Genere
Azione
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
5/3/2013

Tomb Raider

Tomb Raider Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Square Enix
Sviluppatore
Crystal Dynamics
Genere
Azione
Data di uscita
5/3/2013
Notizia

Lara Croft e la violenza

Rhianna Pratchett spiega i compromessi che lo sviluppo di un gioco rende necessari.

di Antonio Pizzo, pubblicato il

Chi abbia giocato Tomb Raider saprà che la prima situazione in cui Lara Croft è costretta a uccidere viene ben spiegata narrativamente, ma anche che da lì a poco la ragazza inizia a falciare nemici a raffica. La cosa che ha fatto storcere il naso a qualcuno, per la rapidità con cui Lara si abitua a questo nuovo ruolo di spietata sopravvissuta. A chiarire il perché di questa progressione è intervenuta l'autrice della sceneggiatura, Rhianna Pratchett.

"Tomb Raider è stato paragonato da molti ad Uncharted, ed entrambi i giochi mostrano quella tensione insita nel vedere un personaggio molto umano e credibile che uccide orde di cattivi," ha spiegato a Kill Screen. "È una tensione costante, e non credo che ci sia uno sviluppatore che da solo possa scioglierla in un solo colpo. È difficile. Credo che il punto sia la sospensione dell'incredulità. È davvero difficile fare in modo che un personaggio del genere resti completamente gradevole. Ma almeno con Lara abbiamo dimezzato il numero di morti che erano previsti all'inizio.

"Bisogna equilibrare le necessità della giocabilità con quelle della narrazione. E queste ultime non sempre hanno un peso maggiore. In effetti, di solito con i giochi succede il contrario. Da un punto di vista narrativo, avremmo preferito che l'escalation fosse un po' più lenta. Ma ci sono altri fattori da prendere in considerazione! Quando al giocatore dai una pistola, questi si aspetta di usarla. Siamo stati coraggiosi a ritardare così tanto il momento in cui il giocatore riceve la pistola, in un gioco in cui si spara così tanto. Abbiamo provato ad innovare un po', ma la narrazione non può sempre vincere. Idealmente devi tendere a un equilibrio perfetto, ma a volte il combattimento, la giocabilità e cose del genere devono avere la meglio."




Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!