TopGame

TopGame

Una rubrica per chi "ne sa", una rubrica per i veri appassionati, una rubrica che piacerebbe un casino a Maurizio Seymandi e al Telegattone. Videogame.it vi propone, e vi propina, le sue meravigliose Top Ten: quali i migliori picchiaduro della storia? Quali le armi più deficienti nel genere degli sparatutto? Quali le protuberanze più marcate tra i personaggi femminili digitali? A tutto una risposta, ovviamente "secondo noi". A voi la gioia di commentare le nostre scelte. Insulto libero, per una volta!
Rubrica

I mostri giganti più forti

Arrampicandosi ai vertici dell'Empire State Building videoludico.

di Alessandro Apreda, pubblicato il

QUINTA POSIZIONE

King of the Monsters 2 (SNK, 1992) La serie King of the Monsters rappresentava una dorata eccezione per i fortunati possessori di un Neo-Geo in quei primi, un po' grigi anni 90. Il primo KotM era infatti uno dei pochi titoli relativamente economici per la Ferrari delle console domestiche. Gioco di wrestling in scala kaiju, permetteva di scegliere uno tra sei personaggi (il solito clone di Godzilla, un finto King Kong, un emulo di Ultraman...) con cui stendere gli avversari per una conta di tre. Solo che il ring era una città giapponese, e di quella città giapponese si poteva distruggere praticamente tutto. Il seguito, uscito un anno più tardi, sposava invece la struttura del picchiaduro a scorrimento: alla guida del Godzillone, di una versione meccanica di King Kong o del super-eroe gigante, occorreva pestare dei mostri alieni e difendere la Terra. Difenderla distruggendone un bel po', visto che i campi di battaglia ora spaziavano dalla Francia al Grand Canyon, ma non stiamo a guardare il capello.

QUARTA POSIZIONE

Ultraman Fighting Evolution 3 (Banpresto, 2004) Nata su PS1, la serie Ultraman Fighting Evolution ha presto trasferito baracca, burattini e mostroni su PS2. Se ne abbiamo scelto il terzo capitolo è essenzialmente perché è quello che offre il roster più nutrito: ben 16 Ultraman diversi, pescati dalle varie serie televisive di uno dei più celebri tokusatsu (i super-eroi giapponesi in tutina variopinta) di tutti i tempi, e ben 26 mostri da prendere a calci nei denti. Il valore ludico, come per molti altri titoli Banpresto simili, rivolti per lo più a un target di ultra-appassionati o di giovanissimi, è quello che è, ma per chi apprezza l'idea di menare degli attori vestiti con una tuta di gommapiuma, tra i palazzi plasticosi di un grande diorama di Tokyo, il divertimento è assicurato.

TERZA POSIZIONE

Godzilla Destroy All Monsters Melee (Atari, 2002) E dopo tanti cloni, ecco il vero Godzilla, in uno tra i più godibili dei tanti giochi dedicati al lucertolone radioattivo. In questo picchiaduro per GameCube, uscito qualche mese dopo anche su Xbox, Godzilla affronta alcuni celebri mostri del genere kaiju, da Anguirus al dragone dorato King Ghidorah. Per quanto la falena gigante Mothra non sia un personaggio giocabile e il tartarugone Gamera non ci sia proprio, e questo non sia affatto bello. Alla sua uscita il gioco fu accolto da recensioni moderatamente positive, e resta a tutt'oggi uno dei migliori esponenti del genere. Peccato che non si possa dire lo stesso dei suoi sequel: il divertente ma anche piuttosto monocorde Godzilla: Save the Earth (PS2 e Xbox, 2004) e soprattutto il pessimo Godzilla Unleashed (Wii, PS2, 2007), che ha fatto incetta di fischi, insufficienze, insulti.

SECONDA POSIZIONE

Rampage (Midway, 1986) Per molti videogiocatori sulla trentina, il primo e unico, o quantomeno il più significativo gioco di mostri giganti della loro vita. Il gorillone George, il cugino di secondo grado di Godzilla Lizzie, il colossale licantropo Ralph, in un platform semplice, divertente e non privo di finezze (ricordate che ciascuno dei tre bestioni poteva afferrare un solo tipo di persone?) che ha spopolato in sala prima di invadere buona parte di console e home computer dell'epoca. Per vederne un seguito si sono dovuti attendere dieci anni, e Rampage World Tour - che portava George, Lizzie e Ralph anche a Napoli, Roma e Venezia! - era un titolo riuscito per alcuni versi, indubbiamente divertente in multi, ma anche claudicante per altri. L'originale, invece, resta a tutt'oggi un'esperienza ludica da rivivere con il ghigno delle grandi occasioni. E sì, del recente Rampage: Total Destruction non ne parliamo perché siamo buoni.

PRIMA POSIZIONE

War of the Monsters (Sony, 2003) Arrivati in cima, non possiamo che trovare lì ad aspettarci quello che secondo noi - ma anche secondo qualsiasi persona dotata di raziocinio, buona e giusta - è il campione del genere mostroni maneschi. Sviluppato dalla defunta Incognito Entertainment e pubblicato da Sony per la sua PS2, War of the Monsters è il più bel film degli anni 50 che nessun cinema o drive-in ha mai visto. Confezionato come un B-Movie e arricchito da tutta una serie di finte locandine d'epoca tra un livello e l'altro, è un picchiaduro uno contro uno in cui i combattenti possono vagare liberamente all'interno dei livelli, arrampicando la facciata di un palazzo, sfondandone la facciata per impugnarne le travi portanti come strumento d'offesa, o magari provando a farlo collassare sulla schiena del nemico. Lo spirito di Rampage, un'IA nemica veramente bastarda, dei bestioni memorabili, una realizzazione tecnica per i tempi pregevole. E un po' di sana violenza e furia devastatrice che, soprattutto in un contesto del genere, non guastano mai. Sbam!


Commenti

  1. Stefano Castelli

     
    #1
    Uhm... boh. Per me manca il più divertente in assoluto: The Muncher per Commodore 64 (l'edizione per Spectrum non conta, era uno slide-show per quanto scattava... :))

    Se poi per mostro gigante possiamo intendere anche un bel drago direi che una citazione a Thanatos è doverosa. :)

    Bel genere di giochi. Sotto-sfruttato.
  2. teoKrazia

     
    #2
    War of the Monsters mi manca, è una delle mie più grosse lacune su PS2. :-\

    E pure Rampage World Tour. Dio, cosa avrei dato per vedere Lizzie & George in tournée in Italia... :asd:
  3. Stefano Castelli

     
    #3
    teoKrazia ha scritto:
    War of the Monsters mi manca, è una delle mie più grosse lacune su PS2. :-\
    Francamente l'abbiamo giocato molto con gli amici e non era proprio granché. Pure poco longevo e con un multiplayer da incubo.
  4. |King Crimson|

     
    #4
    Manca GENJI 2:asd:
  5. SixelAlexiS

     
    #5
    teoKrazia ha scritto:
    10 giochi con i mostri giganti dentro: Dieci giochi in cui la città è ai tuoi piedi. Letteralmente.
    mi piacerebbe leggerlo... ma ho paura per eventuali spoiler :(
  6. teoKrazia

     
    #6
    SixelAlexiS ha scritto:
    mi piacerebbe leggerlo... ma ho paura per eventuali spoiler :(


    Il mostro alla fine muore :(
  7. Solidino

     
    #7
    qual'era quella figata su PS2 con le formicuzze giganti?
    Dico sempre che lo devo comprare e non mi decido mai...
  8. Stefano Castelli

     
    #8
    teoKrazia ha scritto:
    E pure Rampage World Tour. Dio, cosa avrei dato per vedere Lizzie & George in tournée in Italia... :asd:
    E ora... per l'angolo del "Te lo dice Stef"... lo sapevate che Rampage fu immediatamente clonato?
    A quanto ho capito, all'epoca US Gold aveva già iniziato a convertire Rampage su varie piattaforme (tra cui Spectrum, C64 e Amstrad) quando Activision gli soffiò la licenza da sotto il naso.
    Che fece US Gold? Buttò via tutto?
    Naaaah. Cambiò grafica e un paio di lettere e creò Rampart, spudoratissimo clone medievale di Rampage.
    Fosse successo oggi avremmo assistitito ad una delle più belle battaglie legali della storia. Già mi immagino in tribunale gente impegnata a dimostrare che un grosso cavaliere in armatura NON è uguale ad un gorillone...

    Kotick sarebbe stato felicissimo!
  9. SixelAlexiS

     
    #9
    teoKrazia ha scritto:
    Il mostro alla fine muore :(
     
     ah ah ah . . .
  10. Solidino

     
    #10
    ah eccolo qua
    http://www.youtube.com/watch?v=vnaZ10nTk44
    Minchia quanto deve essere uno spasso. :D
Continua sul forum (25)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!