TopGame

TopGame

Una rubrica per chi "ne sa", una rubrica per i veri appassionati, una rubrica che piacerebbe un casino a Maurizio Seymandi e al Telegattone. Videogame.it vi propone, e vi propina, le sue meravigliose Top Ten: quali i migliori picchiaduro della storia? Quali le armi più deficienti nel genere degli sparatutto? Quali le protuberanze più marcate tra i personaggi femminili digitali? A tutto una risposta, ovviamente "secondo noi". A voi la gioia di commentare le nostre scelte. Insulto libero, per una volta!
Rubrica

Le prime 5 posizioni

I film più importanti nella storia dei videogiochi

di Alessandro Apreda, pubblicato il

QUINTA POSIZIONE

Star Wars (George Lucas e altri, 1977 - ∞)
E parlando di nerd… ah, no: è vero. Si chiamano geek. Cioè, tra loro si chiamano geek (ché fa un po' meno, uh, nerd). Quel che il diversamente alto Jackson ha fatto per il fantasy nel 2002, il cineasta dall'abbigliamento discutibile Lucas l'aveva già fatto con la fantascienza venticinque anni prima, inventandosi questa favoletta cosmica che, nonostante la sua natura di favoletta cosmica, ha traviato generazioni di giovani e meno tali, che oggi vogliono più bene a Boba Fett che a propria madre, si incolleriscono in un niente a sentir nominare tre paroline (Jar, Jar e Binks) e sognano una fidanzata con la fissa per il cosplay della Principessa Leia in Slave Outfit. Il videogioco, anche qui, si accoda. Magari, se avete giocato a Mass Effect, avrete eccetera eccetera.

QUARTA POSIZIONE

Rambo (Ted Kotcheff, 1982)
Di Rambo (in originale First Blood) possiamo dire che è stato tratto dal romanzo di David Morell, che é stato diretto dal regista di Weekend con il morto, e che videoludolandia ne ha tratto spunto per dare alla luce all'incirca sette milioni di soldati tutti uguali, tutti con la fascia tra i capelli, il petto nudo e muscoloso, un pantalone militare, un filo di trucco (mimetico) e un M60 a tracolla. Schwarzenegger e il suo Commando, tre anni più tardi, avrebbero indubbiamente rincarato la dose, ma è John Rambo il grande papà buo… il grande papà dei vari Ikari Warriors, Mercs, Metal Slug e financo Metal Gear.

TERZA POSIZIONE

Indiana Jones (Steven Spielberg, 1981 - 2008)
Sin dalla sua prima apparizione sul grande schermo, trent'anni fa, sin da quella scena della trappola con il macigno rotolante, Henry Walton Jones Junior - meglio noto come Indiana Jones - è entrato di prepotenza non solo nell'iconografia pop, ma nei vocabolari di ogni lingua conosciuta, in qualità di sinonimo del termine avventura. Un tipo di avventura che, chiaramente, andava benissimo per chi era chiamato a inventarsi qualcosa per far divertire della gente giovane dall'altro lato di un televisore. Il primo a capirlo è probabilmente David Crane con Pitfall, ma poi gli esploratori avventurosi fatti di pixel arrivano a nastro, da Rick Dangerous fino a quella tipa inglese con grossi problemi di mal di schiena. Com'è che si chiama?

SECONDA POSIZIONE

Matrix (Andy e Larry Wachowski, 1999-2003)
I Wachowski Bros hanno davvero scritto l'ultima parola significativa nel grande libro della fantascienza hollywoodiana? Può essere. La loro trilogia è quel capolavoro di cui si diceva all'epoca? Può essere (ma anche no). Quel che è certo è che il bullet time, quello slow motion in stile John Woo ma applicato in un contesto ricco di piombo e movenze melliflue, è piaciuto così tanto ai game designer, ma così tanto, che OGNI singolo gioco in cui si spara a della gente in terza persona, da Max Payne di Remedy in giù, ne impiega una qualche variante spicciola.

PRIMA POSIZIONE EX AEQUO

I Guerrieri della Notte (Walter Hill, 1979)
Ehi, frena un attimo! Come sarebbe un ex aequo? Sarebbe che in effetti i titoli da inserire proprio-assolutissimamente-che-non-mi-puoi-dire-di-no in questa classifica erano 11. E siccome una Top 10 con 11 titoli suonava davvero male, ex aequo. Se non vi sta bene, prendetevela con Castelli, ché qui c'è da lavorare. Dunque: cosa ci ha dato il capolavoro di Walter Hill sulla gente che si picchiava duro in una notte d'estate senza luna? Al cinema in genere, la metafora dell'Anabasi di Senofonte più fica di sempre. A centinaia di software house, l'idea di giochi in cui dei tizi scendono in strada per scambiarsi in simpatia calci, pugni e colpi di mazza da baseball. Seguono in ordine sparso Final Fight, Streets of Rage, Renegade e tutti gli altri dodicimila beat'em up a scorrimento d'ambientazione metropolitana.

PRIMA POSIZIONE EX AEQUO

Aliens - Scontro Finale (James Cameron, 1986)
Fermatemi se la conoscete già: ci sono questi marine dello spazio. Quello alto e un po' sinistro, la tipa tostissima con i tratti del viso scolpiti nella pietra, il giullare, un protagonista neutro, buono per tutte le occasioni. E poi ci sono i mostri che "vengono fuori dalle fottute pareti". Dice: è Metroid: Other M? No. Halo Reach? Nemmeno. Cioè, pure, ma all'origine di tutto c'è comunque James Cameron, che a metà anni Ottanta decide di dare un seguito all'horror fantascientifico di Ridley Scott del '79 con una pellicola carica di azione, visivamente incredibile, zeppa di momenti memorabili. I marine del tenente Gorman non sono sopravvissuti alla loro missione su LV-426, ma nel pianeta videogioco sono ancora in giro dopo tutti questi anni. E pure belli arzilli.


Commenti

  1. neko

     
    #1
    Quel "vengono fuori dalle fottute pareti" è sempre un 'quote' ad affetto ;)
  2. Vincono-Loro

     
    #2
    Ci stava anche un film di ZOMBIE.
    Anzi direi proprio ZOMBIE di G.Romero e Dario Argento
  3. utente_deiscritto_1816

     
    #3
    Per l'ottava posizione: ion pochi ricordano, su C64, Rocketball,
    http://homepages.tesco.net/~parsonsp/html/rocket_ball.html
    Gioco per me indimenticabile
  4. cbm-amiga

     
    #4
    Bell'articolo, come al solito; questa volta condivido anche ogni singola scelta, quindi complimenti drM ! :approved:
    Per la domanda sulla trilogia di Matrix: no, non è un capolavoro. Ad un valido ed innovativo primo episodio, si affiancano due scialbi ed inutili seguiti...
  5. utente_deiscritto_1816

     
    #5
    cbm-amiga ha scritto:
    Bell'articolo, come al solito; questa volta condivido anche ogni singola scelta, quindi complimenti drM ! :approved:
    Per la domanda sulla trilogia di Matrix: no, non è un capolavoro. Ad un valido ed innovativo primo episodio, si affiancano due scialbi ed inutili seguiti...
     Sarei finanche più drastico: tante idee nel primo mentre i seguiti sono 2 cagate pazzesche (cito un film addirittura migliore)
  6. Dr. Manhattan

     
    #6
    cbm-amiga ha scritto:
    Bell'articolo, come al solito; questa volta condivido anche ogni singola scelta, quindi complimenti drM ! :approved:
    Per la domanda sulla trilogia di Matrix: no, non è un capolavoro. Ad un valido ed innovativo primo episodio, si affiancano due scialbi ed inutili seguiti...
    Esattamònt. Anche se pure il primo film di originale aveva soprattutto la confezione, il modo in cui impacchettava con una carta da regalo hollywoodiana temi e idee già visti in libri e fumetti del sottobosco sci-fi
  7. cbm-amiga

     
    #7
    Geppo32 ha scritto:
    Sarei finanche più drastico: tante idee nel primo mentre i seguiti sono 2 cagate pazzesche (cito un film addirittura migliore)
     Più che drastico, direi realistico; io ho cercato di essere diplomatico, ma il mio pensiero è il tuo...:approved:
  8. cbm-amiga

     
    #8
    Dr. Manhattan ha scritto:
    Esattamònt. Anche se pure il primo film di originale aveva soprattutto la confezione, il modo in cui impacchettava con una carta da regalo hollywoodiana temi e idee già visti in libri e fumetti del sottobosco sci-fi
     Indubbiamente, ma il risultato su schermo era comunque notevole, anche considerando i dieci anni trascorsi...
  9. defender

     
    #9
    Condivisibile e molto carino come e' scritto! Bravo!
    Pero' un'alba dei morti viventi manca proprio.
  10. HungryGhost

     
    #10
    defender ha scritto:
    Condivisibile e molto carino come e' scritto! Bravo!
    Pero' un'alba dei morti viventi manca proprio.
     Quoto... magari al posto del signore degli anelli...
Continua sul forum (61)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!