Genere
Avventura
Lingua
Italiano
PEGI
ND
Prezzo
5,99 euro
Data di uscita
ND

The Island: Castaway 2

The Island: Castaway 2 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
G5 Entertainment
Sviluppatore
G5 Software
Genere
Avventura
Lingua
Italiano
Giocatori
1
Prezzo
5,99 euro

Lati Positivi

  • Grafica e colori accattivanti
  • Aree ampie e ben caratterizzate
  • Quest numerosissime...

Lati Negativi

  • …ma un po' ripetitive
  • Yati mangia troppo spesso e rende il gioco poco fluido
  • Gameplay troppo semplice

Hardware

Il gioco è in vendita su App Store al prezzo di 5,99 euro e funziona su ogni tipo di iPad e iPhone con iOS 4.3 o successivi.

Multiplayer

L'avventura sviluppata da Awem Studio non prevede modalità per più giocatori.

Modus Operandi

Abbiamo vissuto l'avventura di The Island: Castaway 2 su iPad 3 grazie a un codice download fornitoci da G5 Games.

Link

Recensione

Ritorno all'isola che non c'è

Un tuffo nel mare blu dell'isola di Yati con il nuovo titolo Awem per iPad e iPhone.

di Stefano Di Pino, pubblicato il

Siete pronti a una (poco) rilassante vacanza su un'isola da sogno? Se la risposta è sì sappiate che gli Awem Studio hanno pensato a voi e sono tornati sulla scena “mobile” con The Island: Castaway 2. Chi ha giocato il primo titolo si troverà a casa fin dalle prime schermate; per tutti gli altri non sarà comunque difficile ambientarsi, dal momento che parliamo di un gioco piuttosto intuitivo, un titolo a metà tra la simulazione e l'avventura che si adatta a un pubblico meno navigato ed è capace di interessare anche i più accaniti hardcore gamer. In questo episodio il giocatore vestirà i panni di Yati, un orfano che vive in un piccolo villaggio, dove tutti hanno contribuito alla sua crescita con amore e affetto. Yati ha finora vissuto una vita tranquilla e serena, per quanto possa essere tranquilla la vita di un ragazzino orfano in un'isola selvaggia, ma ben presto riceverà delle visioni che lo metteranno davanti a una scelta.

Si tratta di un un'avventura piuttosto semplice, adeguato a una misura mobile - si dovrà parlare con delle persone, collezionare frutta o oggetti, cacciare, preparare ricette e così via - ma il tutto è ben amalgamato in una dimensione di gioco godibile in formato iOS. Tra le palme, le grotte e le capanne dell'isola, Yati si rapporterà con molte persone, gran parte delle quali sono abitanti di villaggi, saggi, cuoche e cacciatori, ma l'isola è davvero grande e tutta da esplorare: le aree sono ben distinte e caratterizzate, piene di frutta, materiali e pericoli pronti a sbucare da ogni foglia. In particolar modo suggestive sono le grotte, dove tenui bagliori illuminano funghi colorati e serpenti letali pronti a mangiarci in un solo boccone.

La mappa è uno strumento non solo utile, ma reso anche in maniera molto chiara ed esteticamente accattivante. - The Island: Castaway 2
La mappa è uno strumento non solo utile, ma reso anche in maniera molto chiara ed esteticamente accattivante.

PERLE AI PORCI

Nell'isola la moneta corrente è la perla, oggetto grazioso che è possibile trovare in abbondanza lungo le spiagge (soprattutto all'inizio). È importante cercare di guadagnare (o recuperare) il maggior numero di perle, perché si tratta di uno strumento molto utile per acquistare oggetti, utensili utilissimi, potenziamenti, armi, borse e quant'altro nei vari shop sparsi nelle aree di gioco. Un altro modo per "fare perle" è quello di creare oggetti, ricette e quant'altro e rivenderli. A tal proposito, è bene sapere che creare oggetti è una delle tecniche più importanti del gioco, in quanto tramite essi è possibile curare Yati ma anche, con le pozioni, potenziare notevolmente le sue capacità. Una nota di difficoltà è aggiunta dalla perdita, in puro stile Ultima Online o Dark Souls, di oggetti al momento della morte.

Genericamente non saranno mai perdite di grande conto (come accade invece nei titoli suddetti), ma di tanto in tanto questo inconveniente può provocare non poche frustrazioni. Un sistema di note aiuta il giocatore durante il gioco e tutti i task richiesti vengono visualizzati in basso nello schermo, sebbene sia possibile dedicarsi serenamente all'esplorazione e tornare ai proprio doveri solo quando deve. La mappa, utilissima e ben dettagliata, ci aiuta a trovare le persone giuste nel modo più rapido. Qui appaiono infatti delle stelle che indicano il luogo in cui si trovano le persone di cui abbiamo bisogno: una stella gialla indica che la persona vuole parlare con Yati, una stella rossa che da quella persona completeremo una quest; la stella verde significa infine che la quest è stata completata.

I dialoghi sono numerosi e utili a capire la psicologia dei personaggi e di Yati. - iPad
I dialoghi sono numerosi e utili a capire la psicologia dei personaggi e di Yati.

GIOCARE È UN PO' COME CREARE

The Island: Castaway 2 è un titolo che ha dalla sua numerosissime quest, ricette e una grande possibilità di creare oggetti attraverso le selvagge aree dell'isola. Ciò che più attrae, però, è la componente grafica, con animazioni curate, colori sgargianti che trasportano direttamente nella realtà tropicale dell'isola, e una storia degna di nota. Anche se una disamina di questo tipo può sembrare un po' fuori luogo per un titolo mobile, non è affatto così: Castaway 2, infatti, può vantare un compartimento tecnico accattivante che, paragonato alla concorrenza, supera di più di una spanna i diretti concorrenti. Seguendo il medesimo ragionamento, però, non si può dire lo stesso del grado di sfida del titolo, o della sua profondità di gioco. Tornando a un discorso più focalizzato sul titolo, invece, il titolo risulta a tratti poco fluido a causa della fame di Yati, che spesso costringe il giocatore a fermarsi per cercare cibo nella sacca - o in giro se non si dispone di frutta.

Questo, unitamente ad un sistema di quest importante e volitivo, e a una storia forse non troppo profonda, determina una ripetitività generale del titolo, la cui sfida arriva ad attestarsi ben presto su un "colleziona oggetti e cerca persone" che può diventare annoiante. Si tratta ad ogni modo di un prodotto interessante, soprattutto per chi cerca un po' d'evasione attraverso l'esplorazione di aree ben definite, ampie e piene d'avventura. Collezionare oggetti è un'attività molto seria in Castaway, ma a differenza del primo titolo, questo sequel include un numero ben più nutrito di oggetti rari, tutti da trovare e collezionare. Inoltre frutta e oggetti sono stati rinominati in maniera molto pittoresca, così pittoresca da fare credere di essere stati esiliati in un mondo parallelo, magico e pieno di tradizioni da scoprire.

Voto 3 stelle su 5
Voto dei lettori
The Island: Castaway 2 è un gioco senza dubbio accattivante, soprattutto sotto un punto di vista grafico e di atmosfera. Le dinamiche di gioco sono semplici, adatte a un pubblico giovane, forse fin troppo. Infatti è proprio questo il problema: per rendere il gameplay accessibile e più elementare possibile, i programmatori hanno reso il tutto forse troppo ripetitivo. Troppo spesso, infatti, le quest di Yati si limitano a collezionare oggetti, crearne di nuovi e trovare persone attraverso la mappa. Gli elementi positivi del titolo sono notevoli, i personaggi profondi e ben caratterizzati, ma questa semplicità e l'eccessiva somiglianza al primo capitolo Castaway sono punti di demerito che livellano il gioco su una fascia media, interessante ma non unica.

Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!