Genere
Azione
Lingua
Inglese
PEGI
7+
Prezzo
44,90 Euro
Data di uscita
11/11/2003

The Simpsons Hit & Run

The Simpsons Hit & Run Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Vivendi Games
Sviluppatore
Radical Entertainment
Genere
Azione
PEGI
7+
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
11/11/2003
Lingua
Inglese
Giocatori
1
Prezzo
44,90 Euro

Lati Positivi

  • Voci dei protagonisti molto divertenti
  • Licenza ufficiale dei Simpson

Lati Negativi

  • Ripetitivo
  • Parte grafica poco curata
  • Comandi non perfettamente calibrati

Hardware

Per giocare a The Simpson Hit & Run è necessario possedere una PlayStation 2 Europea, una confezione originale del gioco in versione PAL, un joypad e una Memory Card sulla quale salvare i vari progressi ottenuti.

Multiplayer

Il gioco non prevede modalità multigiocatore.

Link

Recensione

The Simpsons Hit & Run

Per le strade di Springfield impazza una famiglia tutta gialla: i famosissimi Simpson tornano su PlayStation 2 pronti a mostrare le loro abilità di provetti guidatori, in un gioco che "fa il verso" alla serie Grand Theft Auto. Personaggi noti, situazioni e rimandi alla serie televisiva e un sistema di gioco ben collaudato basteranno per fare di The Simpsons Hit & Run un titolo godibile e divertente?

di Angel-666, pubblicato il

Da anni sulle tv di tutto il mondo, i Simpson, fortunati personaggi animati creati da Matt Groening, sono ormai divenuti un fenomeno culturale a tutti gli effetti, nonché un graditissimo show che conta milioni di fan anche e soprattutto tra gli adulti; merito sicuramente della riuscitissima caratterizzazione dei protagonisti, dei temi trattati, della forte ironia e delle numerose guest star che appaiono nei vari episodi (attori, cantanti, politici…).
Da che esiste la serie sono stati sviluppati diversi videogiochi ad essa ispirati, tie-in realizzati per quasi tutte le piattaforme (coin-op compresi) che hanno divertito nel corso degli anni (a volte più, a volte meno) gli estimatori della serie della famiglia gialla più famosa al mondo. Ora i buffi personaggi sono pronti ad invadere anche la Playstation 2, con un meccanismo di gioco che riprende esattamente quello del best seller Grand Theft Auto, ma con la differenza di poter girovagare per Springfield e incontrare tutti i suoi stravaganti abitanti.

CIUCCIATI IL CALZINO

Dopo aver inserito il DVD nella console, ed aver assistito alla breve introduzione filmata, possiamo subito iniziare a giocare. Il primo livello ci vede nei panni del buon Homer, e prevede una serie di missioni da portare a termine. La prima cosa che salta all'occhio è il comparto audiovisivo, che si attesta purtroppo su livelli solamente discreti: per ricreare l'atmosfera da cartone animato è stata scelta una soluzione quantomeno opinabile, visto che tutti i poligoni che compongono personaggi e locazioni sono privi di texture di rivestimento. La maggior parte dei personaggi e delle vetture è costituita da "poligoni nudi", ovviamente colorati, ma che contribuiscono a dare un'impressione non eccelsa nell'insieme. Anche le texture che ricoprono le strade e i palazzi sono così tenui da non essere quasi percettibili.
Al giorno d'oggi, dove pare che il cel-shading (che ricordiamo essere quella particolare tecnica che rende la grafica molto "fumettosa", vedi The Legend of Zelda: The Wind Waker o Viewtiful Joe) sia diventato una moda, non si capisce come mai non sia stato utilizzato anche in questo titolo, nel quale avrebbe probabilmente trovato una naturale collocazione. La fluidità grafica, inoltre, non si attesta su livelli elevati, presentando in più di un'occasione rallentamenti o piccoli scatti, che comunque non compromettono la giocabilità. Sul versante sonoro sono da segnalare le ottime e divertentissime voci dei protagonisti, purtroppo esclusivamente in inglese, e le musiche, tutte ispirate alla serie TV. I protagonisti parleranno in continuazione durante la partita, e le frasi campionate sono davvero numerose, suscitando in più di un'occasione qualche risata.

PER LE STRADE DI SPRINGFIELD

Il sistema di gioco, come già accennato, attinge a piene mani dalla famosissima serie Grand Theft Auto, alternando quindi missioni a bordo di veicoli a esplorazioni a piedi, con l'aggiunta in questo caso di qualche elemento platform. Un sistema di avanzamento "a missioni", permette al protagonista di turno (variabile tra i membri della famiglia Simpson e Apu) di proseguire nei livelli solo al compimento degli obiettivi prefissati, che possono variare da un inseguimento in automobile alla raccolta di oggetti.
Il controllo del personaggio a piedi non è propriamente ottimale, e soffre di poca immediatezza e di una non eccellente risposta ai comandi, cosa che comunque non è grave; non ci capiterà quasi mai di dover essere precisi negli spostamenti (e anche nelle fasi più concitate non è richiesta comunque una precisione esagerata), e tutto sommato il controllo è adeguato a questo genere di gioco. Le cose migliorano leggermente durante le fasi automobilistiche (che sono poi la parte preponderante di Simpson Hit & Run), che presentano un modello di guida decisamente arcade ma divertente, e che ovviamente cambia da vettura a vettura. Il tutto appare però abbastanza superficiale e, nonostante il titolo si lasci giocare senza troppi problemi, una migliore rifinitura sia del sistema di controllo che della grafica non avrebbe affatto guastato.

D'OH!!!

Di certo The Simpsons Hit & Run potrebbe essere decisamente appetibile per i fan della serie TV, dato che sono presenti numerosissimi rimandi e citazioni ai vari episodi, come per esempio i vari costumi dei buffi abitanti di Springfield (uno su tutti, Homer vestito da obeso), o le locazioni, che appariranno subito familiari e gradite agli appassionati menzionati poco sopra. La spiegazione della missione da compiere avviene tramite una scenetta non interattiva, esclusivamente parlata inglese, ma fortunatamente si può accedere ad un menu esplicativo dei vari obiettivi, che riassume i compiti da portare a termine.
Il percorso da seguire per il completamento delle suddette missioni è però fin troppo guidato: il gioco disegna sullo schermo un'enorme freccia verde che ci indicherà la strada da percorrere, in puro stile Crazy Taxi, togliendo quindi il gusto dell'esplorazione e della scoperta autonoma. Purtroppo, parte delle buone premesse che si vengono a creare non sono rispettate completamente, riuscendo solo in parte nell'intento della software house di sviluppare un titolo divertente e godibile; i fan della famosa serie tv lo apprezzeranno senz'altro, gli altri magari lo troveranno divertente per un po', ma di sicuro non un capolavoro o un gioco irrinunciabile. La ripetitività delle missioni infatti ha un notevole peso nel giudizio globale, portandolo, insieme ai punti descritti precedentemente, verso un giudizio che risulta si sufficiente, ma che non può ambire a qualcosa di più. Il cambio dei personaggi risulta simpatico alla vista, ma non determinante nel gameplay, che non varia affatto al variare del protagonista. Considerando il fatto che la licenza della serie televisiva ‘I Simpson' è stata più volte utilizzata in maniera decisamente peggiore, è possibile ritenersi abbastanza soddisfatti per com'è andata stavolta, anche se non siamo di fronte a un capolavoro, augurandoci che le successive incarnazioni dei gialli abitanti di Springfield siano ancora migliori e più divertenti.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
Una licenza sprecata? Non del tutto. Si intravedono buone idee, alcune realizzate in maniera sufficiente, altre meno, ma tutto sommato The Simpsons Hit & Run è un gioco discreto. Grafica non eccelsa, forse un po' scarna, ma nell'insieme accettabile, sonoro gradevole (soprattutto le voci) e sistema di gioco abbastanza divertente, seppur ripetitivo alle lunghe. I fan della serie troveranno questo titolo gradevole, gli altri potrebbero storcere il naso; si consiglia in ogni caso qualche partita di prova prima di procedere all'acquisto, visto che non è un gioco adatto a tutti.