Genere
Guida
Lingua
Testi in inglese
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
24/3/2016

Trackmania Turbo

Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Ubisoft Entertainment
Sviluppatore
Nadeo
Genere
Guida
Distributore Italiano
Ubisoft Italia
Data di uscita
24/3/2016
Lingua
Testi in inglese
Giocatori
1-4
Recensione

Correre contro il tempo, ma non solo...

Ubisoft e Nadeo ci riportano in pista tra sbandate, alta velocità e tanto divertimento

di Marco Ravetto, pubblicato il

“Ancora una partita e poi smetto”. Se avessimo un euro per ogni volta che abbiamo ripetuto questa frase, trascorreremo le nostre giornate su una soleggiata spiaggia di un’isola tropicale a sorseggiare un cocktail. Già perché la carne è debole, e quando ci si trova per le mani un titolo coinvolgente, immediato e veloce, è facile entrare in una spirale quasi inarrestabile che ci spinge a ripetere come un mantra la frase sopracitata. Si inizia una partita con la migliore delle intenzioni, poi qualcosa va storto, non si ottiene il punteggio sperato, e così si preme rapidamente il tasto di avvio in barba a quanto appena dichiarato, causando spesso l’irritazione e lo sconforto di mogli, fidanzate, parenti e amici vari…

I tracciati di Trackmania Turbo si sviluppano su differenti superfici e sono caratterizzati dalla presenza di numerosi salti, curve paraboliche, dossi e ostacoli di varia natura - Trackmania Turbo
I tracciati di Trackmania Turbo si sviluppano su differenti superfici e sono caratterizzati dalla presenza di numerosi salti, curve paraboliche, dossi e ostacoli di varia natura

VELOCITÀ E CONTROLLO

Trackmania Turbo appartiene a pieno diritto alla categoria di titoli che trasforma la nostra mente in un disco rotto che pensa costantemente il sopracitato “Ancora una partita e poi smetto”. Il titolo di Nadeo ha infatti tutte le caratteristiche necessarie per generare assuefazione, inserite all’interno di un contesto veramente ricco anche dal punto di vista quantitativo. Le basi di gioco sono elementari, ma dietro un sistema di guida che a uno sguardo superficiale potrebbe apparire addirittura banale nella sua semplicità, si cela un titolo in cui l’ottenimento di risultati apprezzabili è possibile solo imparando a controllare alla perfezione la propria macchina. Utilizzare a proprio vantaggio le derapate, conoscere la conformazione dei tracciati, comportarsi in maniera differente a secondo della superficie della strada (sabbia, asfalto, sterrato…) sono tutte azioni che richiedono allenamento e che devono essere eseguite con assoluta precisione. Anche perché l’avversario che dobbiamo affrontare nelle duecento prove che costituiscono la modalità Campagna è un avversario che non da scampo: il tempo. Non ci sono infatti altri piloti in pista, e l’unica cosa a cui dobbiamo prestare attenzione è il cronometro che scandisce in maniera inesorabile lo scorrere dei secondi e, una volta giunti al traguardo, ci porterà in dote un trofeo (bronzo, argento, oro o Trackmaster) in base alla nostra performance. La conquista dell’agognata medaglia d’oro non segna però la fine di un tracciato. Si può sempre correre per migliorare ulteriormente il proprio tempo (e magari conquistare il titolo di Trackmaster) e poi ci sono i tempi degli amici. Già, gli amici che magari hanno superato il nostro record di un misero centesimo, oppure che dipingono con assoluta nonchalance la curva che ci causa tanti problemi, o ancora che rimbalzano con la leggiadria di un ballerino sulle cunette su cui la nostra macchina sembra essere praticamente incontrollabile.

Prima di ogni gara è possibile vedere il tempo da conseguire per ottenere i vari trofei. Inoltre durante la gara è possibile visualizzare in pista un "fantasma" del tempo oro/argento/bronzo, della propria migliore performance o di un amico - Trackmania Turbo
Prima di ogni gara è possibile vedere il tempo da conseguire per ottenere i vari trofei. Inoltre durante la gara è possibile visualizzare in pista un "fantasma" del tempo oro/argento/bronzo, della propria migliore performance o di un amico
In Trackmaster Turbo l’indole competitiva di ogni giocatore viene esaltata come in pochi altri titoli, e fornisce costanti spunti per continuare a gareggiare nel tentativo di limare prima quel maledetto secondo, poi quel dannato decimo e infine quell’infame centesimo. La gratificazione finale per un nuovo record è tanta, e una volta tagliato il traguardo si ha veramente la sensazione di aver compiuto una piccola impresa. Il meccanismo di gioco è quindi ben oliato e nel complesso funziona molto bene, anche se potrebbe non incontrare i gusti di tutti i giocatori. Il fatto di competere quasi esclusivamente contro il tempo è un primo elemento da tenere in considerazione, così come è da ponderare la potenziale frustrazione derivante dalla necessità di eseguire ogni parte di una gara senza alcuna sbavatura. È comunque importante ribadire che nella maggior parte dei casi uscire di pista, cadere nel vuoto, schiantarsi contro un enorme container piazzato nel mezzo della strada o impattare un traliccio sono tutte azioni che derivano in maniera diretta dai nostri errori, quindi dovremmo essere i destinatari delle nostre stesse imprecazioni; certo, a volte avere un pizzico di fortuna aiuta (spesso sono pochi centimetri e qualche km/h di differenza a dividere un balzo che si conclude con un atterraggio perfetto da un rovinoso volo), ma nel complesso contano molto di più i meriti del giocatore rispetto all’apporto della dea bendata.


Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!