Genere
Azione
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
14/6/2013

The Last of Us

The Last of Us Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sony Computer Entertainment
Sviluppatore
Naughty Dog
Genere
Azione
Data di uscita
14/6/2013
Intervista

Il survival horror misterioso

ESCLUSIVA: a Los Angeles, per saperne di più sull'attesissimo dopo-Uncharted di Naughty Dog.

di Marcello Cangialosi, pubblicato il

Preannunciato come una “incredibile esclusiva” PS3 nei giorni antecedenti il suo effettivo debutto (avvenuto a mezzo trailer durante i Video Game Awards, manifestazione trasmessa sull’emittente americana Spike TV il 10 dicembre scorso), The Last of Us ha indubbiamente stupito tutti, ma per ragioni che trascendono il gioco in sé. Sappiamo infatti che si tratta di un survival horror, che è ambientato in un futuro prossimo, che l’umanità è sull’orlo dell’estinzione, e che i protagonisti sono un uomo di nome Joel e una ragazzina di nome Ellie, ma al di là di questo e delle ambizioni che ne muovono lo sviluppo, di The Last of Us non è ancora dato sapere abbastanza da poterlo definire “incredibile”. Ma questo è vero finché non si prende in considerazione il team che ne sta curando lo sviluppo, vale a dire Naughty Dog, i responsabili della serie Uncharted, reduci dalla pubblicazione del terzo capitolo della saga di Nathan Drake e che mai in passato avevano coltivato più di un franchise per generazione di console (Crash Bandicoot durante l’era PS1 e Jak and Daxter durante quella PS2). Ma non è solo questo a stupire. Di incredibile c’è anche la solidità del regime di segretezza che ha tenuto The Last of Us lontano da occhi indiscreti per ben due anni. Due anni durante i quali Naughty Dog non solo ha silenziosamente lavorato al progetto, ma ha persino allestito un secondo team ad esso dedicato, assumendo nuovo personale, con tutti i rischi che questo comporta in termini di “tenuta” della segretezza. Noi siamo stati tra i pochi fortunati a “bucare” questo velo di segretezza, grazie all’invito di Sony. E così, mentre in Rete tutti si interrogavano sui significati reconditi dello splendito trailer dei VGA, noi eravamo nella sede Naughty Dog a chiedere chiarimenti agli autori...

Malgrado somigli a Ellen Page, Ellie è interpretata dalla 28enne Ashley Johnson (The Mentalist, Toy Boy). Oltre che per le sue capacità recitative, Ashley è stata scelta anche per il suo fisico minuto - The Last of Us
Malgrado somigli a Ellen Page, Ellie è interpretata dalla 28enne Ashley Johnson (The Mentalist, Toy Boy). Oltre che per le sue capacità recitative, Ashley è stata scelta anche per il suo fisico minuto

LE ORIGINI
Tutto ha avuto inizio mentre Uncharted 2 era in dirittura di arrivo, ricorda Evan Wells, co-presidente di Naughty Dog insieme a Christophe Balestra. “In quel periodo Bruce Straley e Neil Druckmann (rispettivamente Game Director e Creative Director) hanno avuto il via libera per elaborare nuove idee insieme a un concept artist”, racconta Wells. “Questa fase è durata circa 6 mesi. Quando abbiamo deciso che The Last of Us sarebbe stato il gioco che volevamo fare, abbiamo cominciato ad aggiungere nuovi membri al team”. È a questo punto che la forza lavoro di Naughty Dog comincia a crescere, ma contrariamente a quanto si possa pensare, le nuove leve non vengono inserite immediatamente nel team responsabile del gioco. “Il modo in cui si lavora qui in Naughty Dog è alquanto particolare,” continua Wells, “pertanto non volevamo che i nuovi assunti lavorassero su un nuovo titolo Naughty Dog senza sapere come Naughty Dog realizza i suoi giochi”. “Non volevamo cambiare ciò che siamo, ma solo creare un altro team”, aggiunge Balestra. E così, per garantire che The Last of Us crescesse nel rispetto della filosofia produttiva della casa, i neo-assunti vengono introdotti nel team che da lì a due anni avrebbe sfornato Uncharted 3, liberando così risorse da dedicare nel frattempo a una nuova, ambiziosa impresa. “Quando il team contava circa 30 persone, quelle 30 persone erano tutte veterane in Naughty Dog, gente che aveva pubblicato almeno un gioco con noi e che conosceva perfettamente il nostro modo di lavorare”, conclude Wells. Ad oggi, il team di sviluppo impegnato su The Last of Us non è ancora al completo, pertanto le assunzioni continuano. L’obiettivo ultimo è quello di avere due team ben distinti capaci di lavorare su due progetti contemporaneamente e, soprattutto, indipendentemente. “Molti studi dotati di team multipli tendono a condividere risorse umane”, dice Wells. “Hanno dipartimenti dedicati alla realizzazione di concept art o delle animazioni, e quei dipartimenti seguono due o più progetti contemporaneamente. Nel nostro caso volevamo fare in modo che ogni team avesse un duplicato di ciascun dipartimento così da potersi dedicare pienamente a un progetto specifico”.

A detta di Naughty Dog, ogni sequenza del trailer d’annuncio di The Last of Us “nasconde” indizi su alcune caratteristiche del gameplay. Vediamo... Intelligenza cooperativa? - The Last of Us
A detta di Naughty Dog, ogni sequenza del trailer d’annuncio di The Last of Us “nasconde” indizi su alcune caratteristiche del gameplay. Vediamo... Intelligenza cooperativa?


Commenti

  1. Nick_Storm

     
    #1
    Insomma del tipo.

    L'importante non è il traguardo della corsa, ma quello che si prova durante.
  2. Solidino

     
    #2
    beh dai l'e3 è !vicino", perchè a parole son bravi, ma i fatti contano alla fine. ^^
  3. drmanhattan

     
    #3
    Ashley Johnson sarà davvero orgogliosa. Di sapere che il personaggio da lei interpretato COMUNQUE c'ha la faccia di Ellen Page, intendo.
  4. digimau

     
    #4
    Beh anche vero che i ND hanno sempre confermato le loro parole con i fatti al contrario di molte SH di questi anni.. troppe...
  5. Zendo

     
    #5
    ''Fra le nuove leve assoldate per The Last Of Us figurano professionisti provenienti da team come Ninja Theory e Visceral Games''
    allora sarà un gran gioco di sicuro!
  6. brema82

     
    #6
    Piena fiducia in Naughty Dog.
    Mi incuriosisce il fatto che vogliano spingere forte sull'acceleratore dal punto di vista narrativo/emozionale; non c'è intervista in cui non sottolineino 'sto fatto.

    Curiosissimo di vedere cosa tireranno fuori dal cilindro, e come detto fiducia assoluta. :)
  7. Gidus

     
    #7
    Dai migliori sviluppatori della generazione non posso che aspettarmi grandi cose...
  8. utente_deiscritto_137207

     
    #8
    e chi diavolo sarebbe ellen page?...mai sentita.
  9. wzer0

     
    #9
    sempre più perplesso, le parole dei nd non mi convincono. se pensano che inserendo tanti filmati (ben girati e con ben dialoghi, ci mancherebbe) allora questo è bel gioco emozionante, stanno sbagliando. di fatto, l'utente si trova con la sensazione di aver visto un film e di aver giocato ad un gioco mediocre. non penso che il futuro dei giochi siano i film interattivi e se alla nd la pensano così, sono messi molto male. eppure tanti team hanno dimostrato che se si vuole far emozionare il pubblico attraverso i vg, la soluzione è che i filmati bisogna eliminarli proprio perchè creano una barriera tra utente e vg. l'emozione si ha quando c'è un valido e solido gameplay, sorretto da precise scelte di design,stile, tematiche affrontate e sensibiltà. l'esempio lampante è ico: un capolavoro con zero dialoghi, zero trama, zero musica ma tanto tanto coraggio.
  10. Nick_Storm

     
    #10
    vallo a dire alla saga di unchy o mgs... proprio brutte, non caèisco come mai le ho giocate più volte :$
Continua sul forum (47)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!