TopGame

TopGame

Una rubrica per chi "ne sa", una rubrica per i veri appassionati, una rubrica che piacerebbe un casino a Maurizio Seymandi e al Telegattone. Videogame.it vi propone, e vi propina, le sue meravigliose Top Ten: quali i migliori picchiaduro della storia? Quali le armi più deficienti nel genere degli sparatutto? Quali le protuberanze più marcate tra i personaggi femminili digitali? A tutto una risposta, ovviamente "secondo noi". A voi la gioia di commentare le nostre scelte. Insulto libero, per una volta!
Rubrica

SECONDA POSIZIONE

La parola chiave, nel titolo, non è "red".

di Alessandro Apreda, pubblicato il

Red Dead Redemption
(Rockstar, 2010)

Sul finale di RDR avevi scritto altrove, ai tempi e a caldo, un lunghissimo pistolotto che andiamo ora a ripescare e a riproporre pari-pari per questo secondo posto della classifica. Non fate quelle facce, ché non sapete a che ora e in quali condizioni mi trovi a scrivere questi TopGame. Dicevamo, il pistolotto:

John Marston, il primo personaggio Rockstar con una sua morale. Un ex bandito che ha scelto di condurre una vita diversa, spedito ad ammazzare la gente da chi gli tiene in ostaggio moglie e figlio. E lui lo fa, ma senza perdere mai di vista la persona nuova che è diventato. Ché per quanto il gioco ti lasci libero di polarizzare a tua scelta la fama del pistolero tra eroe e pendaglio da forca, la trama ti spinge ad agire da eroe. Anche quando questo significa violare le regole. Scopri che il vecchio gringo per cui hai completato una missione da galoppino è un narcotrafficante. Che fai? Red Dead Redemption ti offre la possibilità di ammazzarlo, e anche se questo ti piazzerà una taglia da ricercato sulla testa, tu lo ammazzi. Perché sai che è la cosa giusta. Galoppi nel deserto, tagliando da est a ovest un Messico perfino peggiore di quello odierno, e trovi un gruppo di soldati che sta per giustiziare un povero cristo. Che fai? Difenderlo vorrebbe dire sparare ai soldati, diventare per qualche minuto di nuovo un fuorilegge. Ma quell'uomo ti implora. Dice di non aver fatto niente. Ha una famiglia, dice. Che fai?

Poi John Marston elimina i suoi vecchi compagni e assiste a un volo non troppo pindarico del suo ex mentore. Sono tutti morti, ha fatto quanto doveva: può tornare al suo ranch, dal figlio Jack, dalla moglie Abigail. Seguono una serie di missioni banalissime che sembrano ritrascinare per le orecchie il gioco al suo inizio, ventiquattro ore di pistolettate prima. Sai solo sparare alle cose?, chiede a John suo figlio quando lui lo porta a caccia. È quello che la gente si aspetta che faccia, risponde Marston, il cowboy con lo sguardo triste di Karl Urban, in una di quelle gag metareferenziali che poi ci scrivono su interi libri da sogni bagnati per una nicchia di nerd.

Una missione da mandriano, un'altra a scacciare i corvi.
Tutto sembra incartarsi su se stesso.

John e Abigail stanno portando del grano u un carro, e lei dice al marito che non può essere così facile. Che gli uomini del governo non lo lasceranno andare via così, dopo quello che ha fatto. Lui era un bandito, lei era la puttana della banda. Le cose non si dimenticano.

John non vuole crederci. Le dice di metter via quella vita. Che ora le cose andranno per il verso giusto.
Naturalmente non sarà così.
Arrivano i soldati, e sono troppi, e alla fine anche il superpotere del Dead Eye non serve a niente. Gli sparano da tutti i lati, e lui finisce a terra. Gli altri, i Vercetti, i CJ, i Niko, l'hanno sfangata come se nulla fosse, John no. John è morto. Era l'unico personaggio buono di un gioco Rockstar, ma lo hanno abbattuto come un cane. Era l'unico che volesse fare ammenda per il suo passato maraldo, resta l'unico ad aver pagato.

Passano alcuni secondi ma per la magia galbusera dei videogiochi sono tre anni, e Jack seppellisce anche la madre, morta non si sa come, e decide che è ora di mettersi a caccia dei bastardi che gli hanno ucciso il papà. Insegue l'agente del governo fino in Messico, lo ammazza in riva a un fiume, si rimette a cavallo come se nulla fosse. Ché lui non è buono come suo padre e non ha il suo sguardo triste di Karl Urban. Lui, Jack, è un classico personaggio da gioco Rockstar, e non gli succederà mai nulla di brutto.
Lui, Jack, è un gran figlio di puttana. Letteralmente.

John Marston, il miglior pistolero di tutti i tempi dopo Clint Eastwood, Clint Eastwood e Clint Eastwood - TopGame
John Marston, il miglior pistolero di tutti i tempi dopo Clint Eastwood, Clint Eastwood e Clint Eastwood


Commenti

  1. utente_deiscritto_148337

     
    #1
    Una mia piccola considerazione.
    Ok a Red Dead Redemption,gioco discreto ma finale magnifico,ma Mirror's Edge che c'entra?
    D'accordo che si parla solo di VG a cui hai giocato,però non credo che non hai trovato un finale migliore
    di quello?
    Io al posto di quell'anonimo filmato opterei per quello di Castlevania,a me non è piaciuto però bisogna
    riconoscergli il merito di aver fatto parlare molto di se.
  2. utente_deiscritto_19700

     
    #2
    bellissimo il paragrafo sul n°1 della classifica.Avendolo finito solo qualche giorno fa non posso che essere daccordo con quello che hai scritto.....
  3. jpeg

     
    #3
    Questa non la leggo, che ho idea che quattro su cinque li devo ancora vedere. XD
  4. drmanhattan

     
    #4
    jpeg, i titoli dei giochi puoi almeno vederli, dai. Poi se ancora non li hai finiti non leggi i relativi paragrafi. Non ci sono spoiler, come si scriveva, nei titoli o nelle foto.
  5. jpeg

     
    #5
    drmanhattanjpeg, i titoli dei giochi puoi almeno vederli, dai. Poi se ancora non li hai finiti non leggi i relativi paragrafi. Non ci sono spoiler, come si scriveva, nei titoli o nelle foto.
    Hai appena spoilerato che non ci sono spoiler.
    Vedi?
    XD
  6. jpeg

     
    #6
    Sbagliavo, CINQUE su cinque. XD
    Ma mi rallegra vedere in alto due titoli che mi accingo ad iniziare proprio in questo giorni (Reach ed L.A. Noire).

    La foto di apertura è un tocco di genio. X°D
  7. AVV.

     
    #7
    ho goduto come un maiale per il finale di LA noire.

    mi stava troppo antipatico phelps

    un grande il poliziotto stra-corrotto, pensavo che lo avrei dovuto ammazzare nelle fogne

    e invece proprio lui ha officiato il funerale.
  8. drmanhattan

     
    #8
    AVV. non spoilerare!
  9. jpeg

     
    #9
    Bella AVV.
    In una riga (neanche... Nella parte che ho inavvertitamente captato con l'occhio scorrendo la pagina) mi hai probabilmente ucciso sul nascere un gioco da... quante ore? Giusto per sapere quante ne ho risparmiate (se quello che lasci intendere è quello che succede per davvero, manco lo comincio).

    Ottimo, comunque.
  10. evil_

     
    #10
    mio dio AVV O_O
    nessun moderatore può mettere lo spoiler al posto suo?
    senza parole
Continua sul forum (34)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!