, ma è un po' bruttino secondo me.
Continua sul forum (89)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!