Genere
Sparatutto
Lingua
Italiano
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
10/2/2012

The Darkness II

The Darkness II Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
2K Games
Sviluppatore
Digital Extremes
Genere
Sparatutto
Distributore Italiano
Cidiverte
Data di uscita
10/2/2012
Data di uscita americana
7/2/2012
Lingua
Italiano
Giocatori
1-4

Hardware

The Darkness II uscirà alla fine dell'anno su PlayStation 3, Xbox 360 e PC, sancendo anche il debutto della serie su quest'ultimo formato. La prova alla base dell'articolo si riferisce alla versione per la console Microsoft.

Multiplayer

Non sono trapelate finora informazioni su un'eventuale modalità multigiocatore.

Modus Operandi

La prova del gioco, durata circa mezzora, è avvenuta su un codice pre-alpha, negli uffici di Take 2 Italia.

Link

Hands On

Nemici della luce

Provato il ritorno di Jackie Estacado e della sua oscura compagna.

di Stefano F. Brocchieri, pubblicato il

Dopo averlo solo visto in azione all'evento con cui è stato mostrato per la prima volta, alla Game Developers Conference, a distanza di poche settimane dall'annuncio della sua esistenza, recentemente abbiamo potuto mettere le mani su The Darkness II. Si trattava della stessa identica build visionata in quel di San Francisco, relativa alle prime fasi di gioco, per cui molte sorprese erano già anticipate, ma la prova diretta ci ha permesso di farci qualche idea più precisa su quello che ci si può aspettare dal ritorno nel mondo di oscurità, luce, odio, amore, sangue e inchiostro di Jackie Estacado.

LA GRAFICA, INNANZITUTTO

Potrà apparire superficiale, ma la prima cosa di cui vien voglia di parlare dopo aver messo le mani su The Darkness II è il suo motore grafico, realizzato ad hoc dal nuovo team dietro il progetto, Digital Extremes, che si è succeduto a Starbreeze al timone. Passare dalla vivida sensazione di concretezza del rendering in normal mapping che ha reso celebre i talentuosi sviluppatori di The Chronicles of Riddick, applicato con successo anche in The Darkness, alla particolare soluzione dal taglio fumettistico adottata dal nuovo studio potrebbe essere comprensibilmente percepito come una rottura nella continuità della serie, come una perdita di identità, ma è un timore che si ferma alla teoria. Nella pratica, una volta tornati in questa New York che mischia dannazione umana (criminalità) e dannazione sovrannaturale (la Tenebra), ci si accorge che la soluzione tecnica messa a punto da Digital Extremes, che inserisce in un motore 3D svariati elementi disegnati a mano e più in generale soluzioni visive di stampo fumettistico, a richiamare il comic che ispira il gioco, mischiando in maniera particolare realismo e stilizzazione, ben si adatta a dare corpo a un'anima che è rimasta quella, inconfondibile, del primo episodio.

La Tenebra è interpretata ancora una volta, in maniera insostituibile, da Mike Patton - The Darkness II
La Tenebra è interpretata ancora una volta, in maniera insostituibile, da Mike Patton
Esteticamente The Darkness II avrà anche linee morbide, colori distribuiti in maniera tendenzialmente uniforme e profili ben contrastati, che per alcuni elementi sono a un passo dallo sconfinare nel cel-shading puro, alla XIII, eppure riesce forse anche meglio del predecessore a descrivere la violenza, spesso molto efferata, che si scatena a video. Le routine di smembramento implementate non lesinano dettagli, e, assieme a un quantitativo di sangue decisamente congruo alle brutalità a cui si assiste, colpiscono le giuste corde con rinnovata crudeltà .
Piace anche il sistema di illuminazione, che come sappiamo nelle vicende di Jackie ha un'importanza centrale, riguardo al quale la nuova impronta stilistica permette di prendersi qualche azzeccata licenza dalla verosimiglianza in grado di aumentare l'impatto scenografico, di renderne più gigioneggiante il ruolo, grazie a soluzioni come gli aloni luminosi attorno al (peraltro ottimo) fuoco, il tratteggio “a carboncino” di certe ombre o alcuni effetti ottici che allungano la “coda” della luce proiettata da una lampada.
Insomma, il livello di attenzione al particolare è lodevole e la base tecnica solida abbastanza per sorreggere esigenze espressive ancora più specifiche del primo episodio, formando un connubio che si apprezza anche in dettagli apparentemente insignificanti come il modo con cui i colpi di arma da fuoco esplosi ammantano per qualche istante di una calorosa colorazione arancione le due “braccia” infernali di cui siamo dotati, permettendo di apprezzare ancor di più l'ottimo lavoro con cui si è riusciti a rendere tutta la plasticità, il ferale e costante stato di tensione e la viscida consistenza di questi strumenti di morte tramite la nuova direzione artistica. E a proposito di plasticità, veramente valida ci è apparsa l'espressività dei personaggi, che parlano e trasmettono sfumature del proprio stato d'animo attraverso una mimica convincente. Un aspetto di non poco conto in un titolo dove, come nel predecessore, la narrazione è una componente fondamentale.


Commenti

  1. Insert Coin

     
    #1
    Non per fare il pignolo teo....ma perche' invece di " oscurita' " non l' hai chiamata Tenebra ?
  2. PaulVanDyk

     
    #2
    niente, sto cel shading in sto titolo proprio non mi va giù.. ma filmati di gameplay ancora non ce ne sono in giro?
  3. teoKrazia

     
    #3
    Insert Coinma perche' invece di " oscurita' " non l' hai chiamata Tenebra ?

    Perché non leggo il fumetto.
    Perché il primo l'ho giocato 80 anni fa.
    Perché la build testata era in inglese e ho tradotto brutale. :D

    Corretto, BTW, thanks! :)
  4. teoKrazia

     
    #4
    PaulVanDykniente, sto cel shading in sto titolo proprio non mi va giù.. ma filmati di gameplay ancora non ce ne sono in giro?

    Non convinceva nemmeno me, poi provandolo mi sono ricreduto. :)
  5. PaulVanDyk

     
    #5
    teoKraziaNon convinceva nemmeno me, poi provandolo mi sono ricreduto. :)

    in effetti siccome di te mi fido assai mi sa che mi ricrederò anch'io, ma vorrei vedere qualche filmato di gameplay per farmi un'idea. Che poi non è che il cel shading mi faccia schifo a priori eh, è solo che siccome ho amato molto lo stile del primo capitolo avrei preferito una certa continuità in tal senso. Tanto alla fine so già che lo prenderò
  6. giopep

     
    #6
    Come scrissi da Frisco, sono della stessa parrocchia di teo: non mi convinceva dalle immagini, visto in movimento mi sono ricreduto. Io poi lo vidi e basta, oltretutto da una certa distanza: se regge pure giocandoci, buona camicia a tutti. :)
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!