TopGame

TopGame

Una rubrica per chi "ne sa", una rubrica per i veri appassionati, una rubrica che piacerebbe un casino a Maurizio Seymandi e al Telegattone. Videogame.it vi propone, e vi propina, le sue meravigliose Top Ten: quali i migliori picchiaduro della storia? Quali le armi più deficienti nel genere degli sparatutto? Quali le protuberanze più marcate tra i personaggi femminili digitali? A tutto una risposta, ovviamente "secondo noi". A voi la gioia di commentare le nostre scelte. Insulto libero, per una volta!
Rubrica

I giochi più "trash" di sempre!

I 20 videogiochi più assurdamente ridicoli di tutti i tempi.

di Alessandro Apreda, pubblicato il

Dopo l’accesa discussione di settimana scorsa sui 20 migliori giochi PAL (più un nippo-intruso di un certo spessore) per PSone, e in attesa di andare a scoprire tra sette giorni quali siano invece i 20 titoli import della vita per la prima console Sony, un TopGame di alleggerimento con i giochi più trash di sempre. Ma attenzione: sgombriamo subito il campo da possibili equivoci. Un gioco trash non è semplicemente un gioco brutto. Che di quelli è pieno il mercato dei videogiochi all’incirca da quando esiste un mercato dei videogiochi. Un gioco trash è un gioco brutto (ma a volte talmente brutto da esercitare un suo certo fascino sinistro), assurdo, volgare perfino per gli standard di un autotrasportatore alcolista del Tennessee, con protagonisti ridicoli. Più o meno volutamente tali, ma questo in fondo conta ben poco. Armatevi del vostro peggiore ghigno alla Beavis & Butt-head, che si va a cominciare.

VENTESIMA POSIZIONE

HOOLIGANS – STORM OVER EUROPE (Darxabre, 2002) È il gennaio del 2002, e per inaugurare l’anno che vedrà l’Italia cozzare ai mondiali contro l’inaffondabile corazzata sudcoreana (sort of), nel nome della fratellanza tra i popoli accomunati dai valori sportivi, la misconosciuta software house olandese Darxabre sviluppa per PC il primo RTS dedicato agli hoolingan. Un RTS come tutti gli altri RTS del periodo, non fosse che al posto delle fabbriche di carri armati si costruiscono pub e drug shop, e che le unità sfornate sono tifosi violenti, bombaroli, pu##anoni da curva. Scopo del gioco, girare l’Europa ammazzando o pestando a sangue le bande di tifosi rivali, saccheggiando i negozi e beccandosi un sacco di manganellate dagli agenti in tenuta antisommossa. Fa ridere? Per nulla. Fa sorridere? Nemmeno. Diverte? Acqua. Però fu perfettamente in grado di causare chiaramente il suo bravo casino sui media, in particolare quelli inglesi. Facendo partire le solite crociate con picche e forconi, delle quali il videogioco, spentisi i roghi e smontati i patiboli nelle piazze per GTA e Carmageddon, sentiva effettivamente bisogno.

DICIANNOVESIMA POSIZIONE

MTV CELEBRITY DEATHMATCH (Big Ape Productions, 2003) Celebrity Deathmatch era questo programma di MTV, andato in onda per quasi dieci anni, in cui rappresentazioni approssimative con la plastilina di vari personaggi del mondo dello spettacolo se le davano di brutto su un ring. A grande richiesta dei cugini degli sviluppatori, nel 2003 arriva da Big Ape Productions il gioco ufficiale, in cui Carmen Electra può menare l’ex marito Dennis Rodman per quella questione degli alimenti arretrati, Marilyn Manson può dimostrare a Justin Timberlake tutto il suo apprezzamento per quei balletti ridicoli, il mostro di Frankenstein può provare a rimorchiare la compianta Anna Nicole Smith. O qualcosa del genere. L’unica volta che chi scrive ha giocato a questa meravigliosa porcheria (per la quale tutti i principali siti di videogiochi gareggiarono furiosamente per decidere chi potesse rifilarle il voto più basso e il giudizio più umiliante), infatti, ha speso tutto il tempo a pestare la Shannen Doherty di Streghe e Beverly Hills 90210 con Mr. T e il suo furgoncino dell’A-team. No, davvero.

DICIOTTESIMA POSIZIONE

SHAQ-FU (Delphine Software, 1994) Oggi è un quasi quarantenne che gioca nei Cavaliers di Cleveland, in quelle partite che solo giopep-con-la-minuscola ha il coraggio di guardare. Ma c’è stato un tempo, parecchi anni fa, in cui Shaquille O’Neal da Newark, New Jersey, era uno dei simboli dello sport mondiale. Il centro degli Orlando Magic, all’epoca, non sapeva imbroccare un tiro libero che fosse uno, ma era anche un rapper di successo (!) e un eroe improvvisato che, durante una trasferta a Tokyo, si ritrovava in un misterioso dojo del kung fu e veniva trasportato in un’altra dimensione in cui doveva prendere a calci TUTTA una serie di tizi. O questo, quantomeno, è quel che racconta uno dei videogiochi più sciagurati che chi impugnava un pad all’epoca delle console 16-bit (ma anche qualche sventurato possessore di Amiga) abbia mai avuto la cattiva sorte di provare. L’enorme varietà di gioco (a volte devi scalciare verso sinistra, altre verso destra) e l’innegabile carisma da termosifone del protagonista, a ogni modo, non riuscirono a distrarre le imperturbabili legioni della console war dell’epoca (Mega Drive a monte, Super Nintendo a valle), impegnate in accesissime questioni di lana caprina per decidere quale macchina potesse vantare la versione migliore di uno dei peggiori titoli della storia.

DICIASSETTESIMA POSIZIONE

NIGHT TRAP (Digital Pictures, 1992) Questa è la storia di una povera creatura sfortunata. Corteggiata dal successo, a un passo dal giro che conta, e poi scaricata. Costretta a vivere di comparsate, a rivestire un ruolo che non era il suo. Venduta infine come un oggetto, per due soldi. No, non si sta parlando di Dana Plato, attrice non più tra noi la cui carriera, dopo la fortunata serie TV “Arnold”, è precipitata a picco. Si sta parlando del Mega-CD. Console che tra poche perle ha coltivato svariate idee avventurose come questa: un film thriller interattivo, una storia di ragazze in lingerie molestate dai vampiri, un gameplay che dovrebbe generare panico ma vira molto presto verso l’orchite aggravata. La scena della ragazza in camicia da notte attaccata dal succhiasangue nel proprio bagno turbò profondamente alcuni senatori del Congresso statunitense, che piantarono su il solito casino, aggiornando la propria lista personale dei “videogiochi che turbano i giovani”. Night Trap viene ritirato dagli scaffali delle grandi catene di negozi di giocattoli, ma questo non gli impedisce di sbarcare su altre piattaforme (3DO, Sega 32X, PC e financo Mac). Dana Plato, nel frattempo, si dà al soft-porno, e nel ’99 muore per abuso di farmaci. Il Mega-CD l’aveva preceduta già da tre anni.

SEDICESIMA POSIZIONE

SPICE WORLD (Psygnosis, 1998) Quanto può star male un’intera generazione di ragazzine se prende a modello di vita cinque nane britanniche che non sanno cantare, non sanno ballare, figuriamoci recitare? Di sicuro un po’ meno di un’intera generazione di ragazzini, che le sgallettate del pop se le vanno a guardare pure al cinema. E, non paghi, di “Spice World” comprano pure il tie-in ufficiale omonimo. Approdato su PlayStation nel 1998, e prova provata del fatto che il tanto sbandierato controllo qualità di Sony a) non esistesse o b) fosse stato appaltato a dei fan delle Spice Girl, Spice World chiedeva al malcapitato giocatore di insegnare alle Spice a ballare. Hai detto fischi. Dopo di che si decideva la scaletta del concerto e, se si era ancora vivi e padroni delle proprie azioni, si ammirava l’esibizione delle cinque nane, cambiando l’inquadratura della telecamera, sbadigliando, riflettendo sul senso della vita. Ma al di là dell’incredibile potenziale trash del gioco (molto trash su una scala da zero a molto trash), sono gli extra a garantirgli un posto nella nostra classifica. Cioè, in quale altro videogioco c’è Geri Halliwell che tocca il culo al Principe Carlo? Ah, è uno degli ultimissimi titoli pubblicati da Psygnosis prima di diventare SCE Studio Liverpool. Quando si dice chiudere col botto.


Commenti

  1. Jeff

     
    #1
    Dov è Muscle March?
  2. utente_deiscritto_8705

     
    #2
    Ma questo articolo ve lo ha proposto Shin-x :D ? Bellissimo, anche se un posticino per Dante's Inferno lo avrei trovato.
  3. SixelAlexiS

     
    #3
    Jeff ha scritto:
    Dov è Muscle March?
    Anche Tomena Sanner (sempre su WIi) non scherza a trash eh... :DD
  4. BIANCIOZ

     
    #4
    Dov'e' Viz?
    Il numero 1 cazz...:->
    Merd come sono vecchio oh...:asd:
  5. utente_deiscritto_8705

     
    #5
    BIANCIOZ ha scritto:
    Dov'e' Viz?
    Il numero 1 cazz...:->
    Merd come sono vecchio oh...:asd:
      Ahaha che risate :rotfl:
  6. BIANCIOZ

     
    #6
    Viewtiful Joe™ ha scritto:
    Ahaha che risate :rotfl:
       Che cazzo de pazzia...oltretutto Buster ha un non so chè di qualcuno che entrambi conosciamo e che lavora al Giometti:rotfl::lol:
  7. bibbi 76

     
    #7
    http://www.youtube.com/watch?v=RZRCZTqv_MM
    .
    Questo è abbastanza trash-demenziale? :D
  8. utente_deiscritto_5167

     
    #8
    Viewtiful Joe™ ha scritto:
    Ma questo articolo ve lo ha proposto Shin-x :D
     Giuro che ne faccio uno uguale, ma su questa gen. :D
  9. SixelAlexiS

     
    #9
    Shin X ha scritto:
    Giuro che ne faccio uno uguale, ma su questa gen. :D
    Si, ma questa volta i titoli in DD DEVI metterli, altrimenti salti troppa roba interessante :D
  10. Dna

     
    #10
    segnalo un errore di battitura alla posizione 3:
    la frase corretta dovrebbe essere: Evvuva la Fuga
Continua sul forum (36)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!