Genere
Guida
Lingua
Testi in inglese
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
24/3/2016

Trackmania Turbo

Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Ubisoft Entertainment
Sviluppatore
Nadeo
Genere
Guida
Distributore Italiano
Ubisoft Italia
Data di uscita
24/3/2016
Lingua
Testi in inglese
Giocatori
1-4

Lati Positivi

  • Sistema di guida semplice ma molto gratificante
  • Mole di contenuti decisamente elevata
  • Abbastanza impegnativo per chi è alla ricerca dei tempi record

Lati Negativi

  • Editor non impeccabile
  • Richiede massima precisione, quindi potrebbe risultare frustrante per alcuni giocatori

Hardware

Trackmania Turbo è disponibile su PC, PS4 e Xbox One.

Multiplayer

Trackmania Turbo dispone di modalità multigiocatore online e in locale, con split screen per un massimo di quattro giocatori.

Modus Operandi

Abbiamo provato Trackmania Turbo in versione PS4 grazie a un codice gentilmente fornito da Ubisoft Italia.
Recensione

Da soli o in compagnia di amici

Un'offerta di gioco ricca in ogni sua componente

di Marco Ravetto, pubblicato il

TRACCIATI PER TUTTI I GUSTI

Pazzi e fantasiosi. Queste due parole descrivono alla perfezione tutte le persone che sono state coinvolte nella creazione dei tracciati di Trackmania Turbo. Ci vuole infatti una buona dose di pazzia e una altrettanto elevata quantità di fantasia per riuscire a ideare duecento piste dotate di differenti caratteristiche e di conformazioni tanto originali e bizzarre. Già dalle prime prove i neofiti della serie (gli aficionados già sapranno bene a cosa andranno incontro) si troveranno a correre in un mondo in cui è difficile prevedere cosa potrà accadere sulla strada che intercorre tra la linea di partenza e il traguardo. Gli ampi curvoni da affrontare in sbandata controllata si affiancano a strette curve a gomito, le zone asfaltate in cui la macchina scorre con estrema fluidità si alternano a parti sterrate in cui le sospensioni sono continuamente sollecitate per dare vita a una serie continua di sorprese. E poi ci sono i salti, lunghissimi, che devono essere affrontati scegliendo con attenzione la traiettoria dato che spesso la “zona d’atterraggio” è piuttosto ristretta, i giri della morte, le salite che sembrano sfidare le leggi della gravità, i turbo che forniscono un ulteriore boost di velocità e le zone da attraversare con la macchina spenta… insomma, c’è veramente di tutto e se poi, malauguratamente, non riuscite a trovare il tracciato dei vostri sogni, potete sempre sbizzarrirvi con un editor con il quale è possibile sia generare in maniera istantanea e casuale una pista (opzione che a volte desta qualche perplessità visto il saltuario accostamento di elementi decisamente incompatibili tra loro) che modellare a proprio piacimento ogni singola componente; la quantità di variabili a disposizione è veramente elevata, e si possono letteralmente trascorrere ore e ore a studiare sia l’estetica che il layout.

In alcuni frangenti di gioco, in particolar modo durante i giri della morte e le sezioni su "montagne russe", il gioco passa in automatico alla visuale interna - Trackmania Turbo
In alcuni frangenti di gioco, in particolar modo durante i giri della morte e le sezioni su "montagne russe", il gioco passa in automatico alla visuale interna

Per quanto riguarda le modalità di gioco, la campagna composta da duecento prove suddivise in cinque serie (a loro volta suddivise in quattro ambientazioni da dieci gare ognuna) è affrontabile sia singolarmente che in “Double Driver”, ovvero con due piloti alla guida della stessa macchina. L’idea può sembrare inizialmente stravagante, e nelle prime gare gli incidenti derivanti da incomprensioni sono piuttosto frequenti, ma con un po’ di allenamento riuscire a padroneggiare il mezzo si rivela un’impresa non impossibile. Il livello di difficoltà segue una curva di crescita costante senza mai raggiungere picchi eccessivi, sia per quanto riguarda le problematiche derivanti dalla conformazione dei tracciati che per la necessità di ottenere specifici risultati per riuscire a sbloccare tutte le leghe (un certo numero di medaglie di bronzo per le prime due, d’argento per la terza e la quarta e d’oro per la quinta). Una sfida nel complesso sufficientemente impegnativa, accompagnata da una modalità multigiocatore offline decisamente corposa che permette di prendere parte a gare contro il tempo o a prove in split screen (per un massimo di quattro giocatori); non manca poi il tocco folle degli sviluppatori, sotto forma di un’opzione denominata “segreto” che racchiude al suo interno ulteriori varianti di gioco attivabili mediante l’inserimento di combinazioni di tasti. Il comparto online è caratterizzato dalla possibilità di partecipare a stanze di gioco (o di crearne di nuove) per un massimo di cento giocatori impostando parametri quali lo stile di gioco, la durata e il livello minimo per poter partecipare, mentre nel garage potremo modificare alcune componente estetiche della nostra macchina scegliendo tra vernici, bandiere, numeri e materiali.
Le macchine possono essere personalizzate con vernici ed extra ottenuti in base alle performance in gara - Trackmania Turbo
Le macchine possono essere personalizzate con vernici ed extra ottenuti in base alle performance in gara

Tutto sommato apprezzabile anche la componente tecnica, che senza far gridare al miracolo svolge in maniera più che adeguata il proprio compito. I differenti modelli di vetture sono ben realizzati, gli ambienti di gioco sufficientemente vari e rifiniti e le prove scorrono con estrema fluidità senza mostrare alcun tipo di indecisione, sia per quanto riguarda il single player che per lo split screen, che ovviamente presenta un livello di dettaglio inferiore. Discreto l’accompagnamento sonoro che non ci ha particolarmente colpito sia nelle musiche che negli effetti, ma che comunque svolge in maniera adeguata il proprio compito.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
Trackmania Turbo ha tutte le caratteristiche necessarie per soddisfare i fan della serie. Dietro uno schema di guida all’apparenza quasi banale nella sua semplicità si cela infatti un titolo decisamente impegnativo, che richiede una buona dose di abilità per essere padroneggiato al meglio. Il buon comparto tecnico e l’elevatissima mole di contenuti completano un quadro decisamente positivo e rendono il neonato di casa Nadeo un prodotto caldamente consigliato per gli appassionati dell’alta velocità.

Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!