Genere
Sparatutto
Lingua
Italiano
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
10/2/2012

The Darkness II

The Darkness II Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
2K Games
Sviluppatore
Digital Extremes
Genere
Sparatutto
Distributore Italiano
Cidiverte
Data di uscita
10/2/2012
Data di uscita americana
7/2/2012
Lingua
Italiano
Giocatori
1-4

Hardware

The Darkness II sarà disponibile per Xbox 360, PlayStation 3 e PC a partire dal 10 febbraio 2012.

Multiplayer

Non sono trapelate ancora notizie sul comparto multigiocatore.

Modus Operandi

Abbiamo avuto modo di testare la demo del livello “Brothel” negli uffici gallaratesi di 2K/Cidiverte.

Link

Hands On

Nera è la notte...

Appuntamento (ovviamente al buio!) con Jackie Estacado.

di Marco Mottura, pubblicato il

Con la sua inebriante miscela di horror e azione e la sua dirompente intensità narrativa, The Darkness ha saputo ritagliarsi un posto speciale in questa generazione: uno di quei titoli spuntati fuori un po' a sorpresa, cavalli di razza che si affermano e ti conquistano così, in barba all'hype e alle mastodontiche campagne marketing dei pesi massimi tripla A.
FPS atipico ed originale, la creatura Starbreeze è riuscita a farsi ricordare per la strepitosa interpretazione della Tenebra da parte di Mike Patton (storica voce dei Faith No More, ma anche geniale artista a tutto tondo...) e per alcuni passaggi particolarmente toccanti e azzeccati nella loro sensazionale “normalità” (su tutti la scena del divano con Jenny): la notizia di un sequel è stata dunque accolta dai numerosi fan dell'originale con grande favore, a dispetto di qualche incognita ancora da verificare relativa alla natura del progetto.

L'effetto "pennellato" rende i fondali particolarmente suggestivi, dando all'immagine un'impronta ancora più fumettosa - The Darkness II
L'effetto "pennellato" rende i fondali particolarmente suggestivi, dando all'immagine un'impronta ancora più fumettosa

QUESTIONE DI LOOK

Del passaggio di testimone a livello di studio - dalla Svezia di Starbreeze lo sviluppo si è ora spostato al Canada di Digital Extremes - si è già parlato nelle precedenti anteprime, così come è stata abbondantemente approfondita la faccenda del cambio di direzione artistica. Vista l'importanza dell'argomento vale comunque la pena di spendere qualche ulteriore riga in merito, considerati anche i passi avanti a livello di cosmesi messi in evidenza dalla demo.
Senza girarci troppo attorno, l'impatto iniziale con The Darkness II è sulle prime davvero spiazzante: per riprodurre al meglio l'essenza cromosomicamente fumettosa dell'opera di Garth Ennis e Marc Silvestri, gli sviluppatori hanno infatti adottato uno stile denominato “graphic art noir”, ottenendo un effetto che richiama da vicino i comic. Il risultato è una sorta di cel shading molto misurato e sfuggente, fatto di texture dal sapore fortemente pittorico (capita spesso di vedere vere e proprie pennellate qua e là) e contrasti cromatici talmente brillanti da risultare addirittura violenti.
Superato il leggero trauma iniziale - perché al di là di tutto il cambiamento è davvero di quelli piuttosto radicali! – non è ad ogni modo difficile metabolizzare la nuova via intrapresa da questa Oscurità 2.0: grazie ai colori accesi e alla particolare caratterizzazione dei personaggi, l'immagine si distacca infatti dalla classica estetica da videogame, per avvicinarsi al feeling di un'ipotetica graphic novel animata piuttosto suggestiva.

DON JACKIE COLPISCE ANCORA

Nei mesi scorsi avevamo incontrato il caro, vecchio Jackie Estacado e il suo indomabile ospite demoniaco all'interno di un ristorante italiano prima e di un luna park diroccato poi: in occasione di quest'ultimo hands on l'azione si è invece spostata all'interno di un fatiscente bordello, presto rivelatosi il quartier generale della temibilissima Fratellanza (misteriosa organizzazione che combatte Jackie usando in maniera intensiva la luce, con l'obiettivo di estirpare la Tenebra dal corpo di Estacado per assoggettarla ai suoi crudeli scopi).
Dopo aver attraversato locali tanto decadenti quanto pullulanti di allegre signorine intente a intrattenere in maniera più o meno esplicita i loro viziosi clienti, abbiamo fatto la conoscenza di Venus, avvenente prostituta disposta a darci una mano pur di vedere compiuta la sua vendetta contro l'odiata Fratellanza.
Nel bordello regnava la classica atmosfera di quiete prima della tempesta: lo squallore del posto e la presenza di brutti ceffi non garantiva nulla di buono, e nemmeno la presenza delle gentili donzelle poteva in qualche modo mitigare la strana elettricità dell'aria.
Con la scusa di un incontro “a porte chiuse”, la ragazza ci ha invitati a seguirla nella sua camera privata: lì, dopo un rudimentale briefing relativo alla situazione dell'edificio e alle modalità di difesa della setta, ci è stata consegnata un'arma... e finalmente abbiamo potuto dare inizio al massacro.

Lo confessiamo: non abbiamo avuto nessunissimo problema a seguire una signorina con argomenti simili. Se volete un consiglio, però, non affezionatevi troppo a Venus... - The Darkness II
Lo confessiamo: non abbiamo avuto nessunissimo problema a seguire una signorina con argomenti simili. Se volete un consiglio, però, non affezionatevi troppo a Venus...

OSCURITÀ E PALLOTTOLE

Sono bastati davvero pochissimi istanti per ritrovare confidenza con il particolare sistema di controllo del gioco: da FPS atipico quale The Darkness è, le armi da fuoco tradizionali infatti sono solamente una componente marginale del potenziale d'offesa messo a disposizione dell'utente, e anzi sono spesso le due appendici demoniache della Tenebra a fare la parte del leone.
In questo senso è opportuno segnalare qualche modifica in termini di giocabilità e sistema di controllo rispetto al primo episodio, con uno sfruttamento intensivo di dorsali e grilletti che permette di alternare in maniera ancor più dinamica e deliziosamente fluida pistole e fucili vari con i violentissimi assalti della Tenebra.
E così tra smembramenti, oggetti da afferrare e lanciare addosso ai malcapitati nemici e devastanti finisher compiaciutamente all'insegna del gore più esplicito, ci siamo ritrovati a disporre di un potere sovraumano, capace di trasformare ordinarie sparatorie in autentici massacri.
Il risultato è un videogioco che appare leggermente meno stealth e soprattutto meno “passivo” del predecessore, fatto di scontri a fuoco più complessi e articolati che pur mantenendo una certa dose di strategia risultano pesantemente incentrati sull'azione e sul combattimento nudo e crudo.
Per carità, non immaginatevi comunque un emulo di Bulletstorm: The Darkeness II rimane uno shooter brioso ma mai freneticamente adrenalinico, e le modifiche sono state effettuate con l'intento di rendere più piacevole il gameplay senza tuttavia intaccare la peculiare atmosfera d'insieme.


Commenti

  1. Meno D Zero

     
    #1
    applausi marco, non ho letto un cazzo per paura di spoiler, ma applusi lo stesso e sulla fiducia!
  2. Mdk7

     
    #2
    Guarda metà della prima pagina puoi leggerla tutta, in assoluta serenità... poi in effetti descrivo un po' la porzione di gioco che mi hanno mostrato, ma non potevo fare altrimenti. :D
  3. stepkanevra

     
    #3
    Ma sono cambiati gli sviluppatori rispetto al primo? Spero che questo non comporti cambiamenti all'essenza "malata" del gioco.

    Non dimenticherò mai la scena
    nell'appartamento con Jenny, sul divano a guardare la tv, in un'atmosfera romantica ma completamente surreale. Per non parlare della parte durante la seconda guerra mondiale. I soldati deliranti, il diavolo crocifisso sulla collina. Una delle cose più malate che abbia mai visto. 
    . Spero non tradiscano il "sense" del gioco. Che alla fine è quello che conta.
  4. Mdk7

     
    #4
    Sì, come scritto nell'articolo lo sviluppo è passato dagli svedesi Starbreeze ai canadesi di Digital Extremes.
    Comunque per quanto visto nella breve demo, anche questo è assolutamente violento.
  5. stepkanevra

     
    #5
    Mdk7Sì, come scritto nell'articolo lo sviluppo è passato dagli svedesi Starbreeze ai canadesi di Digital Extremes.
    Comunque per quanto visto nella breve demo, anche questo è assolutamente violento.

    Ma non parlavo di violenza in sé. Il primo era malato, allucinato. Questo come ti è parso sotto questo punto di vista?
  6. Mdk7

     
    #6
    Ma hai letto il pezzo, per curiosità?
    Perché nella parte da me giocata non c'erano molti dettagli "sopra le righe"... tranne una cosa, alla fine.
  7. stepkanevra

     
    #7
    No, evito di leggere le anteprime. Per evitare spoiler più o meno consistenti :)
    Per questo chiedevo un'impressione generale sul lato "malato" del gioco.
  8. Meno D Zero

     
    #8
    Demo disponibile sul live gold, il primo che posta scandalizzato "che schifo di grafica,e' in toon shading" vince un vibratore.
  9. PaulVanDyk

     
    #9
    ne ho visto qualche spezzone.. spero di potermi ricredere, sembra bello violento e splatteroso.. gustoso
  10. stepkanevra

     
    #10
    PaulVanDykne ho visto qualche spezzone.. spero di potermi ricredere, sembra bello violento e splatteroso.. gustoso

    Basta che sia malato. Il primo era deviato. Ricordo ancora il pezzo della seconda guerra mondiale! :-|
Continua sul forum (140)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!