Genere
Azione
Lingua
Tutto in italiano
PEGI
16+
Prezzo
ND
Data di uscita
29/8/2008

Too Human

Too Human Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Microsoft Game Studios
Sviluppatore
Silicon Knights
Genere
Azione
PEGI
16+
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
29/8/2008
Data di uscita americana
19/8/2008
Lingua
Tutto in italiano
Giocatori
2
Formato Video
HDTV

Hardware

Per giocare a Too Human è necessario possedere un Xbox 360 munito di relativo joypad e una confezione originale del gioco in formato PAL. Sono supportare le risoluzioni HDTV fino a 1080p e il Dolby Digital durante le fasi di gioco.

Multiplayer

È presente una modalità multiplayer che permette a due utenti di cooperare online per completare il gioco. L'inclusione di un alleato permette di inscenare combattimenti più spettacolari, per quanto limitare il tutto a due personaggi finisce per svilire le cinque classi di guerriero tra le quali è possibile scegliere. La difficoltà viene inoltre impostata sul personaggio con l'esperienza più alta: cercate quindi di scegliere un compagno di pari livello o finirete per essere tritati con troppa frequenza.

Link

Recensione

La rabbia del figlio di Odin

Non basteranno migliaia di bestie per placare la sete di vendetta.

di Andrea Focacci, pubblicato il

Abbiamo appurato di come la realizzazione tecnica di Too Human non sia delle più entusiasmanti e deluda sotto vari aspetti: questo, per un titolo che ha avuto a disposizione un budget quasi illimitato e tutto il tempo del mondo ai propri piedi, è un peccato difficile da lavare via. Tuttavia la regola fondamentale sempre valida è quella di non anteporre la mera grafica di un gioco – per quanto sempre più importante nel presente – al reale cuore pulsante dello stesso, in altre parole le meccaniche che ne governano il gameplay. Insomma, proviamo a concedere a Too Human una seconda chance.

A COLPI DI SPADA

Durante gli ultimi mesi abbiamo sentito accostare il titolo creato da Silicon Knights ai giochi più disparati, attraverso paragoni clamorosamente fuori bersaglio. Tanto per essere chiari, non bastano un po’ di cibernetica e qualche pistola per individuare in Mass Effect l’antagonista principe di Too Human, giacché il gioco di ruolo di Bioware si abbandona a un’impostazione che mette in primo piano la narrativa, la creazione di un universo esteso ma plausibile e più tatticismo nei combattimenti in tempo reale. Nemmeno Diablo, a nostro avviso, può rappresentare un reale termine di paragone, poiché nonostante condivida con l’oggetto della recensione un’anima prettamente hack’n slash (in altre parole, molta enfasi sul combattimento a corto raggio con armi da taglio) il gioco di Blizzard proponeva una maggiore interazione con il gruppo, tanto che ogni personaggio aveva particolari funzioni e una personalità più spiccata.

UNA DINASTIA DI GUERRIERI

In Too Human, Lord Baldur è fondamentalmente un solitario, si getta a capofitto contro orde di nemici meccanici impazziti e il gruppo di soldati che lo segue è solo asettica carne da macello. Il gioco che più si avvicina alle meccaniche del titolo Silicon Knights è Dynasty Warriors (in tutte le sue molteplici incarnazioni): un uomo solo che mena confusamente fendenti in mezzo a decine e decine di nemici, dal character design assai poco vario e alquanto anonimo, nel tentativo di attivare spettacolari combo e guadagnare qualche colpo speciale da utilizzare in caso di accerchiamento. Allo stick analogico destro è affidato il compito di gestire la direzione dei fendenti, con una conseguente e più che ovvia perdita di precisione causata dalla stessa sensibilità della leva. Tramite i due grilletti dorsali è invece possibile sguainare fucili o pistole dalle fondine e colpire il nemico dalla distanza.
Accumulando maggiore esperienza è quindi possibile attivare un certo numero di abilità particolari, riconducibili nel posizionare elementi di disturbo al suolo o infondere maggiore vitalità negli attacchi a corpo a corpo. Si entra in una porzione di livello, si abbattono tutti i nemici che ne escono, si passa al successivo segmento e così via, sino allo scontro con i boss di fine dungeon. Anche il termine "dungeon" è almeno azzardato, visto che tutte le ambientazioni sono di chiara linearità, fatta eccezione per alcune pozze d’acqua magiche che, se attivate, permettono di muoversi in una sorta di realtà naturale parallela – il mondo com’era prima dell’avvento delle macchine – e interagire in qualche modo con la realtà attuale per aprire porte o passaggi segreti.
In altre parole, un titolo in sviluppo da una decade con meccaniche di gioco vecchie, appunto, dieci anni.

FABBRICA DI GUERRA

La concessione più tangibile al genere RPG è da ricercarsi nella personalizzazione del personaggio, che può essere equipaggiato armi e corazze secondo il livello di esperienza raggiunto e dei bonus che si vogliono attivare. Se, infatti, non è un problema accedere a suppellettili meno convenzionali, vista la generosità con la quale il gioco li elargisce al termine di ogni scontro più o meno importante, la vera sfida è quella di fabbricare particolari dell’armatura o armi in grado di ospitare un numero di rune sempre più alto: disegni magici che permettono di aggiungere più efficacia alle difese, maggiore velocità di esecuzione, una rinnovata letalità nei colpi a distanza e così via… il loro numero è imponente. Per fortuna l’eventuale sovraffollamento dell’inventario può essere gestito in automatico dal gioco che baderà a cedere le armi meno pericolose o gli oggetti già presenti in numero eccessivo, evitando al giocatore di perdere troppo tempo all’interno di menu già poco immediati.


Commenti

  1. Lylot72

     
    #1
    Recuperato questo giochillo.
    Ho giocato un paio d' ore, graficamente è HD old Gen ma il design è veramente intrigante. Sonoro molto bello ed evocativo.
    Il gameplay al momento lo trovo un pochino confusionario.
     In pratica sto utilizzando solo combo con lo spadone.
    Le armi da fuoco, tranne per distruggere mirando alcune parti del corpo dei nemici più grossi, sembrano quasi inutili.
  2. kingkilium

     
    #2
    Lylot72 ha scritto:
    Recuperato questo giochillo.
    Ho giocato un paio d' ore, graficamente è HD old Gen ma il design è veramente intrigante. Sonoro molto bello ed evocativo.
    Il gameplay al momento lo trovo un pochino confusionario.
     In pratica sto utilizzando solo combo con lo spadone.
    Le armi da fuoco, tranne per distruggere mirando alcune parti del corpo dei nemici più grossi, sembrano quasi inutili.
         Anche io l'ho recuperato qualche tempo fa a prezzo budget, purtroppo dopo aver avuto le tue stesse impressioni iniziali ne sono rimasto molto deluso.
    Presto inizierai a morire un'infinità di volte, spesso piu' per l'imprecisione del sistema di puntamento che per tua imperizia, e la storia (troncata all'improvviso tra l'altro) ha la durata di un respiro.
    Peccato :-\
  3. Lylot72

     
    #3
    Torno su questo topic, visto che ora il tasto ricerca funziona.
    Penso d' essere arrivato quasi alla fine, in realtà non vedo l' ora di finirlo per archiviarlo. 
    Totale delusione, gameplay insulso, si muore in continuazione, perchè i programmatori lo vogliono e per fortuna che poi veniamo resuscitati.
    L' unica cosa che mi fa proseguire è arrivare ai filmati e vedere come dipana la storia, anche se a tratti pure questa non ispira più di tanto.

    Voto 5
  4. Sechs

     
    #4
    Quante cose vorrei dire su Too Human, e invece alla fine non dico niente.
    Non so, con tutto l'impegno non ce la faccio a "salvare" questo gioco. Ci sono delle scelte così sbagliate, ma così sbagliate sotto tutti i punti di vista che ti viene da chiedere... ma cosa hanno lavorato tutto 'sto tempo? C'hanno davvero lavorato tutti questi anni? La risposta è no, ma ALMENO 3 anni c'hanno lavorato di brutto, e son cmq tantissimi... non riesco a giustificarli.

    Il gioco in un certo senso ha il suo perchè dopo tante ore, ma... ma non riesce nel suo intento. Fallisce su ogni fronte per quanto ci sia un qualcosa, un "non so che" che indubbiamente ispira fascino e carisma. Forse la ricerca artistica? Le musiche? L'idea di fondo? Non so, ma non riesce purtroppo a salvare il gioco.

    La trama per me è molto carina invece. Aspetterei volentieroso un sequel, sperando di trovarmi di fronte un gioco COMPLETAMENTE diverso (a partire dai controlli... fanculo all'usare lo stick analogico, scelta che secondo me rovina un buon 50% almeno di quel POCO che poteva essere vagamente valido nel gameplay).
    Ma i contenuti speciali scaricabili? Son passati diversi mesi dall'uscita del gioco ma io non ho visto niente...
  5. s0r4

     
    #5
    io lo prenderei usato, consapevole che sia solo un giochino, ma se non c'è nessuno che lo salva...
  6. Stefano Castelli

     
    #6
    s0r4 ha scritto:
    io lo prenderei usato, consapevole che sia solo un giochino, ma se non c'è nessuno che lo salva...
     Il punto è: se neppure finisce, che te lo giochi a fare?
  7. Andhaka

     
    #7
    Stefano Castelli ha scritto:
    Il punto è: se neppure finisce, che te lo giochi a fare?
      eh, ma non era una trilogia annunciata? :DD
    Cheers
  8. Da Hammer

     
    #8
    Stefano Castelli ha scritto:
    Il punto è: se neppure finisce, che te lo giochi a fare?

    Tra l'altro, leggevo che questo primo episodio finisce proprio quando le cose cominciano in minimo interessanti.
  9. Stefano Castelli

     
    #9
    Andhaka ha scritto:
    eh, ma non era una trilogia annunciata? :DD
    Beh, se tu vai da un PR Microsoft e gli domandi dei seguiti di Too Human lui reagisce in uno dei seguenti modi:
    - si ficca gli indici nelle orecchie e inizia a gridare "Bula Bula Bula Bula!".
    - ti da un pugno sul naso
    - ti passa un foglio con sopra indirizzo e numero di telefono della madre di Denis Dyack
    - nega tutto
  10. Andhaka

     
    #10
    Stefano Castelli ha scritto:
    Beh, se tu vai da un PR Microsoft e gli domandi dei seguiti di Too Human lui reagisce in uno dei seguenti modi:
    - si ficca gli indici nelle orecchie e inizia a gridare "Bula Bula Bula Bula!".
    - ti da un pugno sul naso
    - ti passa un foglio con sopra indirizzo e numero di telefono della madre di Denis Dyack
    - nega tutto
      Sì, sospettavo qualcosa del genere... specialmente non avendo sentito nessuna dichiarazione di successone da parte di SK sui risultati di TH. :DD
    Cheers
Continua sul forum (59)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!