Genere
Sportivo
Lingua
Sottotitoli in Italiano
PEGI
3+
Prezzo
ND
Data di uscita
24/6/2008

Top Spin 3

Top Spin 3 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
2K Sports
Sviluppatore
PAM Development
Genere
Sportivo
PEGI
3+
Distributore Italiano
Take2
Data di uscita
24/6/2008
Lingua
Sottotitoli in Italiano
Giocatori
4
Formato Video
HDTV
Formato Audio
Surround 5.1

Lati Positivi

  • Simulazione molto profonda
  • Tanti tornei a disposizione
  • Graficamente ottimo
  • Animazioni dei tennisti eccelse
  • Grandi soddisfazioni anche in multiplayer

Lati Negativi

  • Mancano alcuni tennisti importanti, come Rafa Nadal
  • Editor un pò complicato
  • Curva di apprendimento davvero ripida

Hardware

Per giocare a Top Spin 3 avete bisogno una confezione originale del gioco in formato PAL e di una console Xbox 360 munita di relativo joypad. Pieno supporto per i 1080p e il Dolby Digital 5.1.

Multiplayer

Sino a quattro giocatori in contemporanea possono darsi battaglia tanto offline quanto online, attraverso partite d'esibizione che prevedono match singoli, doppi classici e doppi misti. Sono presenti anche diversi tornei mondiali oltre alla possibilità di organizzarne di nuovi per scalare le classifiche di Xbox Live. Grazie al sistema di leaderboard è possibile impostare opportuni parametri per misurarsi con avversari della propria "taglia".

Link

Recensione

Realismo ai massimi livelli

Novellini... lasciate ogni speranza, o voi che entrate!

di Andrea Focacci, pubblicato il

Non si può che essere particolarmente soddisfatti di fronte alla completezza simulativa di Top Spin 3, che rende ogni partita degna di essere vissuta e giocata sino all'ultimo punto, ma la curva di apprendimento è molto ripida persino per i vecchi fan del primo episodio. Ne consegue che il gioco possa essere sin troppo frustrante per chi è abituato ad un approccio meno esigente al tennis, in pratica tagliando fuori gran parte di quella fetta che è cresciuta a pane e Virtua Tennis. A poco serve il completo tutorial che, suddiviso in lezioni, ha il compito di esemplificare tutte le variabili presenti nel gioco: una scuola che serve ad affinare la tecnica, ma che non può cambiare l'approccio mentale a una partita molto vicina alla realtà.

IL GRANDE SLAM

Accanto alle normali possibilità di organizzare amichevoli e doppi contro amici o CPU, una delle modalità di gioco più interessanti è senza dubbio la Carriera. Partendo dalle categorie amatoriali, dopo un certo numero di successi, è possibile iniziare a scegliere liberamente tra i tanti tornei presenti nel mondo (come gli Australian Open o il Roland Garros, per citarne un paio, anche se manca colpevolmente Wimbledon) e puntare al Grand Slam o scalare il ranking mondiale per giungere, di colpo in colpo, al livello di Leggenda. Una modalità di gioco senza dubbio appagante, anche per la presenza di alcuni atleti storici - Boris Becker, Bjorn Borg o Monica Seles per esempio - accanto agli attuali fuoriclasse del panorama mondiale. L'unica nota dolente è rappresentata dall'assenza di Rafael Nadal che, per un problema di esclusive contrattuali, è disponibile solo sulla versione PlayStation 3 del gioco. Tuttavia una maggiore varietà di eventi, magari alleggerendo l'azione con una serie di mini-giochi o prove di abilità sulla falsariga di Virtua Tennis, non avrebbe guastato.

A PROPRIA IMMAGINE E SOMIGLIANZA

Progredendo nella carriera è possibile sbloccare nuovi bonus da acquistare - parliamo di racchette, completi sportivi, attrezzature e così via - ma anche abilità inedite con le quali arricchire il profilo atletico dell'alter ego che è possibile creare con l'editor del gioco. Proprio la questione editor non è di facile discussione: l'introduzione della modalità "scolpisci", con tanto di punti di morphing con i quali interagire, ha reso il tutto ancora più completo e personalizzabile... tuttavia, si è persa per strada quella immediatezza e intuitività che permetteva di ottenere risultati strabilianti in termini di verosimiglianza con l'editor del primo episodio. Non stiamo dicendo che non si possano ottenere con Top Sopin 3, tutt'altro, ma sarà necessario un maggiore studio degli strumenti a disposizione. Per quanto riguarda il multiplayer, il compito di 2K Sports era molto più facile, dato che era sufficiente migliorare il già ottimo servizio allestito per i precedenti capitoli: nove tornei pre-impostati, la possibilità di organizzare tour classificati di varia levatura, ma anche semplici partite da esibizione. Le notizie migliori, però, arrivano dalla quasi totale assenza di lag durante le partite e dalla presenza di un manager online che permette di impostare le proprie abilità ed evitare di scontrarsi con utenti troppo inesperti o eccessivamente smaliziati.

TENNIS BELLO DA VEDERE

Concludiamo magnificando la realizzazione tecnica di Top Spin 3, ai vertici della categoria con texture di alta qualità e una riproduzione di campi e stadi curata sin nei minimi particolari. Addirittura il pubblico sembra reagire con maggiore partecipazione e coerenza all'andamento della partita, tanto dal punto di vista grafico che sonoro. Il pezzo migliore è tuttavia rappresentato dalle animazioni dei giocatori, da sempre marchio di fabbrica della serie: vedere Federer che scivola dolcemente sulla terra battuta o Becker che mette in mostra il suo stile spigoloso ma potente è una gioia per gli occhi, così come le magliette che si adattano ai movimenti del corpo o al soffiare del vento. C'è qualche sporadico calo di frame rate, soprattutto nelle fasi immediatamente precedenti la partita, ma d'altro canto la perfezione non è di questo mondo.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
Top Spin 3 è una simulazione di tennis eccellente, rigorosa e che non ammette sbavature da parte dell’utente: se siete orfani del primo Top Spin o siete alla ricerca di una sfida molto impegnativa ma allo stesso tempo appagante e duratura nel tempo, siete giunti alla fine delle vostre peregrinazioni. Al contrario, se da un gioco di tennis chiedete più immediatezza e meno potenziale frustrazione, fareste bene a indirizzarvi verso altre proposte. Tutti saranno invece concordi sull’ottima realizzazione tecnica del gioco, che raggiunge vette di eccellenza nelle animazioni dei giocatori.

Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!