TopGame

TopGame

Una rubrica per chi "ne sa", una rubrica per i veri appassionati, una rubrica che piacerebbe un casino a Maurizio Seymandi e al Telegattone. Videogame.it vi propone, e vi propina, le sue meravigliose Top Ten: quali i migliori picchiaduro della storia? Quali le armi più deficienti nel genere degli sparatutto? Quali le protuberanze più marcate tra i personaggi femminili digitali? A tutto una risposta, ovviamente "secondo noi". A voi la gioia di commentare le nostre scelte. Insulto libero, per una volta!
Rubrica

La "Top 5" delle console mai esistite!

Dalla quinta posizione fino al gradino più alto del podio.

di Alessandro Apreda, pubblicato il

QUINTA POSIZIONE

ATARI PANTHER Ma come, un’altra console Atari? Eh. Dicesi Panther un prototipo di console a 32-bit sviluppato da Atari parallelamente al progetto Jaguar. Realizzato da Flare Technology (lo stesso gruppo di ex dipendenti Sinclair che avrebbe creato il Jaguar) attorno al solito Motorola 68000, il Panther finì in soffitta quando Atari decise di convogliare le proprie risorse sulla console a 64-bit, nella quale pare siano finite diverse soluzioni tecniche pensate in un primo momento per il Panther. Soluzioni e limiti, se vogliamo: dalla forma assurda dei pad al tetto di sprite visualizzabili senza far precipitare il tutto in un’orgia di tearing. Allo stesso modo, i giochi in sviluppo per la console di cui abbiamo notizia (Cybermorph, Raiden e Crescent Galaxy) furono tutti dirottati su giaguaro sdentato.

QUARTA POSIZIONE

INDREMA L600 Pura fuffa? Distillato di vaporware? Oppure il sogno mai realizzato di una console open source? È il 2000 quando John Gildred fonda Indrema. Scopo della compagnia: creare una console basata su comune componentistica da PC e funzionante grazie a Linux, in modo da permettere a chiunque ne fosse capace di scriversi i propri giochi. Tutto quello che Indrema produce in poco meno di un anno, però, sono solo dei comunicati stampa. Nell’aprile del 2001, a sei mesi dal lancio (spostato all’estate di quell’anno, dopo che l’L600 aveva bucato la release natalizia), l’azienda chiude i battenti per carenza di fondi: Gildred dichiara che gli mancavano giusto quei 10 milioni di dollari per tirare avanti, ed elargisce un consiglio diventato famoso alle future startup interessate al mercato: “Finite il vostro prodotto prima di parlarne”.

TERZA POSIZIONE

SONY PLAY STATION Calma, calma. Non si parla di QUELLA PlayStation, la vecchia PSone, ma della Play Station. Sì, scritto staccato. Perché sì, è vero che subito dopo aver visto Nintendo e Philips limonare, Sony gettò alle ortiche i progetti per lo SNES-CD e si mise a studiare una sua console, ma quella prima macchina era piuttosto diversa da quella con cui avrebbe stregato il mondo qualche anno dopo. La prima Sony Play Station viene presentata al CES di Chicago nel ’91: legge le cartucce per SNES e i Sony SuperDisc da 680 MB, ed è essenzialmente una piattaforma multimediale, per giochi, ma anche film, musica, edutainment, verso cui far convergere contenuti creati ad hoc dalle varie branche di Sony. Il lancio, viene annunciato al TGS di ottobre, è previsto entro l’estate successiva, per bruciare sul tempo il lettore CD per SNES realizzato da Philips, ma di giochi ancora neanche l’ombra. Il ’93 scivola via, Nintendo cancella ufficialmente lo SNES CD-ROM e Sony fa altrettanto con il progetto Play Station. Ma solo dopo aver rimesso al lavoro i suoi ingegneri su una macchina completamente nuova con lo stesso nome. Beh, spazio a parte.

SECONDA POSIZIONE

PHANTOM Del Phantom ci siamo già occupati, si ricorderà, tempo addietro, nel TopGame delle peggiori console della storia. Ricapitolando: anno 2004, una start-up sconosciuta che si chiama Infinium Labs mostra all'E3 un prototipo funzionante di una macchina da gioco rivoluzionaria: una console pompatissima (in realtà un vero e proprio PC, con processore AMD Athlon XP 2500+, 256 MB di RAM e scheda grafica Nvidia GeForce FX 5700 Ultra da 128 MB) in grado di far girare i giochi per piattaforma Windows. Quelli già disponibili e quelli che usciranno, grazie a un sistema di digital delivery con abbonamento mensile senza l'ausilio di alcun supporto fisico. L'appuntamento con il futuro è fissato per il marzo dell'anno successivo, ma la deadline passa e Infinium (ora Phantom Entertainment) non si presenta all'E3 2005. Si scopre che i soldi sono finiti, e che i Phantom boys sono alla ricerca di nuovi finanziamenti. Non ne trovano, e nel 2006 svanisce anche il sito ufficiale. Fate ciao con la manina al fantasma.

PRIMA POSIZIONE

PANASONIC M2 Doveva essere il successore del 3DO, ma l’M2 non ha mai avuto tempo e modo di mostrare le sue qualità. Sviluppato da 3DO e venduto a Matsushita/Panasonic, il progetto venne bloccato a fine ’97, a pochi mesi dal lancio, quando la campagna di marketing per la nuova console si era già messa in moto. Una scelta compiuta da Matsushita sulla scorta dello scarso successo del 3DO e, per contro, della straripante concorrenza rappresentata da PSone. Eppure, tecnicamente, l’M2 avrebbe saputo dire la sua, grazie a una potenza di calcolo pari a 3 volte quella del Nintendo 64 e perfino superiore a quella delle schede acceleratrici dell’epoca (le prime Voodoo di 3Dfx). Il cuore di M2, comunque, continua a battere tuttora: dapprima la tecnologia è stata impiegata per due lettori multimediali Panasonic e per una scheda arcade Konami (cinque giochi, tra il ’97 e il ’98), quindi per distributori automatici di vario tipo.

BEST OF THE FORGOTTEN REST

La lista delle console mai nate non si esaurisce ovviamente qui. Degni di menzione sono sicuramente il Sega VR (headset per la realtà virtuale, quando ancora “realtà” e “virtuale” potevano stare nella stessa frase senza far pensare a qualcosa di primitivo e insopportabile), l’Ultravision (la console che avrebbe fatto girare i giochi per 2600, Colecovision e Intellivision!), la misteriosa Apple iPlay, i mostruosi GameMaster di Action Enterprises e Bandai Het, il NanoGear (l’handheld per far girare i giochi PC) e il GamePark XGP. Poi ci sarebbe quella storia dell’Atari Mirai, che forse era frutto di una joint venture con SNK, forse sarebbe venuta fuori come un Neo Geo economico, forse no. Vallo a sapere.


Commenti

  1. |Sole|

     
    #1
    drmanhattan ha scritto:
    10 console che non sono mai esistite: Dieci macchine da gioco... non abbastanza interessanti


    Nuovo "TopGame": ammetto che molte delle console citate non le avevo mai sentite nominare. :)
  2. gahn

     
    #2
    Ricordo perfettamente Indrema... Quella che ai tempi alcuni miei amici geek "puntavano", dicendo:"no no, ma adesso esce Indrema, figata".
    Aveva scritto "carne morta" sulla scatola sin dal primo momento :DD


    G.
  3. lucacat

     
    #3
    Questi "fuori onda" sono sempre piacevoli da leggere. Grazie :)
  4. Stefano Castelli

     
    #4
    Ci avrei aggiunto il Konix Multisystem. :)
  5. froks

     
    #5
    Grazie per questi articoli! Molto interessanti. :)
  6. Kimahri

     
    #6
    Io vorrei vedere una PLAY STATION in funzione... :sbav:
  7. sona

     
    #7
    se non ricordo male D2 era in sviluppo su M2, con un trailer di alcuni minuti. Poi Warp buttò tutto alle ortiche e ricominciò da capo con la versione DC.
    D2 doveva essere il sequel diretto di The'D, credo.
  8. drmanhattan

     
    #8
    sona ha scritto:
    se non ricordo male D2 era in sviluppo su M2, con un trailer di alcuni minuti. Poi Warp buttò tutto alle ortiche e ricominciò da capo con la versione DC.
    D2 doveva essere il sequel diretto di The'D, credo.
      Grazie per la segnalazione, Sona... ma c'era scritto nella didascalia dell'M2. :)
    (leggetele, ogni tanto, le didascalie. Delle volte fanno ridere)
  9. sona

     
    #9
    lol, che figura :DD
    allora posto il link della demo
    http://www.youtube.com/watch?v=4XHD6vY9_0I&feature=related
  10. Alessandro (fu timmy)

     
    #10
    Ricordo che, da possessore parzialmente deluso del 3DO, l'M2 mi faceva ben sperare in un riscatto, visto che era previsto anche com add-on. Peccato, perché sulla carta era potentissimo.
Continua sul forum (11)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!