Genere
Action RPG
Lingua
Testi in italiano
PEGI
18+
Prezzo
€ 48,90
Data di uscita
19/5/2011

The Witcher 2: Assassins of Kings

The Witcher 2: Assassins of Kings Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Atari
Sviluppatore
CD Projekt Red
Genere
Action RPG
PEGI
18+
Distributore Italiano
Bandai Namco Games
Data di uscita
19/5/2011
Lingua
Testi in italiano
Giocatori
1
Prezzo
€ 48,90

Hardware

L'uscita di The Witcher 2 è prevista per il prossimo anno, esclusivamente su PC. Nulla è ancora emerso circa i requisiti di sistema richiesti.

Multiplayer

Non saranno presenti opzioni multigiocatore.

Link

Eyes On

[GC 10] Assassini nati

Il Lupo Bianco è tornato, per non fare prigionieri.

di Stefano F. Brocchieri, pubblicato il

L’Alchimia, pietra angolare del predecessore, sarà ancora lì e avrà ancora una volta un ruolo molto importante, così come le formule delle pozioni, il bestiario e tutti gli altri elementi che in The Witcher formavano uno dei giornali più esaurienti e curati mai visti in un gioco di ruolo.
Oltre che per merito della vastità e della complessità degli ambienti che il nuovo motore è in grado di portare a video, il mondo in cui Geralt si avventurerà sarà più coerente e credibile grazie anche alle sue rinnovate capacità motorie, che gli permettono di arrampicarsi e superare ostacoli (nei limiti del credibile, senza trasformarsi in un novello Ezio) e, più in generale, di interagire in maniera più intensiva con lo scenario. Quando, durante la presentazione, il protagonista è uscito dalle segrete ritrovandosi al cospetto di una cittadina arroccata tra il mare e il castello, indugiando con la telecamera sulle complesse architetture circostanti i ragazzi del team di sviluppo ci hanno detto che saranno tutti spazi effettivamente esplorabili. I tempi in cui Geralt doveva fare un giro a vuoto di decine di metri perché non riusciva a superare uno steccato di 50 centimetri sembrano davvero lontani, insomma. A completare l’idea di un mondo più vivo e dinamico interviene poi l’intelligenza artificiale dei personaggi non giocanti che vanterà molte più reazioni rispetto a quelli del passato. Durante la dimostrazione giocata, abbiamo visto ad esempio una guardia andare a riaccendere una torcia spenta da Geralt. E a proposito di PNG, gli sviluppatori ci hanno raccontato un aneddoto interessante: il team si è diviso in numerosi sotto-gruppi, ciascuno dei quali si dedica ai personaggi appartenenti a una determinata zona geografica o una precisa categoria, allo scopo di definirli nella maniera più diversificata e credibile possibile.

DIE BY THE SWORD

Ma l’aspetto che più spaventa i fan della prima ora è senza dubbio il drastico di rotta riguardante il sistema di combattimento, che ha preso una decisa svolta action. Quest’ultima componente era già piuttosto pronunciata anche nel predecessore, che ibridava il classico “clicca clicca” degli action-RPG con una trovata geniale, ovvero l’importanza di tenere un ritmo, un’impostazione di base e una distribuzione efficace dei colpi, catturando perfettamente l’essenza di un reale confronto all’arma bianca, anche se svariate sbavature in fatto di collisioni e di intelligenza artificiale dei nemici non rendevano pienamente compiuto questo interessante esperimento. In The Witcher 2 spariscono la selezione del bersaglio via cursore e la scelta tra i tre stili di lotta adottabili (Forte, Veloce e di Gruppo), che confluiscono insieme in un unico repertorio, da applicare attraverso il ricorso a specifici tasti, ciascuno deputato a un tipo di attacco, come in un vero e proprio gioco di lotta. Ma il tutto, secondo le dichiarazioni, continuerà a dipendere fortemente dalle statistiche, nel rispetto dell’anima prettamente ruolistica del gioco. Un’evoluzione in linea di principio naturale e coerente, che permetterebbe di sposare il meglio di due mondi. Peccato che per quanto abbiamo potuto vedere le cose non sembrano funzionare come sperato: Geralt si muove più agile e fluido, ma continua ad affrontare nemici caratterizzati da comportamenti troppo singhiozzanti e incerti, mentre gli impatti sembrano essere ben lontani dalla precisione e la “certezza” di un sistema che pretende di svolgersi in maniera completamente dinamica. In altre parole, sembrano essere rimasti i difetti del predecessore abbinati a un’impalcatura molto meno tattica e versatile. CD Projekt ha affermato più di una volta che questa componente del gioco è ancora in fase di rifinitura e bilanciamento, per cui non resta che aspettare di vederne di più nei prossimi mesi, attendendo magari l’occasione di provare il tutto con mano, per capire se da questo punto di vista è stato fatto il passo più lungo della gamba o se gli sforzi compiuti daranno loro ragione.

BUONA FORTUNA, STREGONE

Per il resto, The Witcher 2 ci ha fatto davvero una gran bella impressione, apparendo in potenza come un titolo in grado non solo di bissare ma anche superare il primo amatissimo episodio, invitando il giocatore a vestire i panni di uno dei personaggi più carismatici degli ultimi anni per avventurarsi in un mondo fantasy disincantato e spesso crudele, rappresentato attraverso una ricca scala di grigi, e una dimensione epica che appare ancora più trascinante. Come testimonia l’ultima fase di gameplay mostrataci durante la presentazione, che dava una piccola anticipazione di una delle tre grandi battaglie previste nel gioco, ambientata in una sorta di limbo dove Geralt affrontava demoni, fantasmi e signori oscuri all’interno di uno scontro dall’impatto scenografico semplicemente fenomenale. Una dimostrazione di forza bruta mista a perizia che ci si può aspettare solo da gente che sa quello che vuole e ha pieno controllo dei mezzi per arrivarci. Sperando magari che non finisca per compiere autogol clamorosi per eccesso di sicurezza...


Commenti

  1. bocte

     
    #1
    Anteprima apocalittica.
    Sono commosso, grazie Teo.
    Speriamo sempre nelle modifiche ai combattimenti che 'sta cosa dell'eliminazione dei 3 stili selezionabili proprio non mi va giù.
    Se cannano qualcosa potrebbero vedersi ritorta la furia di Geralt... E la mia! :->
  2. teoKrazia

     
    #2
    bocte ha scritto:
    E la mia! :->


    Capolavoro. XD

    Guarda, quella dei tre stili, assieme all'Alchimia e altri aspetti specifici, gliel'ho chiesta proprio esplicitamente. E come riportato, loro han detto che non saranno più selezionabili, ma faranno sentire la loro presenza all'interno dell'unico combat system. Che al momento pare peggio di quello del primo, ma in compenso con gli stessi difetti. XD

    Speriamo bene... ^^
  3. El_Maria

     
    #3
    Sull'onda dell'entusiasmo per questo seguito sto rigiocando al primo che avevo abbandonato un pò di tempo fa per non so quale motivo. Gioco splendido e mi spiace parecchio che abbiano abbandonato il sistema di combattimento con i 3 stili diversi, che invece mi sta piacendo parecchio e mi pare tutt'altro che complicato da gestire.

    Sarà interessante anche vedere che tipo di pc ci vorrà per farlo girare a dovere.
  4. bocte

     
    #4
    El_Maria ha scritto:
    Sarà interessante anche vedere che tipo di pc ci vorrà per farlo girare a dovere.
    Agree, ma ormai c'è tanta di quella potenza a buon mercato che francamente non mi sembra un problema insormontabile per un titolo che puzza di KA.
  5. teoKrazia

     
    #5
  6. utente_deiscritto_20206

     
    #6
    Combattimenti a parte, che spero anche io sistemino un pò meglio, questa anteprima non fa altro che farmi aumentare la scimmia!
    Certo che 16 finali diversi...:O
  7. utente_deiscritto_20206

     
    #7
    teoKrazia ha scritto:
    Dai, stringiamoci tutti assieme!
    http://www.youtube.com/watch?v=m0Hykg4vxdk&feature=related
     Bellissima la ost, speriamo anche quella del 2 sia di ottimo livello!

  8. teoKrazia

     
    #8
    xxAndreaxx ha scritto:
    questa anteprima non fa altro che farmi aumentare la scimmia!


    È implicitamente dedicata a tutti quelli che hanno amato il primo. :*)

  9. utente_deiscritto_20206

     
    #9
    bocte ha scritto:
    Speriamo sempre nelle modifiche ai combattimenti che 'sta cosa dell'eliminazione dei 3 stili selezionabili proprio non mi va giù.
       A me l'idea dell'eliminazione dei 3 stili in favore di un unico stile più action piace piace anche come idea, il problema è quando si parla di poca precisione negli impatti e delle reazioni dei nemici :(
  10. bocte

     
    #10
    teoKrazia ha scritto:
    È implicitamente dedicata a tutti quelli che hanno amato il primo. :*)
     Ecco perche' siamo in 3 a rispondere! :asd:
    :*
Continua sul forum (13)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!