Genere
Gestionale
Lingua
Tutto in italiano
PEGI
12+
Prezzo
€ 54,99
Data di uscita
5/6/2009

The Sims 3

The Sims 3 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Electronic Arts
Sviluppatore
The Sims Studio
Genere
Gestionale
PEGI
12+
Distributore Italiano
Electronic Arts Italia
Data di uscita
5/6/2009
Lingua
Tutto in italiano
Giocatori
1
Prezzo
€ 54,99

Hardware

La versione mostrata in fiera era dedicata al PC.

Link

Eyes On

The Sims... al cubo!

[GC 08] Per i Sims è ora di guardare avanti.

di Simone Soletta, pubblicato il

Dopo il secondo capitolo della serie e una corposa dotazione di add-on a espanderne le funzioni, è quasi giunto il momento per The Sims di guardare oltre. E "l'oltre" lo abbiamo visionato per la prima volta in una delle stanze organizzate da Electronic Arts alla Games Convention di Lipsia.

dalla casa alla città

La prima cosa che salta all'occhio nella nuova impostazione di The Sims è la totale mancanza di barriere: nel secondo capitolo, infatti, ogni ambiente era diviso dagli altri, la casa dalle aree comuni, i negozi dalla discoteca. Una divisione “fisica” rimarcata dai lunghi caricamenti necessari per passare da una zona all’altra, forse uno dei problemi tecnici che il gioco non ha mai saputo davvero risolvere. The Sims 3, al contrario, si presenta in modo del tutto diverso: la filosofia sulla quale è stata costruita la “mappa” del gioco è denominata “Open Neighborhood”, e in pratica rappresenta una cittadina unica, vivibile senza soluzione di continuità. Il mondo del gioco è totalmente aperto e zoomabile liberamente fino a livello-Sims, tanto che si può – a partire dalla classica visione aerea – avvicinarsi fino a scoprire quello che stanno facendo gli altri Sims, osservarli mentre si recano al lavoro a piedi, in bicicletta o in auto, sorprenderli insomma in varie faccende affaccendati.
Spostarsi, quindi, diventa più semplice e non si ha più quella sensazione di separazione tra le varie aree del gioco. Ne guadagna sicuramente la credibilità strutturale, sotto forma di percezione di un mondo effettivamente vivo e pulsante quando in The Sims 2 sembrava di trovarsi di fronte a una – splendida, per carità – serie di acquari digitali.
Tecnicamente, il gioco mostra ampi miglioramenti dal punto di vista delle strutture, specialmente con le visuali più ampie. Non sembrano invece eclatanti, almeno a questo stadio di sviluppo, le evoluzioni nella rappresentazione dei Sims, che restano giustamente cartoonosi, ovviamente privi di parola (Simlish a parte…) e dotati, al solito, di una mimica davvero intrigante.

Come ti comporti, mio caro?

È sulla definizione del carattere dei Sims, però, che i ragazzi di Electronic Arts hanno lavorato maggiormente. The Sims 2 basava tutta la definizione comportamentale dei personaggi su cinque categorie, che andavano a influenzare le caratteristiche di tutti i Sims, nessuno escluso. In The Sims 3, invece, sono stati introdotti dei tratti comportamentali specifici: si tratta di un numero vastissimo di caratteristiche che andranno a determinare il carattere di ogni personaggio molto in profondità e che potranno, di conseguenza, rendere molto più particolareggiati gli atteggiamenti dei nostri Sims.
Ovviamente, la natura di questi tratti caratteriali rende più complessi i rapporti tra i vari personaggi, che solo dialogando tra di loro potranno cercare di svelarli per scoprire cose molto specifiche che potrebbero influenzare le relazioni. Difficilmente una Sim che ambisce a farsi una famiglia numerosa potrebbe entrare in sintonia con un Sim che ha tra i suoi attributi “Non ama i bambini”…
A livello generale, invece, si annuncia un minor bisogno di intervenire sulle necessità di base dei personaggi, che saranno in grado di gestire, senza far troppi danni, le loro incombenze quotidiane. Non dovremo più insegnare a un Sim come utilizzare il bagno, per esempio, questo genere di azioni sono radicate nel comportamento dei Sims e potremo quindi dedicarci ad altri aspetti della loro vita digitale.

Cosa vuoi dalla vita?

In particolare, dovremo fare molta attenzione al nuovo sistema dei desideri: ogni Sims potrà proporci i suoi obiettivi, quelli che tiene particolarmente a raggiungere, e starà a noi farci carico – se lo vorremo, chiaramente – delle sue aspettative. I desideri possono essere facili e a breve termine oppure essere la rappresentazione di obiettivi a lunga o lunghissima scadenza. L’importante è accettare di portare il nostro Sim al suo obiettivo solo se si è completamente certi del fatto che saremo in grado di mantenere la nostra promessa. Se un Sim, infatti, vede realizzate le sue ambizioni, sarà felice, in salute e potrà ottenere anche alcuni bonus speciali, come la “Steel Bladder” (letteralmente “vescica d’acciaio”) che gli conferisce la capacità di evitare per sempre le corse al bagno, oppure sconti vita natural durante nei negozi della città. In caso di fallimento, però, il rischio è quello di trovarsi di fronte a un Sim completamente devastato, deluso, incapace di reagire e di tornare a vivere positivamente la sua vita digitale.
Questo nuovo sistema di obiettivi non va a inficiare il sistema di skill che siamo abituati a utilizzare in The Sims 2, visto che queste resteranno e altre saranno aggiunte, legate magari a compiti lavorativi specifici.
Tornando alle ambizioni, sarà normale trovarne alcune legate al mondo del lavoro in cui i Sims si muovono, con i politici pronti a fare qualsiasi cosa per potersi guadagnare un cadreghino tra gli abitanti che contano, per fare un solo esempio. Di quando in quando, però, potrebbero presentarsi alcune occasioni in contrasto con l’obiettivo finale, ma molto appetibili: il nostro politico si è infatti trovato di fronte alla possibilità di “stornare” parte dei finanziamenti per la sua campagna elettorale e di metterseli gioiosamente in tasca.
Ebbene, durante la demo che ci è stata mostrata, il povero malcapitato veniva scoperto e obbligato a dimettersi dalle sue cariche pubbliche. Un problema? Non necessariamente: pochi istanti e il mondo della malavita era pronto a proporre una carriera al nostro ex-politico!

Create a sim

Uno dei motivi per cui The Sims 2 ha saputo bissare il successo del capostipite della serie è certamente da ricercare nella grande flessibilità offerta dal gioco in termini di personalizzazione. In tal senso ci è stato mostrato il nuovo “Create A Sim”, l’editor che ci permette di creare nuovi personaggi da inserire a piacimento nella cittadina.
La prima cosa che salta all’occhio è una maggiore ricercatezza nei menu di gestione: ora capigliature, labbra, sopracciglia e così via sono rappresentati in modo più semplice, senza però correre il rischio di cadere nella banalità.
Chi non ha voglia di cimentarsi con esperimenti, barre di scorrimento e così via, troverà nell’editor un gran numero di “parti” predefinite e realizzate questa volta in modo che già nei menu di selezione mostrino “al volo” l’effetto che queste conferirebbero al nostro neonato personaggio digitale. Chi vuole invece sbizzarrirsi "al pixel", potrà avvalersi del solito sistema di barre di scorrimento per andare a intervenire su ogni singolo tratto somatico. Addirittura i capelli hanno ora tre diverse colorazioni, quella generale, la "radice" e i riflessi.
Dal punto di vista degli abiti, poi, c’è solo da sbizzarrirsi: un gran numero di materiali sarà a disposizione dell’utente già all’avvio del gioco, e con questi è possibile decorare i propri abiti per creare combinazioni di colori e fantasie personalizzati, intervenendo anche sui vari livelli per impostare varianti di colore totalmente originali. Le stoffe, poi, possono anche essere utilizzate come rivestimenti per alcuni pezzi di mobilio casalingo, come poltrone e divani, per esempio.
Qui si conclude la nostra prima “esperienza” con The Sims 3. Per il gioco c’è ancora parecchio da fare, considerato cosa abbiamo sperimentato in i nostri occhi, ma il tempo, in fondo, non manca…


Commenti

  1. Kimahri

     
    #1
    Grazie dell'anteprima, aspettavo notizie sul terzo capitolo. Il freeroaming era proprio quello che serviva a questo titolo.
  2. KuRoChAn

     
    #2
    Bello, bello, bello, bello, bello!!!!!!!!
    Certo speriamo bene per i requisiti... Come cpu/ram ci sto, ma mi toccherà fare la scheda video nuova... per fortuna fino al 20 febbraio c'è natale di mezzo 
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!