Genere
Azione
Lingua
Italiano
PEGI
18+
Prezzo
ND
Data di uscita
8/3/2016

Tom Clancy's The Division

Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Ubisoft Entertainment
Sviluppatore
Ubisoft
Genere
Azione
PEGI
18+
Distributore Italiano
Ubisoft Italia
Data di uscita
8/3/2016
Lingua
Italiano
Giocatori
1-4
Hands On

Gioco di ruolo e sparatutto

Un po' sparatutto, un po' gdr, un po' mmo...

di Daniele Di Benedetto, pubblicato il

Equipaggiarsi e combattere

Dal punto di vista del gioco di ruolo, diversi sono i contatti con questo genere. Oltre al fatto di poter salire di livello e sbloccare abilità nei diversi rami che abbiamo a disposizione e che indicano una sorta di specializzazione (medico, tecnologico e sicurezza) con il quale potremo curare noi e i nostri compagni o fornire dei vantaggi come bonus temporanei ai danni critici o ancora lanciare una torretta per il fuoco di soppressione, è presente la possibilità di migliorare il nostro personaggio tramite gli oggetti lasciati a terra dai nemici. Dalle armi, agli zaini rinforzati, alle parti di corazza forniscono statistiche come armatura e abilità diverse in base alla loro rarità. Classicamente potremo riconoscere a colpo d’occhio gli oggetti più potenti in base al colore degli stessi, partendo dal bianco e passando per il verde, il blu, il viola e infine (almeno per ora) le gialle o “esotiche”, ognuna con statistiche e perk bloccate da soddisfare per poter essere utilizzate. Le armi possono essere poi personalizzate e accessoriate con una valanga di mod, dalle ottiche, ai caricatori maggiorati, ai silenziatori, anche queste dotate di abilità a parte. Abbiamo trovato un po’ simili i modelli di sparo, soprattutto in base alle classi di appartenenza delle armi, per spiegarci meglio per esempio un ak-47 sparava come un m4 quando invece il primo con delle raffiche un po’ più lunghe avrebbe dovuto avere un rinculo un po’ più “nervoso”, così come i mitragliatori, peccato. In generale in The Division si spara bene, le armi hanno un rinculo che non permette raffiche lunghe a certe distanze e le coperture funzionano egregiamente a parte qualche problema che abbiamo riscontrato dal passaggio di una copertura all’altra. Una parola spetta poi all’interfaccia, a nostro parere leggermente invasiva; possiamo capire l’intento e la moda di queste interfacce moderne ma il fatto che avvicinandosi ad ogni riparo faccia vedere il tasto da premere per appiattircisi contro, beh ci è parso esagerato, così come la mole di informazioni che appare vicino alla mappa con la descrizione degli hot point. Graficamente il gioco si comporta molto bene sia su console (su One siamo rimasti piacevolmente stupiti dalla grafica sfoggiata e dagli fps) che su PC dove, settato tutto al massimo, il titolo regala degli scorci davvero notevoli soprattutto grazie ad un’illuminazione davvero ben riuscita con nebbie volumetriche attraversate dai vari punti di luce in maniera molto realistica insieme a dei riflessi ottimamente curati. Un ottimo audio (ben doppiato in italiano) accompagna il giocatore in giro per la città con rumori ottimamente campionati anche in base all’ambiente in cui ci si trova.

The Division sarà disponibile dall'8 marzo in versione PC, PS4 e Xbox One - Tom Clancy's The Division
The Division sarà disponibile dall'8 marzo in versione PC, PS4 e Xbox One

Buone potenzialità di base, sapranno sfruttarle?

Questa beta, tirando le somme, ha migliorato l’impressione rispetto alla precedente. La nuova missione PVE giocabile in gruppo ha fatto intravedere qualche cosa di più interessante (grazie anche all’inserimento di un nuovo tipo di nemici in questo ambito) e anche dal punto di vista grafico (su PC) si è mostrata più stabile e meglio rifinita. Potenzialmente il gioco è davvero da tenere d’occhio, bisognerà vedere quanti eventi verranno inseriti (fino ad ora davvero pochi) e la varietà delle situazioni e dei nemici, per ora tutti uguali. Se Ubisoft dimostrerà di seguire i consigli collezionati in questi due periodi di beta e di fornire contenuti regolarmente saremo sicuramente di fronte ad un titolo che potrà tenere incollati per molte ore a venire. Appuntamento per i primi di marzo per la nostra recensione!


Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!