Genere
Guida
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
12+
Prezzo
€ 69,99
Data di uscita
11/2/2011

Test Drive Unlimited 2

Test Drive Unlimited 2 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Atari
Sviluppatore
Eden Games
Genere
Guida
PEGI
12+
Distributore Italiano
Bandai Namco Games
Data di uscita
11/2/2011
Data di uscita americana
8/2/2011
Data di uscita giapponese
17/2/2011
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
8
Prezzo
€ 69,99
Formato Video
HDTV
Formato Audio
Surround 5.1

Lati Positivi

  • Ampia scelta di gare, auto ed eventi
  • Lo spirito di Test Drive resta intatto
  • Lo splendido contorno delle due isole
  • Fuoristrada ben inseriti nella struttura
  • Longevità di molto sopra la media

Lati Negativi

  • Grafica e frame rate migliorabili
  • Gioco online ancora dispersivo
  • Qualche bug di troppo

Hardware

Per giocare Test Drive Unlimited 2 sono richiesti una console PlayStation 3, un controller compatibile e circa due gigabyte di spazio libero su disco fisso per l'installazione di avvio. Lo stesso gioco è disponibile anche nelle versioni per PC e Xbox 360.

Multiplayer

Fino a 32 giocatori possono trovarsi contemporaneamente nella stessa zona di mappa per comunicare, organizzare eventi o semplicemente esplorare lo scenario. Il numero scende a 8 partecipanti per le gare vere e proprie, che si svolgono su parti di mappa ben delimitate.

Link

Recensione

Un'altra vacanza da correre

Test Drive cambia isola ma non tradisce le sue origini.

di Alessandro Martini, pubblicato il

Anche mettendo da parte gli elementi online, l'oggettistica da collezionare e gli altri aspetti extra motoristici, abbiamo comunque un gioco di guida arcade in grado di competere con i pezzi grossi della categoria in molti settori, battendoli quasi tutti in ambito longevità. L'arrivo delle patenti e dei fuoristrada dimostra, in questo senso, che gli sviluppatori non hanno perso di vista la parte legata alle auto, in mezzo a quintali di musica dance e vestiti firmati. Le patenti sono sempre i classici test a base di frenate, accelerazioni e tempi sul giro, ma aiutano a prendere confidenza con la vettura e a valutare le differenze presenti nel fondo stradale e nel modello di auto in uso. Con questo secondo episodio arrivano infatti le condizioni meteo, in grado di influenzare l'aderenza dell'auto sulla strada e quindi il nostro stile di guida, anche in modo sensibile (sopratutto togliendo gli aiuti in modalità esperto). Anche l'introduzione dei fuoristrada è molto gradita, sia come varietà estetica delle competizioni, sia come differenze a livello prettamente giocato. Le corse off-road a tempo sono infatti simili ai rally e si concentrano molto di più sull'abilità nel governare il mezzo, all'interno di percorsi molto impegnativi, fatti di ripide colline, discese ripiene di salti e derapate nella polvere. In questo senso, l'assenza delle moto presenti nell'originale (ma poco sfruttate come gare e modello di guida) è pienamente colmata dalle jeep, molto più divertenti da guidare e sopratutto caratterizzate da eventi studiati apposta per valorizzarle.

le macchine sono sempre meglio delle persone

Sul lato della realizzazione, il design dei vari personaggi e delle parti esterne alla vettura appare ancora migliorabile, sopratutto come realismo. Le figure umane sono infatti piuttosto grezze nelle fisionomie e troppo simili tra loro, in netto contrasto con la grande varietà e il dettaglio mediamente elevato delle auto. La scelta di vetture è infatti notevole e molto variegata tra modelli classici, recenti e di lusso, tutti da costruttori celebri riuniti nei rispettivi concessionari. Sono anche presenti lievi possibilità di tuning nella verniciatura e nelle prestazioni, oltre ai danni solo visivi (e allo sporco accumulato). Nell'audio, agli ottimi rumori ambientali si affianca una scelta di stazioni radio molto limitata: solo due per i generi rock e dance, mentre non è possibile ascoltare le tracce salvate su disco fisso in auto, quando già si poteva fare nel primo episodio. Globalmente ben realizzati appaiono invece gli ambienti interni, che adesso è possibile esplorare liberamente o frequentare come in un qualsiasi gioco di ruolo online, incontrando altri utenti e conversando con loro. In senso opposto, non c'è ancora anima viva sulle strade, indubbiamente per questioni legate ai limiti del motore grafico, che già così fatica a mantenere una fluidità stabile in tutte le situazioni. Il problema del frame rate incostante riguarda, per fortuna, quasi esclusivamente la parte "free roaming" esterna alle varie competizioni: una volta iniziato un evento, la situazione si presenta generalmente migliore. Per fortuna i bug legati alle caratteristiche online e i cali di fluidità non intaccano più di tanto la formula vincente del primo episodio, qui arricchita in aspetti come la scelta degli eventi disponibili, ma sopratutto nel parco vetture. Anche la semplice visita in concessionario, con annessa prova di guida, non stanca mai: volete mettere la soddisfazione di sedersi nell'abitacolo per provare una fuoriserie, ammirando lo splendido paesaggio? Con la differenza che, rispetto al mondo reale, con poco sforzo può davvero essere vostra, e sopratutto non costa nulla mantenerla per tutta la vita.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
Ci sono diverse aree migliorabili (e verranno migliorate via patch) in Test Drive Unlimited 2, ma il cuore del gioco resta quella formula vincente di libertà su quattro ruote e paesaggi da sogno che aveva reso celebre l'originale. La semplice possibilità di guidare supercar viste solo in TV seguendo i propri ritmi, anche senza gareggiare con nessuno ma per il solo gusto di scorrazzare liberamente, è un vantaggio di non poco conto sugli altri giochi di guida. Non che le gare siano trascurate, anzi: le nuove sfide fuoristrada, sopratutto, danno un tocco di rally in più alla serie e richiedono, in certi casi, parecchio impegno. Restano evidenti, d'altra parte, la mancanza di ritocchi sul lato visivo e qualche incertezza di troppo nella parte online, affetta da molti bug nella versione di lancio. Ma sono aspetti che perdono importanza salendo sulla nostra fuoriserie, abbassando i finestrini e mettendo la radio a tutto volume, per un altro giro in riva al mare senza pensieri.

Commenti

  1. drnext78

     
    #1
    Qualcuno sa dirmi se questo gioco supporta i volanti Logitech?
    Ps3
    grassie
  2. Andreabbondanza

     
    #2
    Concordo con la recensione!
    Fortunatamente per ora ho trovato davvero pochissimi bug e giocarlo con la visuale interna e le marce manuali a livello esperto mi sta dando molte soddisfazioni :)
  3. Andrea_23

     
    #3
    Lo piglierò sicuramente ma più in là, in periodi più tranquilli. Una rivelazione il primo : o.
  4. GABBRER96

     
    #4
    Si dal driving pro al G27
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!