Genere
Azione
Lingua
Sottotitoli in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
59.90 Euro
Data di uscita
30/10/2005

The Warriors

The Warriors Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Rockstar Games
Genere
Azione
Distributore Italiano
Take2
Data di uscita
30/10/2005
Lingua
Sottotitoli in Italiano
Giocatori
2
Prezzo
59.90 Euro

Hardware

The Warriors è attualmente in fase di sviluppo su PlayStation 2 e Xbox. Il suo debutto europeo è previsto per il 21 ottobre 2005.

Multiplayer

Ad oggi non è confermata, né smentita, la presenza di modalità multigiocatore. A nostra precisa domanda su un'eventuale modalità multiplayer cooperativa (particolarmente adatta al genere di gioco proposto da The Warriors) i ragazzi di Rockstar Games, durante la presentazione newyorchese, ci hanno risposto con un classico "no comment", ma accompagnato da un largo sorriso (la sensazione di aver fatto centro è stata tangibile...).

Link

Speciale

The Warriors svelato ai nostri occhi!

8 luglio 2005, Broadway, New York. Gli uffici di Rockstar Games hanno accolto Nextgame.it per uno dei press tour più importanti del 2005. È finalmente giunto il tempo di vedere in azione per la prima volta The Warriors, il videogioco basato sul background dell'omonimo film cult di fine anni '70 (noto in Italia come "I Guerrieri della Notte") nonché prossimo grande brand, dopo GTA, che Rockstar intende sviluppare. Entrate con noi in questo nuovo straordinario universo!

di Matteo Camisasca, pubblicato il

"Straordinario", ovvero qualcosa al di fuori, al di là, oltre l'ordinario...
È un termine eccellente per descrivere numerosi aspetti di The Warriors e al contempo si adatta perfettamente a narrare i passi che ci hanno condotto a questo primo emozionante incontro con "the next big thing" di casa Rockstar Games. Straordinario è di per sé The Warriors, film culto del 1979 (noto in Italia come "I Guerrieri della Notte") che ha lasciato un'impronta indelebile nella memoria di moltissimi: straordinaria è la sua genesi, quella di una pellicola focalizzata su periodo molto particolare della storia della Grande Mela, un periodo in cui le gang e il clima che ritroviamo nel film non sono altro che lo specchio di una realtà drammaticamente vissuta, dibattuta e combattuta. Straordinaria è Coney Island, la penisola situata nel profondo sud di New York, controllata nel film dalla gang dei Warriors: essa diviene per loro la meta della folle corsa di una notte, dal raduno di tutte le gang a nord, nel Bronx, ed è stata invece per noi il punto di partenza del tour che ci ha condotto al primo "eyes on" con il videogioco di The Warriors.

ALLA SCOPERTA DI CONEY ISLAND

La sera del 7 luglio scorso, accompagnati da un paio di straordinari (anche qui è davvero d'obbligo!) e gentilissimi rappresentati di Rockstar Games NY, siamo arrivanti a Coney Island, dopo un viaggio di quasi un'ora da Manhattan via metropolitana. Coney Island è là dove la periferia della periferia sub-urbana di New York tocca, a sud, il mare. L'aria salmastra di mescola con il profumo (o l'odore, secondo i gusti) degli Hot Dog, una ricetta universalmente riconosciuta che scopriamo essere nata proprio qui. Coney Island è un posto davvero particolare, strano, e non fatichiamo a capire come possa essere diventato il set di un film altrettanto particolare: il ferro e l'acciaio dei grattacieli di Manhattan sono distanti anni luce; qui i palazzi sono altri un paio di piani, sono in mattoni o cemento, salvo rari casi non hanno un particolare look&feel, e rappresentano la cornice di un parco divertimenti che costituisce il fulcro del quartiere. Esso si affaccia su una passeggiata fatta di assi in legno consumate dal tempo e dagli effluvi del mare, che fa capolino, appena più in là, dopo una spiaggia ampia ma un po' malinconica.
Questo luogo apparentemente desolato (veramente l'"ideale" per portare al mare la propria ragazza...) è in realtà una ricchissima culla dove sono nati alcuni fenomeni di portata mondiale. Dell'Hot Dog abbiamo già accennato, ma questa è anche la patria del cornetto gelato "soft" (tanto reclamizzato in queste calde estati). Qui è nata la cultura Hip-Hop e qui ci sono le più antiche montagne russe di tutta l'America: più in generale, se da bambini siete andati anche una volta sola "alle giostre" alias "al Luna Park", potete dire di aver assaggiato un pezzetto di Coney Island.
Dal 1979 Coney Island è ovviamente legata a doppio filo a The Warriors, anche se nei residenti la coscienza della vera importanza di questo "matrimonio" pare sia maturata solo di recente: in effetti è facile capire come una ventina d'anni fa l'associazione al film potesse essere vista solo nell'ottica dei suoi aspetti più violenti e contrastati, venendo dunque vissuta come "cattiva pubblicità" se non come un danno d'immagine. In realtà oggi c'è rispetto e ammirazione in Coney Island per l'essere divenuti protagonisti di questo fenomeno mediatico - che presto sarà anche un videogioco - e l'abbiamo constatato in particolare da un paio di aspetti, uno che possiamo definire inconscio, l'altro invece profondamente consapevole. Benché molte delle costruzioni originare di fine anni '70 oggi non esistano più, Coney Island ci è parsa quasi cristallizzata nel tempo, come se fosse la fotografia a tinte scolorite di se stessa, fatta a futura memoria e a celebrazione di quel film e di quegli anni che l'hanno resa immortale in The Warriors
D'altro lato su un muro di Coney Island, da circa un anno e mezzo, si staglia un grande affresco dipinto a mano, creato da Rockstar Games per annunciare l'arrivo di The Warriors: ebbene se pensate che tutta New York (a partire dall'opulenta Manhattan giù giù fino a Coney Island) è tappezzata un po' dappertutto di "tag" e graffti, è quasi incredibile vedere questo grande affresco del tutto inviolato e ciò dimostra che anche nelle giovani generazioni locali oggi c'è consapevolezza e orgoglio per il legame speciale con The Warriors.
Vi raccontiamo tutto questo - e ci siamo dilungati - perché Coney Island è un elemento importante del film e del gioco: essere là - per chi scrive - è stato fondamentale per entrare nel vivo di The Warriors e siamo sicuri che quanto siamo riusciti a trasmettere sarà importante anche per voi.

NUOVA VITA PER UN VECCHIO GENERE

Arriviamo al gioco, precisando fin da subito che quella mostrata in azione attraverso una sessione dimostrativa giocata era la versione PlayStation 2. L'obiettivo nella mente di Rockstar Games per The Warriors è tanto chiaro quanto ambizioso: come Grand Theft Auto ha ridefinito i giochi d'azione, divenendo il gioco più venduto dell'attuale generazione e come Midnight Club ha tracciato una sua peculiare impronta nel genere dei racing game, ottenendo il favore di milioni di giocatori in tutto il mondo, così The Warriors vuole essere la riscoperta e la ri-definizione dei giochi di combattimento da strada, quel genere che mescola combattimenti, risse e l'utilizzo di armi improprie oltre a mani e piedi. L'obiettivo è ancor più ambizioso se si pensa che verrà attuato mediante l'uso di una licenza cinematografica e ricordando anche che per la prima volta in assoluto Rockstar Games si cimenta con un gioco su licenza.