TopGame

TopGame

Una rubrica per chi "ne sa", una rubrica per i veri appassionati, una rubrica che piacerebbe un casino a Maurizio Seymandi e al Telegattone. Videogame.it vi propone, e vi propina, le sue meravigliose Top Ten: quali i migliori picchiaduro della storia? Quali le armi più deficienti nel genere degli sparatutto? Quali le protuberanze più marcate tra i personaggi femminili digitali? A tutto una risposta, ovviamente "secondo noi". A voi la gioia di commentare le nostre scelte. Insulto libero, per una volta!
Rubrica

La top 5 della paura

I cinque giochi più terrificanti di tutti.

di Alessandro Apreda, pubblicato il

QUINTA POSIZIONE

Left 4 Dead (Valve, 2008) Una delle migliori esperienze in multiplayer cooperativo degli ultimi anni, uno dei migliori giochi sugli zombie di sempre, uno dei pochi titoli in cui la storia, se proprio c'hai tempo e voglia, devi cercartela sui muri, come fanno i camionisti single nei bagni degli autogrill. Fa paura un gioco come L4D? No. No, se escludiamo le fasi di gioco in cui senti la nenia da film di Dario Argento e il piagnucolio di quella MALEDETTA WITCH e sai che se solo provi a guardarla negli occhi finisce male. Molto male. Uno di quei momenti in cui al giocatore si forma in fronte la scritta TENSIONE con font corpo 70. Il seguito, anche in questo caso un gioco nel complesso più tondo, esagera sul fronte Witch, costringendo i quattro sopravvissuti a fendere scenari con un numero spropositato di streghe a piede libero. E non è più la stessa cosa.

QUARTA POSIZIONE

Dead Space (Electronic Arts, 2008) Se qualcosa di strano, accade nella tua astronave, e chi chiamerai? Isaac Clarke! Il povero galoppino spaziale Isaac viene spedito nel primo Dead Space da un angolo all'altro della USG Ishimura, a riparare cose e vedere gente (morta). Nel frattempo gli viene chiesto pure di fare letteralmente a fette qualche godzillione di necrofori. Una scena tipica del gioco: sei in un laboratorio, si chiudono le porte, si spegne la luce, senti del brusio da tutti i lati, ma NON è una festa di compleanno a sorpresa. Il seguito per molti aspetti è un gioco migliore, ma c'è il fatto che sul fronte paura sai inevitabilmente già cosa aspettarti.

TERZA POSIZIONE

Resident Evil (Capcom, 1996) Il primo Resident Evil si prendeva la briga di coltivare la paura del giocatore in tutte le sue sfumature. Facendo sfondare a tradimento le finestre di un corridoio a una coppia di cani zombie, regalandoti la sensazione fastidiosissima di correre in mezzo a delle bisce velenose (aaahhh! l'ofidiofobia!!!!), ma soprattutto l'inquietudine spinta di aggirarti in una magione con pochi proiettili, pochi nastri d'inchiostro per i salvataggi, un casino di zombie e un sistema di puntamento che sì, ciao. Poi, quando finalmente avevi ripulito il posto da tutti i morti viventi, una fucilata via l'altra, tornavi dalla scampagnata nella dependance con squali, piante carnivore giganti e api e trovavi la villa infestata da una razza di predatori molto più letali, veloci, stronzi. E si ricominciava. Spinto a fondo il piede sul pedale dell'azione, la serie Capcom non avrebbe più raggiunto a illuminato giudizio di chi scrive le vette ansiogene del suo titolo d'esordio. Forse solo l'uomo con la motosega di Resident Evil 4 e… no, niente. Passiamo oltre.

SECONDA POSIZIONE

Forbidden Siren (Sony, 2003) Acque di colore rosso, un richiamo irresistibile, contadini trasformati in mostri chiamati shibito, dieci sopravvissuti, una serie di mini-missioni da portare a termine per ricomporre in ordine cronologico un affresco più vasto e incasinatissimo. Tecnicamente, in ogni scenario devi solo andare da un punto A a un punto B, oppure portare a termine un compito semplicissimo (prendi le chiavi, apri il cancello) che sblocchi altri obiettivi. In teoria tutto questo è reso più semplice dalla possibilità di sintonizzarsi con gli shibito, vedendo la scena dal loro punto di vista. In pratica il tutto è un DANNATO INCUBO a occhi aperti, perché non solo armi e munizioni scarseggiano, non solo gli shibito a differenza degli altri zombie ci vedono benissimo e sono pure allenati per la corsa campestre, ma i maledetti oltre a roncole e coltelli impugnano pure armi da fuoco. Sei lì, che provi a superare quello spiazzo, con il cuore a mille e questi cosi mostruosi che ti vengono addosso da ogni parte, la grafica desaturatissima ti mette a disagio e i suoni pure, e devi pure preoccuparti che un COLPO DI FUCILE ti rispedisca al punto di partenza?

PRIMA POSIZIONE

Silent Hill (Konami, 1999) Chi scrive nutre un odio profondo e insanabile nei confronti di Keiichiro Toyama, il creatore di Silent Hill. Perché non solo quell'uomo ha ideato uno dei giochi più disturbanti di tutti i tempi, ma nel farlo ha anche demolito una delle icone sacre dell'immaginario collettivo sexy: le infermiere. Prima di Silent Hill, pensavi a un'infermiera in una roba di fiction e ti veniva in mente Edwige Fenech. Dopo Silent Hill, pensi a un'infermiera in una roba di fiction e ti vengono in mente quelle tipe tutte storte e senza una faccia che vogliono ucciderti. Resta da chiarire se il primo Silent Hill sia più spaventevole del secondo, o se qualcuno si deciderà finalmente a staccare la spina alla serie evitandole altre inutili sofferenze. Noi si continua a preferire il capitolo originale. Povera, povera Cybil: ti senti ancora uno stronzo per non esser riuscito a salvarla.


Commenti

  1. Bark

     
    #1
    drmanhattan ha scritto:
    10 giochi di paura: Dieci videogiochi che ancora te li sogni la notte.


    brutta classifica....
  2. cbm-amiga

     
    #2
    Come già scritto nella classifica, è inevitabilmente molto soggettiva, quindi la rispetto ma non la condivido in pieno.
    Posso capire la presenza di Project Firestart, all'epoca un fottuto capolavoro, tecnicamente impressionante; tuttavia, il tempo è passato e avrei inseritotitoli più recenti, IMHO ci sarebbe stato bene uno tra D\Phantasmagoria\The 7th Guest o uno degli Alone in the Dark.
    Grave mancanza: The Suffering (in particolare il primo), che può tranquillamente prendere il posto di quella sola di FEAR (i Monolith hanno fatto molto meglio: oltre al piazzato Condemned, chi ricorda Blood ?) e Call of Cthulhu: Dark Corners of the Earth. :sbam:
    Qualche citazione sparsa: Obscure, Kuon, Shadow of the Comet, Darkseed, Cryostasis; purtroppo, non ho giocato i vari Penumbra (mea culpa).
  3. SixelAlexiS

     
    #3
    drmanhattan ha scritto:
    10 giochi di paura: Dieci videogiochi che ancora te li sogni la notte.
    bah, Condemned nono no... nono, nono proprio no.
    L4D quinto posto? davvero a qualcuno può far "paura" L4D ? no... allora se si parla di TENSIONE, Manhunt doveva stare tra i primi 3, quello che provai all'epoca non l'ho mai più provato nei VG, la parte finale soprattutto... :-|
    altro che Dead Space con i suoi momenti telefonatissimi...
  4. Bark

     
    #4
    SixelAlexiS ha scritto:
    bah, Condemned nono no... nono, nono proprio no.
    L4D quinto posto? davvero a qualcuno può far "paura" L4D ? no... allora se si parla di TENSIONE, Manhunt doveva stare tra i primi 3, quello che provai all'epoca non l'ho mai più provato nei VG, la parte finale soprattutto... :-|
    altro che Dead Space con i suoi momenti telefonatissimi...
      Condamned il primo in questa classifica ci sta benissimo...diverso il discorso di L4D che eliminerei del tutto per via della sua natura online. Fear poi.... :X
    Ma
    Haunting Ground??????
  5. SixelAlexiS

     
    #5
    Bark ha scritto:
    Condamned il primo in questa classifica ci sta benissimo...diverso il discorso di L4D che eliminerei del tutto per via della sua natura online. Fear poi.... :X
    Ma
    Haunting Ground??????
    non si capiva in effetti... stà troppo in basso in classifica :asd:
  6. utente_deiscritto_5167

     
    #6
    Classifica perfetta. Il podio, soprattutto. Grande dottore.

    PS. Francamente avrei solo tolto FEAR, un agglomerato di ufficietti, con qualche elemento horror gettato lì, ma è proprio il pelo nell'uovo.
  7. utente_deiscritto_36365

     
    #7
    Manca Alone in the Dark, l'originale. E non va bene :)
  8. utente_deiscritto_5167

     
    #8
    SixelAlexiS ha scritto:
    allora se si parla di TENSIONE, Manhunt doveva stare tra i primi 3 
     Ti amo. :*
  9. bonsetter

     
    #9
    Col principio con cui si inserisce Condemned, che condivido, allora Manhunt meritava addirittura un posto tra i primi 5.
    Anche Haunting Ground e Clock Tower 3 (per certi versi simili) meritavano più di qualcosa in classifica.
    Poi, non sono un fan del brand, ma a un pioniere del genere come Alone in the Dark un posticino pure lo si poteva trovare.

    In sostanza concordo con il podio, tre posizioni imho intercambiabili a seconda del gusto ma tutte e tre meritatissime, e quoto anche l'amarezza su Silent Hill che ha detto tutto con i primi 2 capitoli e idealmente s'è concluso lì, tutto ciò che è venuto dopo è stato rumenta.
  10. Lucael

     
    #10
    drmanhattan ha scritto:
    10 giochi di paura: Dieci videogiochi che ancora te li sogni la notte.
     Aldilà degli inutili discorsi su classifica, un altro pezzo divertente da leggere. Complimenti.
Continua sul forum (91)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!